A Firenze il biglietto del bus è pagabile tramite modalità contactless

No comments

Firenze introduce un’innovazione nel pagamento del biglietto di trasporto: non si usa il contante né un biglietto cartaceo, è sufficiente avvicinare la carta di credito al dispositivo contactless presente a bordo.

La nuova modalità è stata implementata sulla base dei risultati della ricerca The Future of Transportation condotta da Visa in collaborazione con la Stanford University da cui emerge che l’uso medio dei mezzi pubblici aumenterebbe del 27% se fosse più semplice pagare il biglietto.

Proprio per questo motivo il Comune di Firenze ha voluto trovare una soluzione per consentire di spostarsi in città senza contanti e senza dover acquistare un tagliando cartaceo.

Il pagamento in modalità contactless è istantaneo e sicuro: è possibile tanto con la carta di credito quanto con i dispositivi abilitati come gateway di pagamento, fra cui smartphone e smartwatch.

La piattaforma utilizzata si basa sul circuito Visa ed è originata dalla collaborazione tra Busitalia (Gruppo FS Italiane) e ATAF (Azienda Trasporti dell’Area Fiorentina): il servizio è attivo sulla flotta di 355 bus in circolazione nelle strade del capoluogo toscano così come sui mezzi Volainbus e The Mall.

Smart NationA Firenze il biglietto del bus è pagabile tramite modalità contactless
Vai all'articolo

ENEA punta sui droni per il monitoraggio e la sicurezza dello spazio aereo

No comments

ENEA, insieme al Distretto Aerospaziale di Brindisi e grazie al supporto del MIUR, avvia il progetto RPASinAir che consiste in un sistema in grado di individuare elementi di rischio e sollecitare le opportune procedure di prevenzione in relazione al traffico e allo spazio aereo.

Grazie all’uso di un sofisticato sistema che coinvolge droni e sensori innovativi, il progetto è in grado di monitorare la sicurezza dello spazio aereo e fornire modelli previsionali della qualità dell’aria.

Tramite i dati raccolti dai sensori sui droni infatti è possibile sviluppare un modello per la gestione del traffico aereo in grado di individuare elementi di rischio e sollecitare le opportune procedure di prevenzione, mitigazione e gestione delle emergenze fra cui alluvioni, slavine, terremoti o incidenti industriali.

La sede per testare il progetto è stata identificata presso l’aeroporto di Grottaglie (Taranto) destinato a diventare un laboratorio per la simulazione delle operazioni prima della loro sperimentazione nello spazio aereo.

Il progetto RPASinAir è destinato a catalizzare nuove iniziative di ricerca e sviluppo a beneficio dell’intero sistema di ricerca pubblico-privato pugliese e nazionale.

Oltre ad ENEA partecipano al progetto Cnr, Infn, Università e Politecnico di Bari, Università di Enna e aziende leader del settore aerospaziale quali Leonardo, Vitrociset, Telespazio, Planetek, Enginsoft, Enav e Aeroporti di Puglia.

Smart NationENEA punta sui droni per il monitoraggio e la sicurezza dello spazio aereo
Vai all'articolo

Il Comune di Taranto accelera la dematerializzazione del pagamento per il trasporto pubblico e per la sosta

No comments

Il Comune di Taranto, in collaborazione con Amat, si appresta a varare nuove modalità di pagamento per il trasporto pubblico e per la sosta con lo scopo di facilitare l’utenza nei trasferimenti in città.

L’Amministrazione tarantina infatti vuole eliminare progressivamente e con gradualità l’uso cartaceo di biglietti e abbonamenti per il trasporto e la sosta: per farlo ricorre alle soluzioni digitali affinché sia semplice per il consumatore adottare nuovi sistemi di acquisto per le varie forme di ticket e abbonamenti esistenti.

Ad oggi per pagare la sosta e i biglietti dei bus sono disponibili la app Mycicero, i rivenditori, l’ufficio commerciale dell’Amat e la rete dei parcometri.

Sono però in corso di introduzione nuove modalità per allargare la platea degli utilizzatori anche grazie a nuove applicazioni che contempleranno anche la dematerializzazione dei titoli di viaggio utilizzabili anche per le idrovie.

Nelle prossime settimane verrà infine implementato, sul nuovo sito di Amat, il travel planner attraverso cui pianificare visivamente i propri spostamenti compreso il tracciato del percorso, le linee bus da utilizzare, la distanza da percorrere con le fermate situate lungo l’itinerario e i relativi tempi di percorrenza.

Smart NationIl Comune di Taranto accelera la dematerializzazione del pagamento per il trasporto pubblico e per la sosta
Vai all'articolo

Google Earth celebra i 50 anni dall’allunaggio

No comments

In occasione del cinquantesimo anniversario dallo sbarco sulla Luna, avvenuto il 20 luglio 1969 con la missione Apollo 11, Google ha predisposto una serie di novità tramite la propria piattaforma Google Earth.

