Fact-Checking Day, la disinformazione si combatte online

No comments

In occasione della Giornata internazionale del fact-checking, che si celebra il 2 aprile, tutti gli utenti di internet sono chiamati ad approfondire una tematica estremamente importante per una vita online responsabile, ossia la verifica delle fonti.

Accertarsi che un fatto sia realmente avvenuto o che le notizie circolanti siano veritiere prima di diffonderle o rilanciarle è un atto di responsabilità che può evitare grossi problemi alle persone che più vicine a noi ma anche a quelle che non conosciamo.

Un notizia falsa infatti, grazie al passaparola, può diffondersi molto velocemente e innescare conseguenze molto gravi: si pensi ai potenziali problemi di sicurezza sanitaria laddove venisse diffusa una falsa notizia riguardante l’efficacia dei vaccini durante una pandemia, come quella che stiamo vivendo, oppure alle difficoltà che potrebbe avere un partito politico se venissero riportate informazioni distorte sui suoi componenti.

Per ovviare a questo problema esiste il fact checking, ossia l’azione di verifica delle fonti che ogni persona dovrebbe adottare prima di acquisire per vere le informazioni che vengono lette online.

Ad aiutare i naviganti ci pensa Google che, sul suo blog, ha pubblicato una serie di suggerimenti che incentivano gli utenti a verificare sempre le fonti utilizzando i servizi messi a disposizione dal celebre motore di ricerca fra cui il Fact Check Tools.

Maggiori informazioni nel blog di Google.

Smart NationFact-Checking Day, la disinformazione si combatte online

Related Posts