Closeye, la tecnologia spaziale innovativa dedicata al controllo delle frontiere

No comments

Le applicazioni tecnologiche per il monitoraggio dei propri confini migliorando la capacità di reazione delle autorità competenti nel controllo delle frontiere compiono un deciso passo in avanti.
L’Agenzia Spaziale Italiana ha infatti presentato il progetto di ricerca europeoCloseye realizzato con diversi partner comunitari e la collaborazione della Marina Militare Italiana, del Ministero dell’Interno e il supporto industriale di Leonardo-Finmeccanica.
Si tratta di un sistema tecnologico innovativo dedicato al monitoraggio dei confini marittimi meridionali dell’UE, migliorando la capacità di reazione e l’efficacia delle operazioni da parte delle autorità competenti nel controllo delle frontiere marittime europee e, quindi, un utilissimo strumento in relazione all’emergenza migranti.

Closeye sfrutta l’integrazione tra sistemi spaziali duali italiani, come Cosmo SkyMed per la raccolta delle immagini e Athena Fidus per la trasmissione dei dati processati, con un software di riconoscimento della tipologia delle imbarcazioni osservate dallo spazio: i rilevamenti vengono poi comunicati alle unità operative per un pronto intervento nel Mar Mediterraneo.

Il progetto, finanziato nell’ambito del 7° programma quadro, è l’espressione dell’ingegno italiano nel coniugare tecnologie avanzate e porterà delle ricadute economiche molto importanti.

Inoltre, è possibile visualizzare l’intero servizio video sull

Smart NationCloseye, la tecnologia spaziale innovativa dedicata al controllo delle frontiere

Related Posts