Fake news, la maggior parte degli italiani non è in grado di riconoscerle

No comments

La maggior parte degli italiani non è sostanzialmente in grado di riconoscere se una notizia apparsa sul web è vera oppure se è una fake news.

Per l’82% della popolazione infatti, le notizie apprese online vengono recepite e ritrasmesse senza alcun tipo di filtro critico che rende così i lettori un bersaglio ideale per la disinformazione.

Il dato allarmante non è però l’unico: per l’87% degli italiani i social network non forniscono più opportunità di ottenere notizie credibili a fronte di una totale dipendenza da internet che vede il 95% del campione utilizzare quotidianamente la rete con un uso che nella maggior parte dei casi supera le 3 ore giornaliere.

Infosfera fotografa una situazione allarmante

I dati emergono dal rapporto Infosfera realizzato dal gruppo che si occupa di ricerca sui mass media dell’Università Suor Orsola Benincasa.

Il rapporto ha una buona attendibilità, coinvolgendo un campione d’indagine superiore ai 1.500 cittadini italiani e quindi con un errore statistico minimo di circa il 2.5%.

Dalla ricerca emerge uno scenario preoccupante anche per altri aspetti: crescono infatti gli stati d’ansia, l’insonnia e altre patologie collegate ad un impiego eccessivo del web.
Questo si deve ad una progressiva rimodulazione delle facoltà mentali dell’individuo, fra cui il pensiero profondo e la memoria, dovuta ad un intenso uso dello smartphone per registrare e memorizzare le informazioni.

Smart NationFake news, la maggior parte degli italiani non è in grado di riconoscerle

Related Posts