Il Comune di Noventa Vicentina digitalizza le operazioni del Consiglio Comunale

No comments

Il Comune di Noventa Vicentina punta a semplificare l’accessibilità dei lavori del Consiglio Comunale da parte dei cittadini e anche ad efficientare le attività connesse alla tenuta dei Consigli Comunali e delle Commissioni come la gestione documentale completa, la trascrizione automatica del verbale e le votazioni elettroniche con rilevamento automatico del quorum.

Per farlo, l’Amministrazione ha avviato la digitalizzazione dell’Aula e il rinnovo di tutta la dotazione tecnica con una nuova piattaforma in cloud.

Tale soluzione consentirà, nel caso, di tenere i Consigli Comunali in modalità ibrida consentendo ai Consiglieri e alla Giunta di poter partecipare sia da remoto che in presenza.

Le sedute, accessibili online in diretta, sono poi salvate e raccolte in un archivio digitale navigabile che permette di rivedere quanto accaduto.

Maggiori informazioni sul sito del Comune di Noventa Vicentina.

Smart NationIl Comune di Noventa Vicentina digitalizza le operazioni del Consiglio Comunale
Vai all'articolo

Ad Arzignano arriva la fibra ottica di Open Fiber

No comments

La fibra ottica di Open Fiber arriva ad Arzignano, in provincia di Vicenza: si tratta di un’importante conquista della città che vedrà progressivamente estendersi fino a collegare circa 9mila unità immobiliari con una velocità di connessione fino a 10 Gigabit per secondo grazie alla rete in modalità FTTH.

L’infrastruttura sarà resa possibile da un investimento di circa 4 milioni di euro e si svilupperà per oltre 125 chilometri pari a circa 5mila km di fibra ottica da posare: gli interventi di cablaggio, disciplinati dalla convenzione siglata tra il Comune di Arzignano e Open Fiber, riutilizzeranno per quanto possibile reti e strutture esistenti mentre, ove sia necessario effettuare scavi, saranno privilegiate modalità a basso impatto ambientale come il ricorso alla minitrincea.

La nuova rete in modalità FTTH darà ai cittadini di Arzignano maggiori opportunità di accedere ai servizi digitali disponibili online migliorando la possibilità di lavorare e studiare da casa ma anche offrendo maggiori opportunità di ampliare i servizi avanzati offerti dalla Pubblica Amministrazione e quelli di cui le imprese del territorio potrebbero avere bisogno.

Open Fiber non venderà direttamente i servizi in fibra ottica direttamente al cliente finale ma ad una rete di operatori che, a loro volta, si occuperanno di commercializzarli al dettaglio.

Maggiori informazioni nel comunicato di Open Fiber.

Smart NationAd Arzignano arriva la fibra ottica di Open Fiber
Vai all'articolo

Il Comune di Roma lancia il censimento digitale del patrimonio pubblico

No comments

Con l’accordo tra Roma Capitale e Fondazione IFEL-ANCI, Istituto per la Finanza e l’Economia Locale, il Comune di Roma ha approvato il piano operativo per effettuare il censimento del patrimonio immobiliare capitolino con una puntuale ricognizione dei beni e garantendo una mappatura digitale che sia accessibile da parte dei cittadini e di chiunque fosse intenzionato a fruire di queste informazioni.

L’iniziativa è un’occasione unica per conoscere e organizzare la totalità dei beni di Roma con un volano di opportunità e benefici per le amministrazioni locali e per tutti gli stakeholder.

Contestualmente verrà pianificata anche una revisione delle procedure e delle modalità operative con cui gli uffici effettuano le proprie attività ordinarie nell’interesse della popolazione con un migliore efficientamento dei processi.

Maggiori informazioni nel comunicato di Roma Capitale.

Smart NationIl Comune di Roma lancia il censimento digitale del patrimonio pubblico
Vai all'articolo

Nonni Tecnologici, il Comune di Chieti punta sull’alfabetizzazione digitale per over 60

No comments

Il Comune di Chieti ha aderito alla possibilità di avviare un corso gratuito di alfabetizzazione digitale per contribuire a creare pari opportunità di accesso a informazioni.

