Regione Emilia-Romagna supporta i musei del territorio per sperimentare nuove tecnologie digitali

No comments

Regione Emilia-Romagna introduce una nuova serie di sperimentazioni delle più recenti tecnologie digitali applicate ai musei del territorio: grazie al coordinamento fra il dipartimento regionale relativo all’esecuzione dell’Agenda Digitale, il Settore Patrimonio Culturale e Lepida Scpa, i musei del territorio possono beneficiare di tecnologie innovate per sviluppare nuove esperienze di valore per i visitatori.

In questo modo, per esempio, si potranno scoprire le meraviglie della fisica attraverso una visita interattiva nel tempo e nello spazio ma anche visionare opere d’arte molto delicate da vicino grazie a riproduzioni tridimensionali o vedere in azione, tramite animazioni evolute e realtà virtuale, antichissimi manufatti ricostruiti in modo molto preciso.

A partire da oggi, la prima sperimentazione viene avviata a San Giovanni in Persiceto con il Museo del Cielo e della Terra mentre a seguire verranno implementati test al Museo Internazionale della Ceramica di Faenza e nei Musei Civici di Palazzo Farnese.

Le sperimentazioni hanno lo scopo di valutare la maturità digitale su un campione di istituzioni culturali del territorio regionale per poi estenderle ad altre strutture museali regionali.

Maggiori dettagli nel comunicato stampa di Regione Emilia-Romagna.

Smart NationRegione Emilia-Romagna supporta i musei del territorio per sperimentare nuove tecnologie digitali
Vai all'articolo

SPID, raggiunta quota trenta milioni

No comments

Sono trenta milioni le identità digitali SPID erogate ad oggi: questo importante traguardo, comunicato dal Ministro per l’Innovazione e la Transizione Digitale, è stato raggiunto in seguito alle accelerazioni a cui ha contribuito il susseguirsi di situazioni, anche emergenziali, per cui il digitale è diventato progressivamente sempre più centrale nella vita dei cittadini.

Non esiste ormai un servizio pubblico erogato online che non richieda l’uso di un’identità digitale, come per esempio SPID o CIE, per l’autenticazione e la sua fruizione.

L’obiettivo delle 30 milioni di  identità digitali SPID è stato raggiunto in forte anticipo rispetto alla data stimata, ossia la fine del 2022: si tratta di un risultato importante considerando che a settembre 2019 erano appena 4 milioni le identità digitali erogate e, nell’ultimo anno, si è registrato un totale di 10 milioni di identità digitali SPID attivate.

Grazie all’identità digitale SPID sono stati monitorati oltre mezzo miliardo di accessi ai servizi digitali pubblici nel 2021 e circa 330 milioni nel primo quadrimestre del 2022.

Maggiori dettagli nel comunicato del MITD.

Smart NationSPID, raggiunta quota trenta milioni
Vai all'articolo

World Password Day, la sicurezza digitale passa dalla corretta gestione delle password

No comments

Oggi è il World Password Day, la giornata mondiale dedicata alla sensibilizzazione sulla sicurezza digitale e, in particolare, sulla corretta gestione delle password.

L’iniziativa, nata nel 2013, ha l’obiettivo di contribuire alla diffusione di una sostanziale consapevolezza nell’uso sicuro delle nuove tecnologie e, ovviamente, nelle modalità più convenienti per impostare e mantenere le proprie password: si tratta, anche in questi anni, di un tema fondamentale e che spesso viene sottovalutato.

Occorre considerare infatti che ben 23 milioni di utenti in tutto il mondo utilizzano, ancora oggi, la sequenza 123456 come password principale: questo dato allarmante proviene dal Centro Nazionale per la Cybersecurity del Regno Unito.

Una gestione sbagliata delle password può esporre gli utenti ad attacchi da parte di cybercriminali comportando una potenziale sottrazione delle informazioni.

Non si tratta però dell’unico comportamento scorretto ma diffuso: ulteriori sondaggi hanno dimostrato che oltre un terzo degli utenti tende ad utilizzare password basate su dati individuabili facilmente conoscendo le abitudini sociali dell’utilizzatore come per esempio la data di nascita o il nome dell’animale domestico.

Smart NationWorld Password Day, la sicurezza digitale passa dalla corretta gestione delle password
Vai all'articolo

Engineering diffonde competenze digitali nella Comunità di San Patrignano

No comments

La Comunità di San Patrignano si apre al digitale grazie ad Engineering, leader in Italia nella trasformazione digitale, che offre percorsi formativi per più di 150 ore organizzati dalla IT & Management Academy, l’accademia interna all’azienda.

I percorsi formativi, in fase di organizzazione e la cui erogazione è prevista per metà settembre, puntano a consentire ai giovani ospiti della Comunità di San Patrignano di sviluppare competenze digitali acquisendone di nuove o migliorando quelle in possesso per aprire delle opportunità finalizzate all’accesso alle professioni del mondo tecnologico.

