Eliminate le barriere per la fruizione dei contenuti online in tutta la UE

No comments

Dopo l’abolizione effettiva dei costi di roaming per le chiamate, avvenuta nel giugno 2017, viene eliminato un altro ostacolo alla libera fruizione delle tecnologie digitali nell’Unione Europea.

Dal 1º aprile 2018 i cittadini europei potranno infatti accedere da qualsiasi Paese dell’Unione ai contenuti online per i quali è stato sottoscritto un abbonamento digitale nel proprio Paese.

In forza del nuovo regolamento UE in merito alla fruizione dei contenuti digitali, chiunque potrà quindi guardare le partite di calcio o le serie televisive preferite come se fosse a casa sua.

La portabilità transfrontaliera rappresenta un’esigenza sentita dai consumatori di contenuti digitali

I cittadini e le loro relative esigenze vengono quindi posti al centro ricevendo una tutela che consente di non perdere i contenuti regolarmente sottoscritti a pagamento senza la necessità di dover acquisire apposite licenze: la nuova normativa infatti si applicherà ai servizi a pagamento mentre i fornitori di contenuti gratuiti potranno decidere di applicarla.

Si tratta di un forte beneficio per almeno 29 milioni di persone che si stimano potrebbero utilizzare la portabilità transfrontaliera di contenuti digitali, pari al 5,7% di tutti i consumatori: numeri decisamente interessanti ma di molto inferiori alle proiezioni al 2020 che vedono una quota di 72 milioni potenziali fruitori.

La disponibilità della portabilità transfrontaliera di contenuti digitali inoltre incentiva ulteriormente la diffusione delle soluzioni di streaming specie fra i giovani: quasi il 60% dei quali ritiene che la facoltà di viaggiare continuando a fruire dei propri abbonamenti è un fattore importante nel momento in cui scelgono di abbonarsi ai servizi online.

Maggiori informazioni qui.

Smart NationEliminate le barriere per la fruizione dei contenuti online in tutta la UE

Related Posts