Il Comune di Rovigo è capofila per la creazione di laboratori di innovazione

No comments

Il Comune di Rovigo, insieme ai Comuni di Adria e Villadose, ha aderito al bando pubblico regionale per la costituzione di laboratori di innovazione volti allo sviluppo del network Centri P3@-palestre digitali e alla diffusione della cultura degli Open Data.

In particolare il Comune di Rovigo diventa capofila dell’aggregazione di Comuni fungendo da referente ed interfaccia con l’Amministrazione Regionale che a marzo ha approvato il bando per la costituzione di una rete di luoghi e infrastrutture per l’alfabetizzazione e l’inclusione digitale, per l’acquisizione di competenze avanzate da parte delle imprese e lo sviluppo delle nuove competenze ICT.

L’intervento è coerente con l’adozione dell’Agenda Digitale del Veneto 2020 (ADVeneto2020) ed è rivolto al potenziamento delle infrastrutture e delle piattaforme digitali ma anche le competenze digitali degli operatori, necessarie per realizzare un’efficiente open digital transformation.

I laboratori di innovazione sono luoghi fisici di incontro e di partecipazione attiva per favorire un approccio partecipato alla creazione, ammodernamento e diffusione di servizi pubblici digitali e l’adozione e utilizzo dei dataset pubblici, ossia gli Open Data.

Dovranno interfacciarsi con i centri P3@ attuali e di futura costituzione per la candidatura a divenire vere e proprie “Palestre Digitali”.

Smart NationIl Comune di Rovigo è capofila per la creazione di laboratori di innovazione
Vai all'articolo

Download Innovation, a Bergamo è di scena l’innovazione

No comments

Tutto è pronto per il festival dedicato all’innovazione digitale Download Innovation che si tiene a Bergamo sabato e domenica presso il Lazzaretto: si tratta della seconda edizione di un evento dedicato alle nuove frontiere delle nuove tecnologie.

L’iniziativa organizzata in collaborazione con il Comune di Bergamo e Bergamo Smart City è ad accesso libero ed è completamente gratuita: in calendario il programma prevede una serie di convegni, appuntamenti e workshop dedicati a giovani e adulti che vogliono scoprire gli ultimi sviluppi delle nuove tecnologie.

Fra i laboratori anche la 24 ore no stop di Hackathon per individuare soluzioni che semplifichino la gestione dei servizi di pubblica utilità e la 30 ore no stop di Game Jam, la gara per realizzare un videogioco innovativo.

L’interesse per i videogiochi non è casuale, c’è infatti massima attenzione al mondo dell’eSport e alle sperimentazioni ludiche di tecnologie come droni e realtà virtuali.

Dal punto di vista educati, per i bambini sono stati calendarizzati laboratori per apprendere i fondamenti della programmazione come per esempio Scratch ma anche percorsi per conoscere la stampa 3D.

Il festival Download Innovation prende il via ufficialmente nella sera di venerdì con un concerto di apertura dalle 20.30 alle 24 per poi continuare nel week end.

Il programma completo è disponibile qui.

Smart NationDownload Innovation, a Bergamo è di scena l’innovazione
Vai all'articolo

Arriva in Italia Amazon Fire TV Stick 4K

No comments

Dopo aver lanciato la propria Amazon Fire TV Stick, in versione 4K, lo scorso ottobre negli Stati Uniti, è ora venuto il momento di replicare l’esperienza anche in Italia: arrivano infatti i dispositivi Fire TV Stick 4K e il nuovo telecomando vocale Alexa.

La novità più significativa è la compatibilità con l’assistente vocale Alexa tramite l’apposito telecomando oppure attraverso un dispositivo Echo per gestire i contenuti riproducibili grazie ai comandi vocali impartiti attraverso il celebre sistema di smart speaker che hanno mietuto moltissimi successi.

Il nuovo, almeno in Italia e in Europa, dispositivo Amazon offre immagini brillanti con una profondità di colori e una nitidezza incredibili sulle TV compatibili, con risoluzione fino a 4K Ultra HD e mantenendo il supporto per Dolby Vision, HDR e HDR10+.

Fire TV Stick 4K supporta lo streaming in 1080p (Full HD) e Dolby Audio rendendo un televisore HD in grado di riprodurre flussi in streaming audio e video: tramite l’interfaccia grafica o i comandi vocali si possono chiedere musica, previsioni del tempo, notizie e informazioni.

Smart NationArriva in Italia Amazon Fire TV Stick 4K
Vai all'articolo

DigithON, tutto è pronto per la nuova edizione della maratona digitale

No comments

Tutto è pronto per la quarta edizione di DigithON, la manifestazione dedicata alla rivoluzione digitale che mette a confronto idee innovative e l’ecosistema per farle crescere e migliorare la società.

In questa nuova edizione di DigithON che si tiene a Bisceglie, in Puglia, dal 5 all’8 settembre 2019 ci saranno 100 startup digitali pronte a proporre il proprio progetto di impresa ad una platea di grandi investitori nazionali e internazionali ma anche funzionari e dirigenti di istituzioni finanziarie e multinazionali, banche, fondi di investimento, analisti, venture capitalist e piccole e medie imprese.