Nonni Tecnologici, questo il nome del percorso formativo, è stato proposto nell’ambito associazionistico culturale con l’obiettivo di dare ai cittadini da 60 anni in su la possibilità di colmare il divario digitale per competenze possedute che possono ostacolare l’accesso al mondo della tecnologia e alle opportunità che offre.

Il corso è destinato a un massimo di 40 persone e prevede otto lezioni, della durata di un’ora e mezza, attraverso cui i partecipanti possano comprendere il mondo digitale e le sue multiformi evoluzioni acquisendo capacità di utilizzo dei dispositivi attraverso un linguaggio semplice ed esercizi pratici.

Semplicità e praticità sono due aspetti chiave per colmare il divario digitale che separa le generazioni dei cittadini residenti sul territorio teatino e perseguire una necessaria eguaglianza culturale digitale che determina una piena inclusione sociale degli individui con nuove prospettive di contatto e di socializzazione che incidono positivamente sulla qualità della vita e delle relazioni.

In coerenza con questa nuova iniziativa, verrà lanciato a breve anche uno sportello unico digitale per il cittadino tramite cui i residenti potranno interfacciarsi con i servizi erogati dall’Ente.

Maggiori informazioni nel comunicato del Comune di Chieti.

Smart NationNonni Tecnologici, il Comune di Chieti punta sull’alfabetizzazione digitale per over 60
Vai all'articolo

Aumenta l’utilizzo dei servizi digitali del Comune di Rimini

No comments

I servizi digitali del Comune di Rimini segnano un record per quanto riguarda l’utilizzo da parte della cittadinanza: dopo una prima fase di sperimentazione che ha visto l’introduzione di diverse opportunità per quanto riguarda la dematerializzazione dei servizi, il trend di ricorso ai servizi online da parte della comunità continua a crescere.

In particolare la procedura di cambio di residenza online del Comune di Rimini, accessibile tramite SPID o CIE, che permette di effettuare la richiesta di cambio residenza direttamente tramite pc o smartphone, ha registrato più della metà delle istanze totali riconducibili al Comune di Rimini nei primi 7 mesi dell’anno: su 4.440 istanze totali, 2.305 sono state infatti effettuate online.

Anche le certificazioni online, supportate dalla piattaforma ANPR, segnano numeri di tutto rispetto con 19.975 certificati erogati.

I risultati testimoniamo un sostanziale salto di qualità dei servizi per i cittadini in coerenza con il processo di transizione digitale innescato e perseguito dal Comune di Rimini per semplificare il rapporto fra popolazione e Pubblica Amministrazione.

Il digitale non è ancora l’unico modo per fruire dei servizi comunali: l’accesso è garantito ancora in modalità multicanale.

Le pratiche possono essere presentate online collegandosi al portale del Comune di Rimini, oppure presso gli uffici comunali anche previa prenotazione per evitare la coda.

Tuttavia, grazie all’affiancamento dei servizi digitali e al loro crescente ricorso da parte dei cittadini, i tempi di attesa per prenotare un appuntamento si sono ridotti in modo significativo: basti pensare che per richiedere la carta di identità elettronica ora è sufficiente attendere un paio di giorni contro gli oltre 60 dell’anno scorso.

Maggiori informazioni nel comunicato del Comune di Rimini.

Smart NationAumenta l’utilizzo dei servizi digitali del Comune di Rimini
Vai all'articolo

Il Comune di Bitonto attiva due sportelli di facilitazione digitale

No comments

Il Comune di Bitonto ha attivato presso la sede del Palazzo di Città nella sede dell’Ufficio di Piano alcuni sportelli di facilitazione digitale destinati ai cittadini.

Gli sportelli, presidiati dai volontari del Servizio Civile Digitale, sono a disposizione della popolazione per la registrazione delle credenziali SPID, l’identità digitale che permette ai cittadini di interagire con la Pubblica Amministrazione, e per il supporto nell’uso della tecnologia come per esempio l’accesso e l’uso della piattaforma Puglia Salute o ancora dello sportello telematico per i servizi online del Comune di Bitonto.

