Il Comune di Padova evolve i propri servizi digitali

No comments

In armonia con il piano di sviluppo ADVeneto2020, in fase di completamento da parte della Regione Veneto, il Comune di Padova ha avviato la seconda fase del progetto MyPortal3-Diritti Digitali.

Il progetto rappresenta uno degli elementi principali della piattaforma MYSIC, il Sistema Informativo del Cittadino, che include una serie di applicativi per diverse esigenze.

Fra questi MyPay è il software necessario per i pagamenti telematici interconnesso con PagoPA, MyPivot invece si occupa della rendicontazione dei pagamenti per l’Ente locale, MyID sovraintende la gestione dell’identità digitale interconnesso a SPID, MYIntranet serve la gestione dei procedimenti rivolto agli operatori dell’ente e infine MyPA per l’erogazione dei servizi rivolto ai cittadino.

L’attività del Comune di Padova punta a perseguire gli obiettivi del piano ADVeneto2020 che prevedono la realizzazione di nuovi strumenti condivisi per gli enti locali del Veneto al fine di offrire nuovi servizi digitali omogenei e standardizzati ai cittadini con un globale efficientamente dei modelli di gestione e di erogazione.

Un insieme di Comuni per indagare il bisogno di digitale dei cittadini

Il Comune di Padova, che è in prima fila nello sviluppo del progetto MyPortal3-Diritti digitali, non è però la sola Amministrazione coinvolta.

I Comuni di Thiene, Bassano del Grappa, Legnago e San Donà Di Piave infatti concorrono con Padova nella riprogettazione dei primi dieci servizi digitali considerati prioritari per la cittadinanza attraverso un’analisi etnografica per comprendere abitudini, bisogni e necessità dei cittadini.

Smart NationIl Comune di Padova evolve i propri servizi digitali

Related Posts