Lo scopo è quello di coltivare un ecosistema in grado di superare il complesso iter di selezione per l’accesso agli investimenti per i progetti imprenditoriali digitali ad alta scalabilità che vengono valutati direttamente dai comitati di investimento e quindi semplificano l’iter di fundraising.

Ma durante DigithON c’è spazio anche per numerosi incontri, eventi e confronti sull’impatto del digitale sulla società e sull’economia: si affronteranno tematiche legate all’applicazione della blockchain alla ricerca nelle biotecnologie o alla certificazione del Made in Italy, all’uso dell’intelligenza artificiale per semplificare il lavoro dei recruiter o ancora alle opportunità di sviluppare idee di agricoltura biologica 3.0, alle possibilità offerte dalla mobilità elettrica e molto altro.

Il programma è disponibile sul sito della manifestazione.

Smart NationDigithON, tutto è pronto per la nuova edizione della maratona digitale
Vai all'articolo

In Trentino-Alto Adige la coltivazione dei vigneti ricorre all’intelligenza artificiale

No comments

In Trentino-Alto Adige, si sa, la coltivazione dei vigneti rappresenta sicuramente una delle eccellenze del territorio da tutelare ma anche da efficientare: per questo motivo ai tradizionali sistemi di pianificazione del processo di coltivazione si affianca oggi il ricorso alle nuove tecnologie per rendere i processi che portano alla vendemmia sempre più sostenibili e all’avanguardi.

Per questo motivo tra i filari si assiste al ricorso all’intelligenza artificiale per ottenere delle valutazioni predittive circa il potenziale andamento della stagione dell’uva.

Così Cavit, celebre cantina vinicola, grazie al sostegno di Fondazione Bruno Kessler ha portato a termine una sperimentazione condotta grazie all’aiuto di 4.500 associati che hanno testato nuovi strumenti evoluti in grado di pianificare e rendere più sostenibili le varie fasi della coltivazione dei vigneti, dalla preparazione del terreno fino alla vendemmia.

Oggi, dopo la fase di test, è il momento del lancio del progetto Fruitipy di cui avevamo già parlato: il sistema permette di effettuare direttamente nel vigneto le stesse analisi normalmente realizzabili in laboratorio grazie all’impiego di speciali spettrometri portatili.

Inoltre, grazie al ricorso all’intelligenza artificiale, acquisendo fotografie e filmati dei vigneti realizzati via smartphone con un’app dedicata, la piattaforma del sistema è in grado di valutare la quantità di uva in pianta stimando precedentemente i volumi di vendemmia in ogni zona con elevato grado di precisione.

In questo modo è possibile stabilire il momento ottimale in cui effettuare la vendemmia per ogni vigneto aumentando l’efficienza della coltura e la sostenibilità ambientale.

Smart NationIn Trentino-Alto Adige la coltivazione dei vigneti ricorre all’intelligenza artificiale
Vai all'articolo

In crescita l’uso del mobile banking

No comments

L’analisi di Abi Lab, consorzio promosso da Abi, certifica un forte aumento delle operazioni dispositive tramite mobile banking.

C’è una forte crescita nell’uso dei canali digitali da parte della clientela delle banche: è la conclusione dell’analisi effettuata da Abi Lab, il Consorzio per la Ricerca e l’Innovazione per la banca promosso dall’Abi, che ha esaminato il mondo del digital banking.

In particolare risulta un forte aumento delle operazioni dispositive tramite il canale del mobile banking pari al 71% rispetto all’anno precedente: anche i servizi di pagamento diretti tra persone aumentano massivamente e seguono le operazioni effettuate sulle carte prepagate.

C’è da dire che il numero di operazioni effettuate da PC si attesta ancora al doppio rispetto a quelle effettuate via smartphone ma i tassi di crescita annui sono significativamente più contenuti.

Lo studio ha inoltre sottolineato come l’attenzione degli utenti per il mobile banking porta le banche a far convergere i servizi in un’unica applicazione piuttosto che disperdere le varie funzionalità (mobile wallet, pagamento P2P fra utenti, …) su piattaforme dedicate: nel 2018 il 21% delle banche ha diminuito il numero di app offerte al pubblico rispetto all’anno precedente.

Nel prossimo periodo i principali sviluppi in termini di funzionalità previsti su mobile e Internet banking riguardano soprattutto l’assistenza automatizzata tramite chatbot, nuove funzionalità per i pagamenti istantanei come i bonifici e i servizi di gestione finanziaria personale: in questi ambiti si registrano grossi investimenti da parte di tutti i principali gruppi bancari.

