Eurostat, l’Italia ancora indietro nell’uso di Internet

No comments

Non sono confortanti i dati che emergono dall’ultimo rapporto di Eurostat: l’Italia sul fronte digitale, con particolare riferimento all’utilizzo di internet, risulta ancora indietro.

In particolare i dati raccolti vedono l’Italia quart’ultima nella UE per l’utilizzo di Internet durante il 2018 raggiungendo solo il 74% della diffusione davanti solo a Grecia, Romania e Bulgaria.

La media UE che risulta dal rapporto Eurostat è pari all’85% con la Danimarca in testa al 98%.

Tra i dati raccolti emerge che la media UE delle persone di età compresa tra i 16 e i 74 anni che ha impiegato attivamente Internet nel trimestre precedente all’intervista si attesta all’85%: il dato tiene conto di valori molto differenti dovuti alla diversa attitudine dei cittadini, da quelli della Bulgaria (65%) a quelli della Danimarca (98%).

Un uso di Internet variegato

Il rapporto evidenzia come l’uso di Internet sia cresciuto rapidamente nel corso degli anni: nel 2007 si attestava al 57% con una crescita progressiva fino al 73% del 2012 al 73%.

L’impiego di Internet è principalmente collegato all’invio e alla ricezione di e-mail (73%), attività seguite dal recupero di informazioni su prodotti e servizi (70%), da servizi commerciali o di condivisione (57%), dalla partecipazione ai social network (56%), dall’uso di servizi bancari (54%) e infine dal recupero di informazioni sulla salute (52%).

Smart NationEurostat, l’Italia ancora indietro nell’uso di Internet

Related Posts