Al MArTA di Taranto parte la sperimentazione del Li-Fi

No comments

Il Museo archeologico nazionale di Taranto, meglio conosciuto come Marta, avvia, per primo in Italia, la sperimentazione della tecnologia Li-Fi (Light Fidelity) per permettere ai visitatori di ricevere contenuti multimediali interattivi associati alle opere e fruire quindi di un’esperienza di visita museale quanto più coinvolgente possibile.

Tramite la trasmissione dei dati attraverso impulsi luminosi derivanti dalla luce a led e grazie alla geolocalizzazione delle informazioni e degli utenti, la soluzione proposta da Infratel consente l’erogazione dei contenuti direttamente sugli smartphone dei visitatori: il segnale Li-Fi, derivante dalla soluzione tecnologica Li-Fi G1, viene letto dalla fotocamera dello smartphone attraverso un’apposita app realizzata da Infratel Italia e disponibile per Android e iOS.

Inizialmente la nuova tecnologia è stata resa operativa su 25 opere e, con il consolidamento della sperimentazione, verrà portata a interfacciarsi con altre tecnologie come la realtà virtuale e la realtà aumentata per l’erogazione di esperienze immersive come puzzles e giochi che prendono spunto dalle opere e dai reperti presenti nel museo o ispirati dalla tradizione della città di Taranto.

smartnationAl MArTA di Taranto parte la sperimentazione del Li-Fi
Vai all'articolo

ENEA innova il monitoraggio delle dune costiere e dei fondali marini

No comments

ENEA, insieme a ISPRA, CNR e alla Scuola Universitaria Superiore IUSS di Pavia, scende in campo sfruttando le nuove tecnologie per garantire il monitoraggio delle dune costiere e dei fondali marini: grazie ad un sofisticato insieme di sensori ad alta risoluzione, algoritmi e tecnologie di telerilevamento, ENEA ha combinato tecniche di osservazione da remoto utilizzando sensori aerei ad alta risoluzione e iperspettrali con misure sul luogo.

I risultati dell’attività, pubblicati sulla rivista internazionale Remote Sensing, hanno permesso di scattare una fotografia delle aree sotto osservazione che ha permesso di rilevare l’importanza delle dune costiere nella difesa della costa dall’innalzamento del livello del mare con particolare riferimento al ruolo della vegetazione in grado di trattenere la sabbia.

Grazie a queste informazioni è possibile comprendere meglio quali debbano essere le attività di preservazione della struttura della vegetazione al fine di stimolare la conservazione delle coste italiane a rischio erosione con una ricaduta utile sull’economia del Paese.

Maggiori informazioni nel comunicato di ENEA.

smartnationENEA innova il monitoraggio delle dune costiere e dei fondali marini
Vai all'articolo

Colt e Open Fiber siglano un accordo per sostenere la connettività delle aziende italiane

No comments

Open Fiber e Colt Technology Services, multinazionale leader nelle soluzioni di connettività a banda ultra larga per aziende, hanno sottoscritto un accordo che permette a Colt di utilizzare la presenza della rete di Open Fiber per rendere più capillare la propria copertura.

In questo modo Colt potrà supportare meglio e con maggiore efficacia le imprese italiane espandendo così il proprio network che già oggi oltre 29.000 edifici e 900 data center nel mondo.

La nuova collaborazione faciliterà enormemente il collegamento tra sedi e filiali aziendali supportando le strategie di globalizzazione delle aziende italiane.

Maggiori dettagli nel comunicato stampa di Open Fiber.

smartnationColt e Open Fiber siglano un accordo per sostenere la connettività delle aziende italiane
Vai all'articolo

InnovUp, la nuova associazione che rappresenta l’ecosistema italiano dell’innovazione

No comments

Due realtà associative complementari rispettivamente Apsti, che riunisce 20 Parchi Scientifici e Tecnologici per un totale di 150 centri di ricerca ed oltre 3.500 imprese ospitate, e Italia Startup, che riunisce le startup e i soggetti che le sostengono per oltre 200 tra acceleratori e incubatori, hanno unito le forze.

Si è infatti realizzata la fusione fra i due soggetti che ha dato vita a InnovUp – Startup & Tech Italian Ecosystem, la nuova associazione dell’ecosistema italiano delle startup e dell’innovazione forte di un network che promuove oltre 3.000 realtà orbitanti nei settore innovativi.

InnovUp sorge per rappresentare la filiera italiana dell’innovazione, in Italia e all’Estero, con particolare e preminente interesse verso le giovani imprese innovative al primo stadio di sviluppo, soprattutto quelle createsi all’interno di università e centri di ricerca.