Smart NationIn crescita l’uso del mobile banking
Vai all'articolo

La firma digitale arriva anche per le pratiche auto

No comments

In vista dell’entrata in vigore del Documento Unico del veicolo previsto dal D.Lgs. n.98/2017, la Direzione Generale per la Motorizzazione del Dipartimento Trasporti e ACI hanno ufficialmente adottato la Firma Elettronica Avanzata Grafometrica (FEA) per la sottoscrizione dei  documenti digitali in ambito di pratiche auto.

L’importante annuncio, presentato sul sito ufficiale di ACI, evidenzia come il processo di trasformazione digitale sia progressivamente esteso a vari ambiti compreso quello delle pratiche relative agli autoveicoli: il servizio non sarà obbligatorio per consentire una graduale e atraumatica adozione.

L’introduzione dell’innovazione è stata possibile grazie ad un tipo di tecnologia fondata su un sistema di Firma Elettronica Avanzata con funzione Grafometrica da impiegare su tablet che è valida e efficace ad ogni effetto di legge.

Il sistema prevede che, all’atto della firma, sia registrato non solo il tratto grafico ma anche altri aspetti specifici, quali velocità, accelerazione, pressione, inclinazione del modo in cui ognuno firma.

Questi parametri vengono poi salvati tramite un processo di crittografia che li lega al documento appena sottoscritto in modo definitivo e non replicabile su altri documenti.

Smart NationLa firma digitale arriva anche per le pratiche auto
Vai all'articolo

Google Maps integra bici e auto in sharing

No comments

Per rendere più semplice l’utilizzo di bici e auto in sharing Google Maps ha annunciato l’integrazione di questi servizi all’interno della propria applicazione.

L’idea alla base dell’inserimento della nuova funzione è quella di aiutare i cittadini a poter rendere i trasporti più efficienti incentivando l’uso della mobilità alternativa al ricorso dell’autovettura di proprietà.

L’applicazione infatti è diventata progressivamente un vero e proprio centro di controllo per effettuare spostamenti anche con servizi quali Uber o Lift la cui prenotazione può essere inviata direttamente all’interno di Google Maps.

L’integrazione dei servizi di bici e auto in condivisione è prevista sia su Android che su iOS gradualmente nel corso delle prossime settimane: nel momento in cui la funzionalità verrà rilasciata, basterà consultare i dettagli sul tragitto per accedervi.

Smart NationGoogle Maps integra bici e auto in sharing
Vai all'articolo

A Modena è operativo il primo impianto che usa l’intelligenza artificiale per depurare le acque reflue

No comments

Il depuratore delle acque reflue urbane di Modena è ora in grado di garantire migliori consumi energetici e una più soddisfacente qualità dell’acqua trattata: questo è possibile grazie all’impiego della logica predittiva, una tecnologia innovativa implementata da Hera, in collaborazione con la PMI innovativa Energy Way.

L’uso di speciali modelli matematici, affiancati dal ricorso ai Big Data, a soluzioni di machine learning e all’intelligenza artificiale intervengono nel controllo e nella gestione del processo di ossidazione, che è la fase fondamentale del ciclo di depurazione.

In questo modo è possibile prevedere anticipatamente i fabbisogni delle attività dell’impianto che variano a seconda della portata dell’acqua e della concentrazione di sostanze inquinanti organiche presenti nei reflui che devono essere depurati.

I sistemi di controllo intelligenti garantiscono un elevato livello di automazione e una migliore resa dell’impianto che aumenta la propria sostenibilità ambientale regolando correttamente il fabbisogno di ossigeno necessario alla depurazione che ruota attorno alla riproduzione di batteri che vivono in presenza di ossigeno e che si nutrono delle sostanze organiche presenti nell’acqua.

Smart NationA Modena è operativo il primo impianto che usa l’intelligenza artificiale per depurare le acque reflue
Vai all'articolo

Nasce il Dipartimento per la Trasformazione Digitale

No comments

Nasce ufficialmente a partire dal 2020 il Dipartimento per la Trasformazione Digitale.

In forza del decreto del 19 giugno 2019, viene istituita una nuova struttura di supporto al Presidente per la promozione ed il coordinamento delle azioni del Governo finalizzate alla definizione di una strategia unitaria in materia di trasformazione digitale e di modernizzazione del Paese attraverso le tecnologie digitali.

In questo modo si intende assicurare il coordinamento e l’esecuzione dei programmi di trasformazione digitale che interessano il Paese e in particolare per tutti i processi di innovazione tecnologica attinenti all’agenda digitale nazionale ed europea.

La nuova struttura agisce in virtù della rilevanza strategica dell’innovazione tecnologica per il perseguimento del programma di Governo cercando di incentivare lo sviluppo e la crescita culturale, democratica ed economica del Paese.

Il Dipartimento per la Trasformazione Digitale viene articolato in non più di due uffici di livello dirigenziale generale e in non più di due servizi di livello dirigenziale non generale: esso impiegherà la squadra di esperti attualmente incardinata all’interno del Team per la Trasformazione Digitale.

Maggiori informazioni direttamente in Gazzetta Ufficiale.

Smart NationNasce il Dipartimento per la Trasformazione Digitale
Vai all'articolo