Economia circolare, l’innovazione rende intelligente lo smaltimento dei rifiuti

No comments

Il problema dei rifiuti e del loro corretto smaltimento è una delle problematiche più attuali per l’ambiente: occorre condividere buone pratiche e soluzioni innovative per la loro gestione.

Ma se il problema dei rifiuti è ben lontano da una soluzione definitiva, esistono già ora delle possibilità interessanti per porre un parziale rimedio a questa piaga.
Una delle prime direttrici su cui è possibile lavorare da subito è l’educazione civica con il supporto delle nuove tecnologie.

La corretta gestione dei rifiuti infatti passa necessariamente da un’efficiente raccolta differenziata: il problema è quindi quello di incentivare i consumatori ad un comportamento virtuoso.

Smaltimento dei rifiuti ed economia circolare: il caso Paandaa

Al fianco di soluzioni di riciclo basate sulla stampa 3D, come la soluzione caledggiata dal Perpetual Plastic Project, appare evidente l’importanza di nuove soluzioni tecnologiche in grado di incentivare un comportamento virtuoso, come Paandaa.

Paandaa è cassonetto multimediale per la raccolta di plastica PET, HDPE e alluminio in grado di identificare chi ricicla e generare nuovo valore.

L’idea è semplice, il cassonetto è accessibile tramite tessera sanitaria, esattamente come un distributore di sigarette, e conserva i dati di chi partecipa al riciclo.

L’utente porta il proprio carico di rifiuti al cassonetto, si autentica tramite tessera sanitaria e deposita i rifiuti: per ogni rifiuto riciclato il sistema emette uno scontrino del valore di 0,05 centesimi da spendere presso gli esercizi commerciali convenzionati con il circuito.

Così facendo, in primo luogo si riesce a censire chi partecipa alla raccolta differenziata, in che misura la effettua e quali materiali avvia al riciclo: tutti dati utili per introdurre misure di intervento adeguate, come la riduzione della quota variabile TARI.

In secondo luogo si incentiva l’aumento della quantità di materiale riciclato migliorandone la qualità in virtù del monitoraggio sullo smaltimento dei rifiuti: essendo controllato, l’utente necessariamente dovrà porre maggiore attenzione sulla procedura.

Dal punto di vista gestionale, il cassonetto intelligente è in grado di inviare un alert se necessita di essere svuotato e, grazie ad un pannello pubblicitario integrato, riesce a monetizzare anche dalla cessione degli spazi pubblicitari oltre che dalla vendita del materiale raccolto alle aziende di trasformazione.

Il caso Paandaa dimostra come il modello di economia circolare sia possibile: dalla generazione del profitto derivante da un corretto riuso alla sensibilizzazione dei cittadini alla tutela dell’ambiente.

Smart NationEconomia circolare, l’innovazione rende intelligente lo smaltimento dei rifiuti

Related Posts