Google Maps implementa la chat con le attività commerciali

No comments

Google ha introdotto una nuova interessante funzionalità per arricchire il proprio ecosistema Google Maps attraverso Google My Business: è infatti in corso di distribuzione l’aggiornamento che implementa una chata utilizzabile per avviare conversazioni con le attività commerciali presenti.

La possibilità di contattare le attività commerciali presenti in Google Maps era stata aggiunta l’anno scorso tramite apposita funzione che è stata ora evoluta nell’opzione Messaggi al fine di raggruppare tutte le conversazioni con le attività che hanno abilitato la funzione: la notizia è stata data dal blog ufficiale di Google Maps.

La funzione messaggi di Google Maps come centro di azione

Tramite i messaggi è possibile non solo richiedere informazioni sui prodotti e servizi trattati dall’attività che li riceve ma anche effettuare degli ordini.
Per poter essere contattato, un esercizio commerciale presente su Google Maps deve abilitare l’opzione dall’interfaccia di Google My Business di Google e sarà accessibile agli utenti mobile attraverso il menù laterale dell’app Android o iOS di Google Maps o dalla ricerca web.

Smart NationGoogle Maps implementa la chat con le attività commerciali
Vai all'articolo

Il Comune di Empoli entra in ANPR

No comments

Un tassello importante verso la digitalizzazione della PA è l’adesione da parte dei Comuni ad ANPR, il sistema digitale che unifica gli uffici anagrafici locali in quella che è l’Anagrafe Nazionale della Popolazione Residente.

Si tratta di uno dei capisaldi della trasformazione digitale della PA a cui aderisce ora anche il Comune di Empoli.

Tra oggi e domani infatti, dopo i capoluoghi Firenze, Lucca e Pisa, tocca al Comune di Empoli accedere all’anagrafe digitale: così facendo il Comune si adegua all’Agenda Digitale nazionale ponendo al tempo stesso le basi per la progettazione del fascicolo del cittadino, una cartella digitale dove gli abitanti troveranno i propri documenti personali.

ANPR rappresenta le fondamenta della trasformazione digitale della PA

Tutte le possibili e successive innovazioni infatti richiedono un database a livello nazionale per superare il modello decentrato che porta eterogeneità nei servizi e tempistiche più lunghe nella loro erogazione; con ANPR infatti le Amministrazioni possono dialogare in maniera efficiente tra di loro condividendo una fonte unica e certa per i dati dei cittadini.

Durante la migrazione ci si aspetta un rallentamento nei servizi a carico degli sportelli URP (servizio anagrafico), anagrafe e stato civile: nei prossimi giorni tutto tornerà alla normalità.

I vantaggi dell’adozione di ANPR sono molteplici: da una più celere richiesta e lavorazione dei certificati anagrafici ad un più semplice iter per il cambio di residenza con un risparmio di tempo significativo sia per i cittadini che per gli operatori allo sportello.

Smart NationIl Comune di Empoli entra in ANPR
Vai all'articolo

Vivi Internet, al meglio: la campagna per sensibilizzare ad un uso responsabile del web

No comments

Parte la campagna di Google, in collaborazione con Altroconsumo e Telefono Azzurro, per sensibilizzare ad un uso responsabile del web.

Con Vivi internet, al meglio, iniziativa promossa nell’ambito del progetto Safer Internet Centre – Generazioni Connesse coordinato dal MIUR, l’obiettivo è quello di affrontare le tematiche relative alla sicurezza in Rete e rendere sano il rapporto tra giovani e nuovi media promuovendo un percorso formativo che si rivolge ai ragazzi, alle famiglie e agli educatori.

Il format riprende Vivi internet, al sicuro, già lanciata da Google nel 2016.

Vivi Internet, al meglio punta a diffondere il concetto di mettersi nei panni altrui come regola aurea per affrontare le interazioni online con altre persone: per farlo sfrutta una massiva campagna di comunicazione display online e microvideo su YouTube e i social network

Cinque aree di interesse per usare correttamente la rete

Sono cinque le tematiche attorno a cui ruota l’iniziativa: reputazione online, phishing e truffe, privacy e sicurezza, molestie e bullismo online, segnalazione di contenuti inappropriati.
Tali aree sono state rilevate come di primario interesse nel quotidiano da parte di giovani, genitori e docenti: per questo motivo sono state introdotte modalità efficienti per permette di acquisire competenze fondamentali nelle suddette aree anche attraverso la formazione all’interno di appositi moduli ad uso delle scuole.

