Il Comune di Genova propone un servizio di assistenza digitale dedicato ai cittadini non udenti

No comments

Il Comune di Genova, sfruttando la nuova rete di punti di assistenza digitale Startappe, di cui avevamo parlato, introduce la possibilità per i cittadini non udenti di ricevere supporto nell’uso delle nuove tecnologie grazie alla LIS ossia la lingua dei segni.

I cittadini sordi potranno così ottenere un aiuto per accedere a servizi come l’attivazione e l’utilizzo dello SPID ma anche entrare nel fascicolo digitale del cittadino, effettuare pagamenti online verso la Pubblica Amministrazione tramite la piattaforma PagoPA o ancora utilizzare i servizi di sanità digitale.

Si tratta di un servizio praticamente unico nel suo genere che contribuisce alla riduzione del digital divide aiutando nel contempo soggetti in condizione di fragilità che potrebbero, proprio grazie alle nuove tecnologie, migliorare la qualità della vita.

Il gap tecnologico rischia di trasformarsi in un social divide e di diventare una causa di esclusione sociale tagliando fuori i cittadini non digitalizzati dalla vita pubblica

Lo sportello di assistenza digitale è attivo presso l’Ente Nazionale Sordi ed è accessibile su appuntamento a settimane alterne tramite prenotazione: è disponibile anche un servizio di assistenza da remoto con l’impiego di alcuni servizi tecnologici fra cui Telegram.

Maggiori dettagli nel comunicato del Comune di Genova.

Smart NationIl Comune di Genova propone un servizio di assistenza digitale dedicato ai cittadini non udenti

Related Posts