Fra i servizi erogati vi è il supporto per la compilazione di domande per ottenere contributi comunali in modalità digitale come il buono libro o caregiver ma anche per la procedura di scelta e revoca del medico curante, nonché per la richiesta di certificazioni anagrafiche sul portale dell’ANPR, ossia l’Anagrafe Nazionale della Popolazione Residente.

Gli sportelli facilitazione digitale sono aperti dal lunedì al venerdì dalle ore 9.30 alle ore 12.30 e il giovedì pomeriggio dalle ore 16 alle ore 18: gli accessi avvengono solo su prenotazione ai numeri 0803716104 per lo sportello Palazzo di Città e 3371050649 per lo sportello all’Ufficio di Piano, quest’ultimo usabile anche tramite WhatsApp.

Contestualmente, nella sede del Servizio Demografico, è stata resa operativa una postazione per effettuare la prenotazione dell’appuntamento per il rilascio della CIE, ossia la carta d’identità elettronica, direttamente sulla piattaforma dedicata del Ministero dell’Interno: la postazione è attiva dalle ore 8.30 alle ore 11.30 dal lunedì al venerdì.

Maggiori dettagli nel comunicato del Comune di Bitonto.

Smart NationIl Comune di Bitonto attiva due sportelli di facilitazione digitale
Vai all'articolo

Open Pompeii, online l’archivio digitale del Parco Archeologico di Pompei

No comments

Il Parco archeologico di Pompei digitalizza il proprio immenso patrimonio di dati raccolti nel corso degli anni: è stato infatti pubblicato Open Pompeii, l’archivio digitale delle informazioni con la possibilità da parte di studiosi e semplici cittadini di attingere, interagire e integrare i dati contenuti.

Open Pompeii rappresenta una rivoluzione informatica per il Parco in quanto consente una piena accessibilità ai dati relativi al patrimonio archeologico a visitatori, studiosi, operatori turistici e guide: online si possono quindi recuperare informazioni, immagini e video su ciascuna struttura archeologica ma anche reperti e affreschi corredati delle informazioni di provenienza, dislocazione nonché annotazioni storiche e bibliografiche per una più agevole fruizione e contestualizzazione.

Il sistema digitale di Open Pompeii rappresenta un’immensa banca dati di documenti e informazioni che il Ministero della Cultura sta restituendo alla popolazione in armonia con le linee strategiche che interessano tutti i luoghi della cultura statali nell’ottica della piena accessibilità e del miglioramento della tutela e della conoscenza del patrimonio archeologico e culturale.

Open Pompeii è accessibile da qualsiasi dispositivo tramite la piattaforma web oppure tramite l’app My Pompeii che funge anche da audioguida e consente al visitatore di interagire con il Parco: l’app permette di inviare segnalazioni nel corso della visita e ricevere feedback in tempo reale.

Tutte le informazioni consultabili sono facilmente ottenibili grazie ad un’interfaccia semplice e intuitiva basata su una mappa corredata di vari livelli informativi che consentono di muoversi regioni, insule, unità catastali e vani.

A corredo vi è anche un motore di ricerca tramite cui ricercare le informazioni desiderate circa unità catastali o reperti archeologici.

Il progetto è stato reso possibile dall’impegno del Ministero della Cultura e dalla collaborazione con il Consorzio CINI, la Scuola IMT Alti Studi Lucca e il Gran Sasso Science Institute dell’Aquila.

Maggiori informazioni sul sito di Open Pompeii.

Smart NationOpen Pompeii, online l’archivio digitale del Parco Archeologico di Pompei
Vai all'articolo

MISANODAMARE, il Comune di Misano Adriatico lancia l’app dedicata al lungomare

No comments

Un’app dedicata a promuovere un itinerario turistico, che si sviluppa sul lungomare da Piazzale Roma fino al porto turistico di Portoverde: questa è MISANODAMARE, la nuova applicazione che il Comune di Misano Adriatico ha lanciato per pubblicizzare la bellezza del proprio territorio e le tradizioni della marineria.

