Copyright, Wikipedia attacca la riforma

No comments

Come molti utenti avranno avuto modo di osservare, le pagine di Wikipedia in Italia sono oscurate e così rimarranno per circa 24 ore.

Si tratta di un’azione di protesta che la celebre enciclopedia online ha attuato per contrastare la nuova direttiva sul Copyright che è calendarizzata in votazione presso il Parlamento Europeo per domani 26 marzo.

La direttiva sul Copyright infatti, in forza degli artt. 11 e 13, imporrà ulteriori oneri ai siti web che raccolgono e organizzano le notizie aggravando le attività di controllo preventive sui contenuti.

La conseguenza più diretta dell’applicazione della nuova norma comporterebbe una marcata riduzione della libertà di espressione e della partecipazione online.

Wikipedia non è direttamente coinvolta dall’applicazione della nuova direttiva che però indebolirebbe il modo in cui siamo stati abituati, fino ad oggi, a vivere il web: da qui la necessità, da parte della celebre enciclopedia online, di prendere posizione a difesa delle regole che domani rischierebbero di essere innovate sensibilizzando tutti i propri utenti affinché, tramite i loro rappresentanti nel Parlamento UE, possano disinnescare la riforma.

Le posizioni in merito all’opportunità, o meno, della riforma sono ovviamente molto arroccate: se Wikipedia è contraria alla nuova direttiva, gli editori sono generalmente favorevoli per la tutela che ne deriverebbe ai loro contenuti.

In particolare la Federazione Italiana Editori Giornali (FIEG) e l’Associazione Italiana Editori (AIE) sostengono che si tratti di una riforma equilibrata che porta una maggiore tutela della cultura della libera informazioni.

Noi avevamo già affrontato la materia qui.

Smart NationCopyright, Wikipedia attacca la riforma

Related Posts