Fascicolo del cittadino, il Comune di Milano avvia la sperimentazione della versione mobile

No comments

Il Fascicolo digitale del Cittadino, il contenitore digitale che permette al cittadino di interfacciarsi con la Pubblica Amministrazione, sbarca su mobile: per questo il Comune di Milano ha avviato la sperimentazione e cerca 100 volontari per testare la nuova app lanciata dall’Assessore all’Innovazione Roberta Cocco.

Fino ad ora il Fascicolo digitale del Cittadino era perfettamente funzionante su desktop, tablet e latptop: era comunque utilizzabile anche in mobilità tramite un comune un browser internet che però penalizzava l’esperienza lato utente.

Ora però è possibile effettuare tutte le operazioni previste dallo strumento anche da smartphone in un modo molto semplice e rapido: si tratta di una rivoluzione significativa perché la semplicità d’uso è la chiave della diffusione degli strumenti e quindi dei servizi digitali della PA.

Nell’ottica di incentivare il più possibile il Fascicolo del Cittadino, il ricorso ad un miglioramento dell’esperienza utente in mobilità dovrebbe far riflettere su come la PA entri a pieno titolo nelle tasche della popolazione residente: con semplici gesti è quindi richiedibile un certificato ma si possono anche emettere pagamenti, prenotare appuntamenti e garantirsi servizi di vario genere erogati dal Comune.

Intanto gli accessi al Fascicolo del Cittadino hanno superato il milione e i certificati scaricati hanno raggiunto la quota del 62 per cento.

Con il porting verso la filosofia mobile first, i numeri fino ad ora ottenuti saranno sicuramente soggetti ad una significativa crescita anche perché la nuova app diventerà un aggregatore per altre app di servizio offerte dal Comune prima (es. Sport a Milano) e da terze parti poi (es. Atm Milano).

Per contribuire al beta testing è sufficiente recarsi, fino al 11 febbraio, sul sito comune.milano.it\appbeta per partecipare alla selezione della sperimentazione che durerà due settimane per poi avere il lancio ufficiale durante la Milano Digital Week: per l’utilizzo sarà ovviamente necessaria l’identità digitale SPID.

Il primo illustre beta tester è il Sindaco di Milano Beppe Sala.

smartnationFascicolo del cittadino, il Comune di Milano avvia la sperimentazione della versione mobile

Related Posts