Inoltre Google ha aggiornato le risorse disponibili nel nuovo Centro per la sicurezza offrendo maggiori informazioni sugli strumenti disponibili per tutelare la sicurezza dei dati, i controlli sulla privacy e la navigazione sicura.

Smart NationVivi Internet, al meglio: la campagna per sensibilizzare ad un uso responsabile del web
Vai all'articolo

Born2Code, torna l’accademia gratuita dedicata al coding

No comments

Grazie all’impegno di Groupama Assicurazioni e di una nutrita filiera di partner torna Born2Code, l’accademia gratuita dedicata al coding e rivolta ad aspiranti sviluppatori informatici che siano interessati ad apprendere i rudimenti della programmazione web & mobile.

La seconda edizione punta a bissare il successo della precedente che ha fatto registrare eccellenti risultati in termini di adesioni e di collocamento: più del 95% dei partecipanti ha infatti trovato impiego al termine del corso.

Sulla base del precedente risultato, la nuova edizione di Born2Code calendarizzata a partire da gennaio 2019, prevede che i ragazzi selezionati sulla base di un’autocandidatura e una successiva selezione in sede potranno acquisire competenze in ambito di programmazione (fra cui l’uso di ReactJS, HTML5, CSS, Responsive Design, UX/UI, Ajax JavaScript e i suoi Framework.) curato all’interno di un corso di 3 mesi full immersion che si svolgerà a Roma presso l’Hub di LVenture Group e Luiss EnLabs grazie al supporto di docenti e tutor di Codemotion.

Il corso, strutturato in 11 moduli contenenti lezioni teoriche e pratiche, è totalmente gratuito e patrocinato da Ania; al termine del programma i partecipanti potranno cimentarsi in un hackathon organizzato e ospitato dal Maxxi finalizzato all’ideazione di servizi e prodotti per migliorare l’esperienza museale attraverso l’innovazione.

Le iscrizioni sono effettuabili da oggi e fino al 30 novembre nella sezione prenotazione del sito di Born2Code.

Smart NationBorn2Code, torna l’accademia gratuita dedicata al coding
Vai all'articolo

Unica Umbria, online l’iniziativa che mette in rete il territorio

No comments

La Regione Umbria dispone di una nuova risorsa online per promuovere le risorse del proprio territorio ed esportare le ricchezze che può offrire a chiunque sia interessato alle eccellenze locali.

Durante la Festa della Rete infatti la Camera di Commercio di Perugia ha lanciato Unica Umbria: si tratta di un portale web nato per mettere in rete il territorio e, in particolare, promuovere specifici settori produttivi sfruttando la geolocalizzazione delle informazioni per consentire agli utenti di rintracciare sulle mappe attività e luoghi di interesse.

Portale web e app per il territorio umbro

Ad oggi Unica Umbria presenta diversi settori referenziati come l’enogastronomia, con i produttori di olio, vino, cioccolato, birra e formaggio, il comparto tessile-cashmere, l’artigianato fra cui il settore orafo, la ceramica, la lavorazione del ferro e del vetro.

Inoltre all’interno del portale è possibile trovare informazioni per effettuare visite guidate, approfittare di percorsi di degustazioni in azienda o partecipare a laboratori organizzati dalle aziende aderenti.

Insieme al portale web, è disponibile anche un’app: entrambe le risorse permettono alle molte imprese umbre, che non hanno ancora un sito web o che sono invisibili online, di avere una prima esposizione al mondo di internet e beneficiare dell’effetto rete.

Smart NationUnica Umbria, online l’iniziativa che mette in rete il territorio
Vai all'articolo

Benessere Digitale, un progetto formativo per migliorare il rapporto con le nuove tecnologie

No comments

L’Università Milano-Bicocca ha presentato, in collaborazione con Fastweb, i risultati del progetto Benessere Digitale, un progetto formativo abbinato alla relativa ricerca riguardante le competenze digitali e l’uso consapevole dello smartphone.