Fra gli obiettivi del nuovo soggetto c’è la riduzione della frammentazione del settore in una logica di rafforzamento della presenza territoriale e internazionale degli avamposti innovativi in coerenza con i dettati normativi che pongono l’innovazione fra i primi motori del rilancio dell’Italia.

Maggiori informazioni nel comunicato stampa.

smartnationInnovUp, la nuova associazione che rappresenta l’ecosistema italiano dell’innovazione
Vai all'articolo

Il Comune di Monopoli sigla l’accordo con Open Fiber per la nuova rete in fibra ottica

No comments

Il Comune di Monopoli sigla la convenzione con Open Fiber per avviare il cablaggio di 18mila unità immobiliari tramite una rete di telecomunicazioni interamente in fibra ottica che verrà realizzata nei prossimi 18 mesi.

Si tratta di un traguardo importante per uno dei più attivi porti dell’Adriatico che beneficerà enormemente di un’infrastruttura all’avanguardia in grado di garantire a cittadini e imprese un accesso al web ad altissima velocità grazie alle performance assicurate dalla rete in fibra ottica in modalità FTTH (Fiber To The Home) che raggiunge la velocità di 1 Gigabit al secondo.

L’avvio dei cantieri rispetterà la sostenibilità riducendo il più possibile l’impatto degli scavi riutilizzando, ove possibile, infrastrutture esistenti: su un totale dei 91 chilometri di rete previsti, ben 62 chilometri sono costituiti da impianti interrati o aerei già presenti sul territorio urbano.

Maggiori informazioni nel comunicato stampa di Open Fiber.

smartnationIl Comune di Monopoli sigla l’accordo con Open Fiber per la nuova rete in fibra ottica
Vai all'articolo

Il Comune di Cesena lancia la formazione online dedicata ai propri servizi digitali

No comments

Il Comune di Cesena ha deciso di organizzare una sessione formativa online dedicata ai propri servizi digitali e rivolta alla cittadinanza.

Lunedì 14 settembre alle ore 11 infatti sarà possibile seguire un workshop intitolato “Le modalità di accesso ai servizi online del Comune di Cesena” aperto ai cittadini che intendono utilizzare autonomamente i servizi online.

Gli argomenti trattati, oltre ai servizi digitali comunali, riguarderanno anche l’identità digitale SPID e CIE tramite l’app CIEid.

Per partecipare è sufficiente prenotarsi sull’apposito sito: sono previsti al massimo 50 posti.

L’iniziativa si incardina nel percorso di realizzazione dello Sportello Facile Digitale del Comune ideato per promuovere l’accesso ai servizi online offerti dalle PA: come nel caso di Casa Digitale, il servizio consiste in un punto fisico e virtuale di contatto ai cittadini per garantirne un’adeguata alfabetizzazione digitale istituito presso lo Sportello Facile (Piazzetta dei cesenati del 1377, 1).

smartnationIl Comune di Cesena lancia la formazione online dedicata ai propri servizi digitali
Vai all'articolo

Il Comune di Firenze registra un significativo aumento dell’erogazione di certificati online

No comments

I cittadini del Comune di Firenze sono particolarmente inclini ad utilizzare i servizi digitali comunali e in particolare quelli che permettono di ottenere le certificazioni.

Oltre il 60% del totale dei certificati emessi dagli uffici comunali nell’ultimo anno infatti sono stati erogati online: 70mila certificazioni stampate dall’utente senza doversi recare presso lo sportello anagrafe con un tasso di soddisfazione del servizio pari al 88%.

Questo ragguardevole risultato è stato possibile coinvolgendo 150 soggetti tra edicole, tabacchi, sindacati, patronati, ordini professionali e agenzie di assicurazione che hanno svolto il ruolo di intermediari per tutti quei cittadini che non potevano direttamente collegarsi alla piattaforma online del Comune.

Con questi numeri Firenze si proietta ai vertici nazionali per l’emissione di certificazioni online che consentono a cittadini, professionisti ed enti di risparmiare tempo e denaro in, ormai inutili, spostamenti.

Inutile sottolineare come la dematerializzazione del processo di emissione di certificazioni ha positivamente pesato nella gestione delle problematiche derivanti dal periodo emergenziale dovuto alla pandemia da COVID-19.

Si conferma inoltre la bontà dell’intuizione dell’Amministrazione nell’aver individuato, nel 2017, un pacchetto di misure a sostegno delle edicole per la loro trasformazione in punti anagrafici decentrali per il rilascio di un’ampia serie di certificazioni.

smartnationIl Comune di Firenze registra un significativo aumento dell’erogazione di certificati online
Vai all'articolo

Learn ON in Italy, Huawei lancia un nuovo programma gratuito di formazione digitale

No comments

Huawei lancia in Italia l’iniziativa Learn ON in Italy, un programma di corsi online gratuiti in grado di offrire a possibilità di acquisire competenze digitali su varie tematiche come intelligenza artificiale, 5G, cloud computing, IoT e Big Data.

