L’app Immuni arriva negli store di Apple e Google

No comments

Il Ministero per l’Innovazione tecnologica e la Digitalizzazione (MID) annuncia l’effettiva disponibilità degli store di Apple e Google di Immuni, l’applicazione gratuita voluta dal Governo per limitare la diffusione del virus COVID-19.

Si tratta di un’app che non ha avuto oggettivamente una gestazione felice, fra diverse problematiche dovute ad un’opaca procedura di selezione rispetto alle possibili alternative progettuali e un incerto percorso di realizzazione che ha, fra l’altro, visto un cambio in corsa del modello tecnologico di riferimento (da una logica di centralizzazione ad una di decentralizzazione).

Tuttavia, dopo questo non difficile iter, l’app ha ricevuto il benestare del Garante della privacy che però ha allegato al suo disposto alcune raccomandazioni: la gestione della privacy infatti è stata una delle tematiche più dibattute negli scorsi mesi per le evidenti potenziali ripercussioni derivanti sia da un uso scorretto dei dati raccolti sia per eventuali penetrazioni informatiche.

L’app è scaricabile in tutta Italia ma è inizialmente testabile, da lunedì 8 giugno, nelle Regioni che hanno aderito alla sperimentazione, ossia: Abruzzo, Liguria, Marche e Puglia.

Tutte le informazioni utili sul funzionamento del sistema sono accessibili direttamente sul sito immuni.italia.it: l’utilizzo dell’app è su base volontaria e punta ad aumentare la sicurezza nella fase di ripartenza delle attività.

Viene dichiarato che nel sistema non sono presenti né saranno salvati nominativi ed elementi che possano portare all’identificazione delle persone che decidano di impiegarla e che dovessero essersi trovate a contatto con una persona infetta: queste verranno notificate del rischio in forma anonima.

Non sono mancate le critiche che certo dimostrano l’esistenza di alcune controversie che, per quanto ci riguarda, in un progetto di tale portato non avrebbero dovuto esservi.

Smart NationL’app Immuni arriva negli store di Apple e Google

Related Posts