Lo scopo dell’iniziativa è quella di offrire agli insegnanti gli strumenti per interagire con gli studenti nell’ambito della vita digitale relativamente a tematiche quali la gestione del tempo e dell’attenzione, la comunicazione e la collaborazione o ancora la ricerca e la valutazione delle informazioni.

Sono stati raccolti dati generati da oltre 3.500 studenti sparsi in 18 scuole superiori di secondo grado delle province di Milano e Monza-Brianza che hanno evidenziato un uso pervasivo dei media digitali nella vita quotidiana da parte dei giovani.

Per analizzare le competenze digitali del campione analizzato è stato usato un test sulla base del know-how di un precedente progetto coerente con il framework europeo DigComp 2.1: i risultati hanno determinato che gli studenti appaiono poco ferrati sul processo di selezione e validazione delle informazioni mentre si trovano più a loro agio con la comunicazione su chat e social.

Sulla base di questi riscontri, è stato avviato un progetto formativo svolto dai docenti del centro Benessere digitale dell’Università Milano-Bicocca che ha portato ad una diminuzione significativa nell’indice di pervasività del device nella vita quotidiana con un generale miglioramento delle capacità di utilizzo e delle competenze digitali soprattutto attinenti alla ricerca e validazione delle informazioni online.

Smart NationBenessere Digitale, un progetto formativo per migliorare il rapporto con le nuove tecnologie
Vai all'articolo

A Perugia è Festa della Rete

No comments

Per tre giorni Perugia si tinge dei colori del web in occasione della dodicesima edizione della Festa della Rete.

Iniziativa itinerante che nel corso del tempo ha toccato diverse città dell’Italia ospitando al proprio interno anche i Macchianera Internet Awards che premiano, per categoria, i siti e i personaggi della rete più celebri dell’anno.

Ora è la volta di Perugia che da oggi fino al 11 novembre ospiterà importanti appuntamenti e dibattiti che coinvolgeranno note personalità del web: l’edizione 2018 ha come tagline il web che ti meriti, con preciso riferimento al comportamento che ciascun utente del web dovrebbe adottare per contribuire alla crescita della rete basata su valori di utilità, rispetto e reciprocità affinché sia in grado di migliorare la propria vita e quella degli altri.

Una tre giorni dedicati alla rete

Durante la tre giorni saranno affrontati i temi della privacy, dell’odio in rete, del rapporto fra web e media tradizionali, delle bufale e fake news, degli influencer e molto altro.

Il programma completo è rinvenibile nell’apposita sezione del sito.

Smart NationA Perugia è Festa della Rete
Vai all'articolo

Rieti Digital, a Rieti arriva il festival dedicato alla cultura digitale

No comments

Tutto è pronto per l’inizio della prima edizione del Rieti Digital, il Festival dedicato alla cultura digitale e all’innovazione tecnologica organizzato dall’Assessorato all’Innovazione tecnologica e alla Digitalizzazione PA del Comune di Rieti.

L’iniziativa, ideata con lo socpo di promuovere la cultura dell’innovazione creando opportunità di sviluppo grazie al confronto tra diverse realtà innovative e la cittadinanza.

Rieti Digital è possibile grazie al patrocinio della Camera di Commercio di Rieti e al sostegno di Ibm, Open Fiber, Fideuram, Lazio Innova, Gts Consulting e Società Cooperativa Sociale Campagna Sabina.

Un festival dove regna il digitale

L’apertura del Festival avverrà venerdì 9 novembre e sarà concentrata su diversi appuntamenti divulgativi legati al rapporto fra editoria e digitale, alle mondo del cybercrimine ma anche alle tecnologie digitali applicate all’ambito musicale e molto altro.

Non mancheranno hackathon come Rietihack, un’iniziativa volta al ripensamento della mobilità sostenibile cittadina.