La formazione digitale quindi diventa un veicolo di inclusione sociale: tramite l’alfabetizzazione digitale coloro che hanno un bagaglio di conoscenze ridotto dal punto di vista digitale può tentare il riscatto trovando una nuova collocazione nel sistema e accedendo ad opportunità lavorative altrimenti precluse.

Le lezioni saranno organizzate in diversi moduli e divise per livello di competenze informatiche: si parte dalle funzioni basiche relative all’uso e al funzionamento del PC e dello smartphone fino ad arrivare all’uso delle piattaforme utili per condividere il lavoro da remoto e alla modalità di gestione delle insidie che si nascondono nella rete.

Maggiori dettagli nel comunicato della Comunità di San Patrignano e in quello di Engineering.

Smart NationEngineering diffonde competenze digitali nella Comunità di San Patrignano
Vai all'articolo

Messina Digitale, online il portale dedicato alla trasformazione digitale

No comments

Online il nuovo portale Messina Digitale, la piattaforma realizzata nell’ambito del progetto “Messina Città Connessa” finanziato con le risorse PON Metro 2014-202.

Il portale sostituisce la sezione del portale istituzionale che era precedentemente dedicata ai Sistemi Informativi e intende tenere informata la cittadinanza relativamente al percorso intrapreso dal Comune di Messina sui temi della trasformazione digitale.

La piattaforma propone notizie, servizi e lo stato di avanzamento di progetti e cantieri portati avanti dallo staff dedicato alla transizione digitale del Comune di Messina: il sito è consultabile da pc e smartphone, essendo responsive.

Lo scopo è quello di rendere trasparente e accessibile il lavoro svolto negli ultimi anni oltre a quello in corso d’opera in modo da avviare un nuovo percorso di co-partecipazione attiva con la cittadinanza potendo quindi proporre servizi digitali sempre più coerenti con le esigenze della popolazione.

Smart NationMessina Digitale, online il portale dedicato alla trasformazione digitale
Vai all'articolo

RomeCup, il futuro del lavoro e dell’istruzione passa dai robot

No comments

Torna in presenza RomeCup, la tre giorni dedicata al mondo della robotica e al suo impatto su formazione e lavoro: la nuova edizione, ormai giunta alla quindicesima, prevede un susseguirsi di laboratori didattici, contest creativi e hackathon pensati per avvicinare i ragazzi al mondo della robotica.

Fondazione Mondo Digitale, che è la promotrice e organizzatrice dell’evento, insieme all’Università Sapienza di Roma e al Comune di Roma Capitale propongono un intenso programma per orientare e coinvolgere giovani e appassionati verso le opportunità offerte dal mondo della robotica.

I ragazzi, in particolare, sono i protagonisti di questa tre giorni ricca di attività di ogni tipo, scandite in un programma davvero entusiasmante che è pubblicato sul sito della manifestazione.

Tra le tendenze di questa edizione vi è un’ampia panoramica sui lavori del futuro e sulle tendenze dell’innovazione tecnologica con particolare riferimento nell’area dell’interazione uomo-robot e dell’intelligenza artificiale.

RomeCup 2022 prevede come sempre, in affiancamento ai convegni, seminari ed esibizioni, anche una competizione tra 81 squadre per contendersi l’accesso ai mondiali di robotica che si terranno in Thailandia.

Maggiori dettagli nell’articolo di Fondazione Mondo Digitale.

Smart NationRomeCup, il futuro del lavoro e dell’istruzione passa dai robot
Vai all'articolo

Il Comune di Chieti inizia la sperimentazione della blockchain applicata ai processi amministrativi

No comments

Il Comune di Chieti accelera sul fronte della digitalizzazione e inizia, fra i primi Enti pubblici in Italia, a sperimentare l’uso della blockchain applicando questa tecnologia ai processi amministrativi.

Il primo progetto pilota consiste nell’integrazione di un registro distribuito nella gestione di alcune pratiche amministrative in modo da garantire il massimo livello di trasparenza assicurando la garanzia del dato, della proprietà del dato e della sua cronologia.

Grazie alla tecnologia blockchain, infatti, alterazioni o manipolazioni sono rese impossibili: ne consegue che l’implementazione dell’automazione risulta efficiente e sicura con la possibilità di controllo totale delle informazioni nel rispetto delle normative sulla privacy.

La sperimentazione è iniziata con la registrazione sulla blockchain delle pratiche relative all’assegno di maternità, alla domanda di accesso al servizio di assistenza domiciliare anziani, alla domanda di accesso al servizio di trasporto disabili, alla richiesta di compartecipazione alla spesa per le prestazioni socio sanitarie in regime di residenzialità, alla domanda di ammissione al servizio di assistenza educativa domiciliare a favore di disabili sensoriali e infine alla domanda di accesso al servizio di assistenza domiciliare disabili.

Il passo successivo prevederà l’estensione della blockchain anche ai processi del ciclo passivo e delle procedure d’appalto.

