Al via il potenziamento dell’infrastruttura tecnologica e digitale dei CUP

No comments

Dalla Conferenza Stato-Regioni è arrivato il via libera per i fondi necessari al potenziamento dell’infrastruttura tecnologica e digitali dei CUP, i Centri Unici di Prenotazione, per l’erogazione di prestazioni sanitarie.

Con una ripartizione di 400 milioni per il triennio 2019-201, tutte le Regioni avranno un’equa ripartizione di risorse elaborata dal Ministero della Salute, dal Ministero dell’Economia e delle Finanze e dal Coordinamento tecnico della commissione salute delle Regioni e Province autonome.

Per ogni regione sono stati elaborati appositi indicatori e soglie al cui raggiungimento i fondi saranno effettivamente erogati: l’Osservatorio nazionale sulle liste di attesa, in seno al Ministero della Salute, è incaricato di verificare la percentuale di realizzazione degli obiettivi fissati e liberare i fondi.

Le attività per cui sono stati stabiliti questi criteri e le risorse destinabili riguarda primariamente la digitalizzazione dei sistemi regionali di prenotazione per l’accesso alle strutture sanitarie in modo che il cittadino possa prenotare più facilmente e in fretta le prestazioni di cui ha necessità.

Il miglioramento dei CUP prende il via contestualmente al debutto del nuovo sistema cromatico per l’accesso al pronto soccorso al fine di garantire un tempo massimo di attesa e la migliore assistenza possibile al cittadino. Si tratta di un sistema basato su 5 colori: codice rosso per le emergenze con ingresso immediato, codice arancione per le urgenze con un’attesa massima di 15 minuti, codice azzurro per le urgenze differibili con attesa di 60 minuti, codice verde per le urgenze minori con un’attesa di 120 minuti e infine codice bianco per le non urgenze con attesa fino a 240 minuti.

Smart NationAl via il potenziamento dell’infrastruttura tecnologica e digitale dei CUP

Related Posts