In aumento gli attacchi informatici ai danni di privati e alle infrastrutture critiche nazionali

No comments

La Polizia Postale rilascia le statistiche circa le segnalazioni e le indagini attivate a fronte dei comportamenti illeciti registrati nell’ultimo anno e traccia uno spaccato in cui la criminalità informatica è in evidente aumento.

Questo è dipeso sicuramente dal fatto che la società è sempre più digitalizzata e, come tale, le opportunità per i criminali sono sempre più significative al punto da determinare un’azione investigativa notevolmente rafforzata.

Tra le attività di contrasto più importanti vengono segnalate quelle contro la minaccia cyber svolta dal Centro Nazionale Anticrimine per la Protezione delle Infrastrutture Critiche (C.N.A.I.P.I.C.): il rilevante aumento del numero di alert diramati alle infrastrutture critiche nazionali ha visto un aumento di oltre il 30% nell’ultimo anno sino a raggiungere quota 82.484 alert.

Nel complesso sono stati gestiti 1.181 attacchi cyber significativi con 155 indagini avviate nel 2019 per un totale di 117 persone indagate.

Anche il c.d. financial cybercrime, ossia il crimine informatico legato a tutto ciò è correlato al mondo del denaro, registra un importante aumento con ben 4.930 casi segnalati a livello nazionale: fra tutti il fenomeno del phishing, ovvero la captazione illecita di codici personali e dati sensibili, è aumentato vertiginosamente anche grazie al ricorso a malware e siti-clone.

Aumentano però anche i casi di vishing (phishing vocale) e smishing (phishing attraverso messaggi ed sms) con un incremento delle violazioni dei sistemi bancari di privati ed imprese.

Il report completo delle attività è disponibile all’interno del comunicato diramato dalla Polizia Postale.

Smart NationIn aumento gli attacchi informatici ai danni di privati e alle infrastrutture critiche nazionali

Related Posts