Maggiori dettagli nel comunicato del Comune di Chieti.

Smart NationIl Comune di Chieti inizia la sperimentazione della blockchain applicata ai processi amministrativi
Vai all'articolo

Il Comune di Milano dismette i contrassegni per la sosta cartacei

No comments

Si tratta del compimento di una rivoluzione digitale iniziata tempo addietro con l’introduzione dei metodi alternativi per la gestione della sosta in modalità evoluta e che culmina con il definitivo pensionamento dei contrassegni per la sosta cartacei.

Dal 4 maggio infatti sarà sufficiente la targa dell’auto per stabilire se il parcheggio è stato correttamente pagato dal cittadino, oppure no: il controllo viene effettuato manualmente dagli operatori o in modalità automatica senza che sia quindi necessario consultare l’eventuale tagliando cartaceo.

I residenti possono quindi rimuovere il pass con l’indicazione della zona di pertinenza e, più in generale, non sarà necessario apporre alcun ticket.

Per tutti coloro che abitano in città inoltre, la richiesta del proprio pass potrà avvenire online anche per coloro che non sono titolari di un auto di proprietà come per esempio chi possiede un veicolo in leasing o in comodato d’uso.

I cittadini residenti con auto di proprietà, invece, potranno ricevere l’attivazione del proprio passo in maniera automatica dopo il pagamento sulla piattaforma PagoPA.

Smart NationIl Comune di Milano dismette i contrassegni per la sosta cartacei
Vai all'articolo

Smart Nation compie sei anni

No comments

Quello che si celebra oggi è il sesto compleanno di Smart Nation, l’Associazione nata per divulgare il digitale e la cultura dell’innovazione: dal primo giorno siamo in prima linea nella diffusione di informazioni, notizie, contenuti e competenze legate al mondo digitale, raccogliendo consenso fra le persone che hanno necessità di mantenersi informati sull’evoluzione tecnologica e che vogliono accrescere la propria autonomia nell’uso degli strumenti digitali.

La nostra società sta cambiando: la pandemia ha rappresentato un’occasione per imprimere una fortissima accelerazione alla digitalizzazione e i cittadini hanno inevitabilmente incontrato diverse difficoltà nell’adattarsi al cambiamento di contesto.

Ormai tutte le operazioni, anche quelle più routinarie, sono fortemente influenzate dall’adozione della tecnologia e non è più possibile farsi trovare impreparati.

Per questo motivo il nostro impegno nella divulgazione delle competenze digitali di base non si è mai arrestato.

Durante l’ultimo periodo abbiamo continuato le attività di formazione da remoto e in presenza osservando i limiti imposti dalle normative vigenti a causa della pandemia da COVID-19 oltre ad aver collaborato alla crescita del progetto di Casa Digitale fornendo il personale per poter erogare l’attività fino alla sua trasformazione in entità autonoma con il primo sportello di assistenza digitale del Comune di Brugherio.

Sulla spinta dei successi nell’ambito della divulgazione tecnologica e in relazione alle opportunità rappresentate dal PNRR è in corso di progettazione il nuovo festival dell’innovazione che Smart Nation vuole garantire al territorio della Brianza.

Siamo in un periodo di grande cambiamento: la banda ultra larga è sempre più diffusa grazie al Piano BUL che sta accelerando in modo significativo grazie allo sforzo di Infratel, le identità digitali come SPID o la CIE sono in crescita e i servizi digitali pubblici accessibili tramite smartphone, come l’app IO, il Fascicolo Sanitario Elettronico ma soprattutto l’ANPR, sono sempre più utilizzati.

Il nostro Paese sta evolvendo velocemente, il nostro compito è di non lasciare nessuno indietro: tanti auguri a noi, come sempre insieme a coloro che vogliono cavalcare il cambiamento positivo dettato dal digitale.

Smart NationSmart Nation compie sei anni
Vai all'articolo

Italian Tech Academy, al via la scuola di formazione per la diffusione delle competenze digitali

No comments

Gruppo Gedi e Talent Garden hanno lanciato Italian Tech Academy, una scuola di formazione che offre percorsi educativi allineati al processo di transizione digitale ed ecologica che vede nel PNRR il motore trainante.

L’iniziativa vuole infatti tentare di colmare il gap di competenze necessarie per affrontare in modo efficace la transizione digitale ed ecologica in corso: per farlo, si basa sull’esperienza di Talent Garden, l’operatore di co-working e digital education di respiro europeo, e di Italian.tech, l’hub verticale di GEDI dedicato alla tecnologia.

Contemporaneamente all’iniziativa, sono stati presentati i primi tre percorsi formativi in catalogo calendarizzati per il prossimo autunno ossia il full-time Coding Bootcamp, il master part-time in Content Science e il master part-time in Digital Sustainable Management.

Maggiori informazioni nell’articolo di Italian Tech.

Smart NationItalian Tech Academy, al via la scuola di formazione per la diffusione delle competenze digitali
Vai all'articolo