Apple pronta a consentire agli sviluppatori di proporre transazioni al di fuori dell’App Store

No comments

Con un comunicato ufficiale Apple prende posizione sul tema delle transazioni e della percentuale che storicamente viene richiesta agli sviluppatori che vogliono monetizzare le proprie app all’interno dell’ecosistema targato Apple.

La decisione, realisticamente influenzata dalla class action avviata alcuni mesi fa da alcuni sviluppatori dell’App Store fra cui il celeberrimo Fortnite, verte sull’accordo raggiunto per permettere alle aziende di applicare prezzi e offerte per giochi e app senza passare dall’App Store ma comunicandoli direttamente all’utente finale.

Tale accordo, che pur dovrà essere formalmente ratificato da una corte statunitense, rappresenta una rivoluzione nel modo in cui i creatori di contenuti possono fare business online tramite l’ecosistema di Apple: in pratica ogni software house potrà applicare uno sconto speciale qualora l’utente decida di pagare il dovuto, per app e giochi, su una piattaforma di pagamento esterna all’App Store con conseguente risparmio per l’utente ma anche e soprattutto per il produttore che potrà evitare di riconoscere ad Apple la commissione normalmente dovuta pari ad una cifra che oscilla fra il 15 e il 30% di quanto si dovrebbe pagare.

Il download delle app avverrà comunque all’interno dell’App Store come anche le procedure di acquisto in-app.

Maggiori informazioni nel comunicato ufficiale di Apple.

smartnationApple pronta a consentire agli sviluppatori di proporre transazioni al di fuori dell’App Store

Related Posts