L’obiettivo è quello di far rivivere la storica missione, ripercorrendone i momenti salienti, attraverso una serie di animazioni della Luna e di Marte ma anche tramite una presentazione animata con cui scoprire alcuni dei retroscena di Apollo 11.

Google Earth infatti permette di illustrare gli eventi e delle tappe che hanno permesso la riuscita della missione: dal discorso di John F. Kennedy fino alle fasi dell’allunaggio da parte di Neil Armstrong.

La presentazione ovviamente propone scatti satellitari e immagini virtuali della Luna e della Terra insieme ad una panoramica dei progetti della Nasa: le foto sono esplorabili in 3D ed è presente del materiale che ricostruisce inoltre le imprese di dieci degli astronauti che hanno scritto la storia dell’esplorazione spaziale a partire dai successi del russo di Yuri Gagarin.

Smart NationGoogle Earth celebra i 50 anni dall’allunaggio
Vai all'articolo

Il Comune di Castellabate integra la piattaforma PagoPA

No comments

Per consentire ai cittadini una più agevole procedura per effettuare i pagamenti online relativi ad imposte e servizi verso la Pubblica Amministrazione il Comune di Castellabate ha introdotto ufficialmente da oggi il sistema PagoPA.

La piattaforma riveste un ruolo cardine nel programma di digitalizzazione del Paese perché i pagamenti rappresentano una delle più delicate e strategiche direttrici che coinvolgono il rapporto fra cittadini e PA: a tale proposito PagoPA è a tutti gli effetti una soluzione trasparente e sicura che rende più semplici i versamenti verso la PA.

Il nuovo servizio viene introdotto a Castellabate attraverso la tecnologia offerta dal Gruppo Bancario Cooperativo Iccrea in sinergia con la Bcc di Buccino e dei Comuni Cilentani.

PagoPA è una modalità standardizzata di pagamento utilizzabile tramite diversi strumenti e canali: è accessibile dal sito del Comune ma anche attraverso sportelli fisici e virtuali messi a disposizione dai cosiddetti Prestatori di Servizi di Pagamento (PSP).

Nel caso del Comune di Castellabate il servizio è disponibile per effettuare pagamenti per servizi come la TARI o il canone per le lampade votive.

Smart NationIl Comune di Castellabate integra la piattaforma PagoPA
Vai all'articolo

StorySign, l’app per i bambini non udenti espande il proprio catalogo di libri

No comments

Huawei annuncia oggi la disponibilità in Italia di due nuovi contenuti per la libreria di StorySign, l’app che ricorre all’intelligenza artificiale per consentire ai bambini non udenti un’esperienza di lettura semplificata.

Imparare a leggere per un bambino sordo infatti può essere più difficoltoso rispetto ad un bambino normodotato: la difficoltà risiede nella corrispondenza tra i suoni e i grafemi di questi suoni.

Ed è qui che interviene StorySign grazie ad uno speciale sistema di traduzione in tempo reale che permette di convertire i libri nel linguaggio dei segni.

Tutte le storie dei libri presenti su StorySign sono raccontate da un avatar animato: per utilizzare StorySign basta inquadrare con il dispositivo il libro desiderato perché l’avatar cominci a tradurre in lingua dei segni le pagine.

Disponibile in 11 lingue dei segni differenti, fra cui l’italiano, StorySign mette a disposizione da oggi due nuovi titoli: Questo (non) è un leone di Ed Vere e Il tuo amico Spotty di Eric Hill si aggiungono a Tre Piccoli Coniglietti di Beatrix Potter.

Con circa 32 milioni al mondo di bambini sordi nati prevalentemente da genitori udenti, Huawei cerca di aiutare l’integrazione dei piccoli non udenti anche in relazione al fatto che nel 48% dei casi i genitori non ha alcuna conoscenza della lingua dei segni e che un bambino sordo impiega poco meno del doppio di un bambino udente per completare una lettura con i propri genitori.

Inoltre Huawei per contribuire ulteriormente ad aiutare la comunità sorda ha effettuato una donazione di 500.000 dollari per sostenere numerosi progetti che avranno un impatto concreto sulla comunità.

Di StorySign avevamo già parlato al momento del suo lancio.

Smart NationStorySign, l’app per i bambini non udenti espande il proprio catalogo di libri
Vai all'articolo

Il Comune di Jesolo adotta il digitale per certificare la proprietà della biciclette

No comments

Le statistiche sono impietose: si calcola che ad oggi venga effettuato un furto di bicicletta ogni trenta secondi e questo è tanto più grave quanto la società tende ad abbracciare sempre più consapevolmente sistemi di mobilità integrata e alternativa che facciano ampio ricorso alle due ruote ecologiche.

Per questo motivo alcuni Comuni come Rimini e Cortina d’Ampezzo hanno abbracciato soluzioni digitali in grado di aiutare i cittadini a tutelare il proprio mezzo di trasporto tramite un sistema che consente, in pochi clic, di certificare la proprietà della propria bici.

