ARIADNEplus, l’archeologia incontra il digitale

No comments

Con una tre giorni dedicata presso il PIN, il Polo Universitario della città di Prato, è stato ufficialmente presentato il progetto ARIADNEplus, l’iniziativa che intende costruire una piattaforma in grado di integrare i dati provenienti dalle indagini archeologiche relative a siti, monumenti e reperti in Europa e nel resto del mondo.

ARIADNEplus è l’estensione del progetto ARIADNE che è stata concepita per allargare il perimetro geografico e tematico dell’iniziativa: entrano infatti a farne parte Israele, Argentina, Giappone e Stati Uniti.

ARIADNEplus organizza digitalmente i dati archeologici

Con ARIADNEplus si crea una rete digitale di nodi (peer) in grado di condividere dati relativi a rilievi archeologici che vengono salvati in un enorme database digitale a libero accesso: i ricercatori potranno quindi attingervi e riutilizzare le informazioni per rispondere a nuovi quesiti o guidare ulteriori campagne sperimentali in grado di arricchire il patrimonio informativo archeologico internazionale.

Le informazioni condivise vengono normalizzate e rese fruibili grazie alla definizione di un linguaggio comune per la descrizione dei dati poiché i soggetti coinvolti appartengono a varie tipologie come centri di restauro, dipartimenti di archeologia, accademie, associazioni e altre istituzioni: tutti contribuiscono al processo per la codifica comune. L’iniziativa è possibile grazie ad una cordata di partner fra cui l’INFN con la sua rete dedicata ai beni culturali CHNet.

Smart NationARIADNEplus, l’archeologia incontra il digitale

Related Posts