L’itinerario, suddiviso in otto tappe, è accompagnato da una cartellonistica che invita cittadini e turisti ad accedere all’app del progetto tramite cui approfondire vari aspetti del patrimonio storico, culturale e ambientale del Comune di Misano Adriatico.

Lo sviluppo del percorso è stato realizzato in armonia con il progetto finanziato nel piano d’azione FLAG Costa dell’Emilia-Romagna finalizzato alla creazione di luoghi e opportunità che richiamino la cultura delle marinerie ed è sostenuto dall’Unione Europea, dal Ministero delle Politiche agricole alimentari e forestali, dal Fondo Europeo per gli Affari Marittimi e la Pesca e dalla Regione Emilia-Romagna.

Maggiori dettagli nel comunicato del Comune di Misano Adriatico.

Smart NationMISANODAMARE, il Comune di Misano Adriatico lancia l’app dedicata al lungomare
Vai all'articolo

Biblioteca Digitale Siena, online la piattaforma digitale della biblioteca comunale degli Intronati

No comments

I cittadini del Comune di Siena possono usufruire di un nuovo servizio digitale: è online infatti la piattaforma digitale della Biblioteca comunale degli Intronati di Siena.

La Biblioteca Digitale Siena, questo il nome del sistema elettronico, garantisce l’accesso a migliaia di documenti tra manoscritti, testi a stampa, periodici, disegni e stampe che appartengono all’antico patrimonio culturale della biblioteca senese.

Oltre ad essere un luogo di pubblicazione delle collezioni digitalizzate con un lavoro certosino da parte degli operatori, la nuova piattaforma bibliotecaria permette anche di condividere i dati e interoperare con essi grazie al protocollo internazionale IIIF (International Image Interoperability Framework) che realizza un ambiente digitale collaborativo idoneo ad usufruire di immagini in altissima risoluzione corredandole di note e potendole comparare con i materiali di collezioni e biblioteche di tutto il mondo che impiegano il medesimo standard.

I contenuti presenti nella Biblioteca Digitale Siena saranno costantemente aggiornati con nuove acquisizioni e offriranno percorsi di approfondimento e collaborazioni con Enti e istituzioni culturali nazionali e internazionali.

Maggiori dettagli nel comunicato stampa del Comune di Siena e nell’articolo di Siena Comunica.

Smart NationBiblioteca Digitale Siena, online la piattaforma digitale della biblioteca comunale degli Intronati
Vai all'articolo

INPS, al via la sperimentazione della delega digitale

No comments

L’INPS viene incontro alle richieste dei cittadini che desiderano gestire le deleghe dell’identità digitale senza essere costretti a recarsi presso le sedi dell’Istituto sul territorio e senza che il delegante abbia bisogno di un’identità digitale come SPID, CIE o CNS.

A tale proposito l’Ente avvia in fase di sperimentazione la nuova modalità di conferimento della delega digitale da remoto attraverso il riconoscimento dell’identità del delegante tramite videochiamata: non è quindi più necessario l’accesso fisico in sede.

La procedura informatica, già disponibile sul sito dell’INPS, permette di inoltrare la richiesta e ricevere una conferma della prenotazione nonché un avviso nell’area riservata MyINPS recante i dettagli della prenotazione, le indicazioni sulle modalità di svolgimento del contatto e il collegamento da attivare all’orario prescelto.

Tramite SMS verrà fornito all’utente un codice da inserire al momento dell’avvio della videochiamata a cui parteciperà un funzionario INPS per ratificare l’identità del delegante e raccogliere elettronicamente la modulistica prevista fra cui i documenti di identità che dovranno essere esibiti in originale.

Lo sportello telematico sarà operativo in via sperimentale nelle giornate di martedì e giovedì, per 3 ore al giorno dalle 9 alle 12: per accedere è necessario essere in possesso di un dispositivo connesso a internet e munito di videocamera, microfono ed eventuali cuffie o altoparlanti.

Maggiori dettagli nel messaggio presente sul sito dell’INPS.

Smart NationINPS, al via la sperimentazione della delega digitale
Vai all'articolo