La due ruote entra quindi a far parte di un registro digitale che ha la comodità di poter consentire il riconoscimento su tutto il territorio, comunale e nazionale in relazione all’infausta eventualità che venga sottratta al legittimo proprietario.

Il sistema si chiama Bikebee e i Comuni aderenti possono contare su un sito responsive e una app per Android e iOS che il Comune può personalizzare con le proprie informazioni.

Smart NationIl Comune di Jesolo adotta il digitale per certificare la proprietà della biciclette
Vai all'articolo

A2A Energia adotta Plick come soluzione digitale per le operazioni di rimborso

No comments

A2A Energia ha inserito fra i servizi dedicati ai propri clienti un’innovazione che consente di ottenere i rimborsi direttamente sul conto corrente tramite cellulare o indirizzo e-mail senza la necessità di installare alcuna applicazione e senza domiciliazione bancaria.

Tramite Plick, un servizio digitale integrato grazie ad una collaborazione con UniCredit, il cliente che deve ottenere un rimborso può, in pochi passaggi, trasformare una nota di credito in un bonifico diretto su conto corrente: lo strumento digitale infatti consente alle aziende di disporre i pagamenti destinati a un grande numero di soggetti lasciando al beneficiario la scelta del conto su cui essere accreditato e potendo raggiungere un qualunque beneficiario in Area SEPA.

Per riscuotere un credito da A2A Energia è quindi sufficiente accedere all’Area Clienti del sito, selezionare Plick come modalità di rimborso e scegliere il contatto preferito tra indirizzo e-mail e numero di cellulare.

Il cliente riceverà un messaggio con alcune semplici indicazioni per completare la procedura di rimborso che sarà accreditato con la prima data valuta utile, senza doversi recare in banca.   

Smart NationA2A Energia adotta Plick come soluzione digitale per le operazioni di rimborso
Vai all'articolo

Amazon Prime Day, al via la due giorni di offerte

No comments

Le offerte di Amazon riservate ai clienti Amazon Prime sono di nuovo attive per l’Amazon Prime Day che in realtà dura due giorni.

Si tratta di un periodo promozionale in cui Amazon propone ai propri affezionati clienti abbonati al servizio Amazon Prime una serie di offerte che risultano particolarmente appetibili al punto da innescare dei veri e propri record giornalieri di vendite sul proprio e-commerce.

Le offerte riguardano tutti i principali settori merceologici con scontistiche davvero appetibili e variabili nella due giorni.

Alcune sono disponibili fino alla fine di domani mentre altre valgono solo per oggi, lunedì: di queste alcune andranno avanti per tutto il giorno, altre solo per qualche ora, con la possibilità che i prodotti scontati vadano velocemente ad esaurirsi.

Per poter approfittare delle offerte dedicate è possibile utilizzare un servizio di notifica ideato appositamente per rendere all’utente la vita più semplice: è sufficiente scaricare Amazon Assistant che invia notifiche direttamente sul browser del PC o alternativamente scaricare l’app di Amazon.

smartnationAmazon Prime Day, al via la due giorni di offerte
Vai all'articolo

A Casere di Predoi la prima casa a idrogeno a emissioni zero

No comments

Una casa totalmente a emissioni zero grazie ad un avanzatissimo sistema di produzione energetica che permette di illuminare e scaldare l’abitazione grazie ad una piattaforma turbina-idrogeno: questa è l’interessante prototipo inaugurato in Valle Aurina a Casere di Predoi, nell’area dell’Alto Adige.

Si tratta di un progetto di ricerca che è stato inaugurato in un ambiente che ha sicuramente delle difficoltà in termine di posizione climatica, essendo la Valle Aurina una delle più remote della provincia di Bolzano, ma che per questo rappresenta un eccellente test per garantire la replicabilità di un esperimento che consenta di guardare con lungimiranza alla casa del futuro perfettamente autosufficiente sul piano energetico.

Il funzionamento del sistema prevede che l’energia prodotta da una turbina idraulica, collegata ad un flusso di acqua corrente, venga trasformata in idrogeno tramite elettrolisi e l’idrogeno ottenuto venga immagazzinato in polvere di metallo per poi essere eventualmente riconvertito, secondo necessità, in elettricità attraverso una cella a combustione.

Infatti, quando la portata del fiume che normalmente alimenta la turbina cala, la produzione energetica calerebbe se non fosse che, attraverso questa innovazione, lo stoccaggio dell’idrogeno permette di mantenere i livelli elevati.

L’abitazione affonda le sue radici storiche al 1600 ed è costruita in legno di larice e pietra: al tempo ospitava gli uomini che lavoravano nella vicina miniera di rame di Casere.

Smart NationA Casere di Predoi la prima casa a idrogeno a emissioni zero
Vai all'articolo