Arpav effettua la mappatura digitale dei siti a rischio valanghe del Veneto

No comments

Arpav, l’Agenzia regionale per la prevenzione e protezione ambientale, ha lanciato WebGis, la piattaforma che censisce i siti valanghivi del Veneto tramite una cartografia digitale che ha persegue lo scopo di pianificazione territoriale in funzione dei possibili eventi estremi e improvvisi legati ai cambiamenti climatici.

In Veneto ci sono oltre ottomila siti a rischio valanghe che vengono così digitalizzati e messi a disposizione della comunità: ogni sito, tramite la piattaforma WebGis, può essere consultato con i dati aggiornati in tempo reale che permettono di visualizzare il catasto dei siti valanghivi e delle relative opere di difesa, la carta di localizzazione probabile delle valanghe e delle zone esposte al loro pericolo ma anche lo storico degli eventi avversi nel corso degli anni.

La carta di localizzazione probabile delle valanghe è stata realizzata su base IGM in scala 1:25000 mentre i siti valanghivi e le informazioni correlate sono stati ridisegnati fruendo del supporto della carta tecnica regionale in scala 1:10000.

In questo modo Regione Veneto si dota di una struttura già auspicata nella legge forestale regionale della fine degli anni settanta.

Smart NationArpav effettua la mappatura digitale dei siti a rischio valanghe del Veneto

Related Posts