A Città di Castello nasce un’innovativa biblioteca presso Palazzo Vitelli

No comments

La rete bibliotecaria dell’Umbria si arricchisce di un nuovo spazio che unisce la cultura al digitale: si tratta della nuova biblioteca di Città di Castello, una casa comune in cui, fra le decorazioni del Cinquecento e oltre 50.000 volumi tra incunaboli e cinquecentine del Fondo Antico, è possibile effettuare numerose operazioni fra cui richiedere in prestito libri cartacei tramite il prestito digitale ma anche ottenere aiuto con le nuove tecnologie e fruire di spazi connessi ad internet tramite Wi-Fi.

La biblioteca Carducci è quindi un luogo ideato per fornire un accesso digitale ai contenuti a tutti i cittadini tramite le biblioteche pubbliche umbre e sviluppare progettualità partecipate così da migliorare il benessere e il patrimonio culturale dell’individuo.

La biblioteca sorge a Palazzo Vitelli a San Giacomo e unisce conservazione e promozione culturale grazie alla disponibilità di 12mila volumi in consultazione, isole e laboratori tematici, sale per i bambini e soprattutto l’accesso alla piattaforma MediaLibraryOnLine che consente il prestito digitale e la consultazione gratuita 24/7 di quotidiani, riviste ed e-book oltre a poter ascoltare musica e audiolibri.

Tutti gli spazi sono coperti dalla rete Wi-Fi gratuita ad alta velocità: l’obiettivo è rendere il palazzo una fusione fra Rinascimento e contemporaneità, esattamente come avviene per la città il cui impianto urbano ha le proprie radici nel tradizionale e nel moderno.

All’interno degli spazi, studiati per essere a misura dei giovani, compare anche un totem evoluto che consente di effettuare le pratiche di autoprestito e di autorestituzione: è stato inoltre attivato il prestito interbibliotecario e di document delivery per ciò che non è posseduto dalla Biblioteca Carducci.

Tra la dotazione di servizi evoluti della nuova biblioteca c’è anche la presenza di un punto DigiPASS, un luogo per supportare le persone nell’accesso alle tecnologie e ai servizi digitali.

Il nuovo polo culturale è finanziato con Accordo di programma quadro in materia di beni culturali e del bando integrato Tac2 per un importo di oltre 6 milioni di euro, tra fondi regionali, europei, statali e comunali.

Smart NationA Città di Castello nasce un’innovativa biblioteca presso Palazzo Vitelli

Related Posts