Nei giorni successivi si alterneranno laboratori creativi, corsi di alfabetizzazione digitale, laboratori esperienziali e workshop dedicati alla cultura dei maker che coinvolgeranno le scuole di Rieti e provincia, a tutti gli effetti tra i protagonisti della manifestazione.

In particolare agli studenti delle scuole primarie e delle secondarie di primo grado saranno dedicati due corsi incentrati sul mondo della stampa 3D e sulla programmazione usando Scratch.

Maggiori informazioni sul sito del Comune di Rieti.

Smart NationRieti Digital, a Rieti arriva il festival dedicato alla cultura digitale
Vai all'articolo

La Città Digitale, a Torino un progetto di orientamento ai servizi online

No comments

Da domani e per tutti i giovedì dalle ore 10 alle ore 13 a Torino, nello Spazio Incontri della Biblioteca civica centrale di via della Cittadella 5, prende il via La Città Digitale, un progetto rivolto ai cittadini di orientamento ai servizi online.

L’iniziativa, ideata e promossa dalle Biblioteche civiche torinesi con il supporto del Servizio Sistema Informativo della Città di Torino, mette a disposizione senza prenotazione un sistema di assistenza all’uso delle piattaforme digitali che gli enti pubblici mettono a disposizione online.

Molti servizi digitali e un’unica assistenza

Tra i servizi per cui viene offerta assistenza c’è il rilascio dei certificati anagrafici, la consultazione di pratiche edilizie, il pagamento delle multe, il cambio del medico di famiglia, la richiesta di contributi per l’acquisto di libri di testo obbligatori o ancora il pagamento delle mense scolastiche.

Il progetto, supportato anche dalla Compagnia di San Paolo, è ospitato nella nuova area multimediale allestita presso lo Spazio Incontri della Biblioteca civica centrale e verrà proposto in via sperimentale fino a dicembre 2019.

Per maggiori informazioni è possibile scrivere una mail a corsi_biblioteche@comune.torino.it.

Smart NationLa Città Digitale, a Torino un progetto di orientamento ai servizi online
Vai all'articolo

FabLab e istruzione, a Fano si usa la fabbricazione digitale contro l’abbandono scolastico

No comments

Il Comune di Fano ospita l’evento di lancio del progetto europeo contro l’abbandono scolastico tramite l’adozione di metodologie riconducibili al mondo dei maker.

Il 7 e 8 novembre infatti presso il FabLab di Fano si terrà la presentazione di MAKE IN CLASS – Developing maker-based learning paths in class to prevent early school leaving, un’iniziativa co-finanziata dal Programma Erasmus+ KA2-Cooperation for Innovation la cui conclusione è prevista per ottobre 2020 dopo 25 mesi di durata.

Il coinvolgimento del Comune è nel ruolo di partner insieme alla scuola fanese Polo3 di Fano attraverso il coordinamento di CO.META.

Un progetto formativo per il recupero dei NEET

L’obiettivo principale è quello di realizzare attività di supporto a studenti ed insegnanti migliorando i processi di inclusione e la diffusione di competenze chiave idonee alla lotta contro l’abbandonano scolastico e il recupero dei cosiddetti NEET, ovvero quelle persone che non sono impegnate in alcun modo nello studio né nel lavoro o altra attività di formazione.

Per farlo si utilizzeranno metodologie e processi del mondo dei maker, sfruttando l’attività del FabLab di Fano che rappresenta l’unico luogo nella regione attrezzato per le attività svolte con droni, robot, stampante laser e 3D.

Tali attività, rivolte ai ragazzi, aiutano la diffusione della cultura dei laboratori digitali e del making appassionandoli all’informatica.

Il FabLab di Fano è nato nel 2016 nei locali dell’Ex Cilo grazie ad un finanziamento regionale e rappresenta un laboratorio di creatività per i ragazzi nel settore digitale. Nella stanza accanto erano presenti le due sale prova pubbliche e gratuite e questo connubio musica e digitale si è dimostrato unico nella panoramica nazionale.

Maggiori info sul sito del Comune.

Smart NationFabLab e istruzione, a Fano si usa la fabbricazione digitale contro l’abbandono scolastico
Vai all'articolo