Car Sharing Club, Legambiente propone un nuovo modello di car sharing

No comments

Un nuovo modo di interpretare il car sharing a servizio delle piccole comunità periferiche, delle aziende e dei condomini: questo in sintesi il progetto Car Sharing Club lanciato da Legambiente e Share’NGo.

Si tratta di una nuova idea che sfrutta un servizio esistente, quello di Share’NGo appunto: la flotta delle piccole auto elettriche della società italo cinese idonee all’uso urbano (omologate per 2 persone e ad emissioni locali e rumore del motore pari a quasi zero) verranno messe a disposizione di piccole comunità locali, come ad esempio quelle formate dai condomini.

Il car sharing tra colleghi o condomini partirà da Roma dove chiunque potrà rendersi promotore dei nuovi stalli Share’ngo.

Un car sharing sociale

Far nascere il proprio club, la proprio piccola realtà munita di vetture elettroniche condivise è facile. Ci si registra su www.viviconstile.org, si ricevono così documenti, informazioni, supporto e un’offerta con i vari costi per ogni partecipante al club.

La quota di partecipazione sarà intorno ai sette euro al mese quindi più o meno l’equivalente di 180 minuti di noleggio mensile, e sarà pagabile individualmente con carta di credito.

Ogni partecipante sarà dotato di un’App (sia per Ios che per Android) che permetterà di prenotare la vettura e di scalare così i minuti che verranno utilizzati da quali comprati con l’abbonamento. Le vetture saranno a pagamento solo nelle ore di punta e risulteranno invece gratuite nelle ore centrali della giornata.

L’app permetterà poi, se i minuti acquistati non saranno consumati tutti, di poter vendere o scambiare con gli altri partecipanti al club i minuti non sfruttati. Ogni club gestirà autonomamente l’area di parcheggio dove ricaricare, prelevare e riconsegnare le vetture e la gestione delle pulizie e della manutenzione di ogni macchina.

La risposta di Roma allo sharing è stata più che positiva, tanto che le auto a disposizione verranno aumentate ad oltre 600 unità entro l’anno.

Il car sharing di condominio o tra colleghi è un’idea intelligente per ridurre traffico ed inquinamento oltre che i costi della benzina.

Un modo nuovo per ridurre tutto lo stress derivante dagli spostamenti in città. Tutto quello che bisogna fare è avere voglia di condividere e collaborare per incrementare e sostenere quello sembra a tutti gli effetti uno sguardo su un modo nuovo di vivere gli spazi comuni e le proprie città.

Smart NationCar Sharing Club, Legambiente propone un nuovo modello di car sharing

Related Posts