Il programma formativo prevede una serie di sessioni formative al termine delle quali verrà rilasciata la certificazione HCIA (Huawei Certified ICT Associate) riconosciuta a livello globale a testimonianza della bontà della formazione erogata e della serietà con cui la multinazionale cinese sta cercando di diffondere skill digitali nel nostro Paese.

Per una maggiore efficienza del percorso, il programma di Huawei si inserisce nel perimetro di collaborazioni con 15 università al mondo mettendo in campo programmi di training come Seeds for the Future e Huawei ICT Academy.

L’iniziativa Learn ON in Italy è stata annunciata su quattro grandi fasi successive: corsi online di auto apprendimento, live Webinar per la preparazione all’esame, test preliminari per ottenere il voucher di ammissione all’esame finale ed esame online per conseguire la Certificazione HCIA.

Maggiori informazioni a proposito di Learn ON in Italy sono consultabili sul sito ufficiale messo online da Huawei per l’iniziativa.

smartnationLearn ON in Italy, Huawei lancia un nuovo programma gratuito di formazione digitale
Vai all'articolo

CIE, al via l’accesso ai servizi digitali della PA

No comments

Da oggi la PA italiana è accessibile online tramite la carta d’identità elettronica (CIE): tutti i cittadini italiani dotati di questa tipologia di documento d’identità possono infatti usufruire direttamente da casa dei servizi digitali erogati dalla Pubblica Amministrazione.

Fra i servizi accessibili vi sono ovviamente quelli offerti dal portale dell’INPS o il fascicolo sanitario elettronico (FSE) che consente alla popolazione di interagire con la sanità tramite il digitale.

Anche le PA locali, come Regioni e Comuni, consentono dai rispettivi portali di interagire con svariati servizi.

L’abilitazione della CIE a strumento di autenticazione è un’azione di cui si è spesso parlato ma che tardava a venire alla luce: probabilmente in seguito all’emergenza sanitaria del COVID-19 il Governo ha deciso di accelerare le modalità con cui i cittadini potessero interfacciarsi con la PA proprio in virtù della centralità che stanno assumendo i servizi digitali.

Il Poligrafico e Zecca dello Stato in una nota ha quindi spiegato l’innovazione che aggiunge questa nuova modalità di identificazione a quelle esistenti, SPID compreso.

Il cittadino potrà quindi cliccare, nei vari siti della PA, sull’opzione “Entra con CIE” utilizzando esclusivamente lo smartphone e l’applicazione CIE ID: tale modalità è operativa attualmente solo con i telefoni con sistema operativo Android e a breve sarà estesa anche ai sistemi iOS.

smartnationCIE, al via l’accesso ai servizi digitali della PA
Vai all'articolo

Sanità digitale, al via la piattaforma NRE per la dematerializzazione delle ricette mediche

No comments

Molte regioni di tutta Italia, tra cui la Toscana, la Ligura, la Valle d’Aosta e le Marche, hanno avviato oggi un nuovo servizio digitale per consentire ai pazienti di ottenere da remoto le ricette di cui necessitano direttamente dal proprio medico o pediatra di famiglia: si chiama NRE, acronimo per Numero Ricetta Elettronica, e interviene a supporto di tutti coloro che non possono recarsi fisicamente, per un qualsivoglia motivo, dal proprio medico curante.

Con la sola disponibilità di un telefonino, i medici, su richiesta dei propri pazienti e dopo aver verificato la situazione del richiedente, possono interfacciarsi con la nuova piattaforma regionale che consente di inviare tramite SMS, e-mail o WhatsApp al proprio assistito la ricetta in formato digitale.

La piattaforma NRE infatti permette al medico di provvedere a prescrivere la ricetta e salvarla nel proprio dispositivo, la piattaforma regionale si occuperà di recapitarla tramite messaggio al paziente a seconda del sistema ricevente prescelto.

Si sstima che nei prossimi giorni il nuovo sistema arriverà a servire le esigenze di circa 25 milioni di cittadini italiani non appena i vari programmi utilizzati da medici di famiglia e pediatri verranno resi compatibili con il servizio NRE.

La piena dematerializzazione del ritiro della ricetta è l’espressione di come l’uso intelligente della tecnologia e dell’innovazione possa migliorare la qualità della vita dei cittadini.

smartnationSanità digitale, al via la piattaforma NRE per la dematerializzazione delle ricette mediche
Vai all'articolo