Fascicolo del cittadino, Milano punta sul digitale

No comments

Milano intende essere il rompighiaccio dell’innovazione digitale nel Paese e parte sicuramente con il piede giusto.
Alla presenza del Ministro per la Semplificazione e la Pubblica Amministrazione Marianna Madia, l’Assessore alla Trasformazione digitale e ai Servizi civici di Milano Roberta Cocco e al Commissario straordinario per l’attuazione dell’Agenda Digitale Diego Piacentini, è stato presentato oggi a Milano il piano per la trasformazione digitale della città.

Durante l’evento Milano Digitale sono stati illustrati gli interventi e gli investimenti per favorire il processo di digital transformation del capoluogo lombardo oltre alla presentazione del Fascicolo del cittadino, il nuovo servizio online a disposizione di tutti i residenti che rappresenta il cruscotto digitale per chi vuole interfacciarsi con la PA cittadina.

Il Fascicolo del cittadino rappresenta il centro di controllo per le operazioni con la PA

Il Fascicolo del cittadino è l’omologo nei rapporti con la PA di Milano di quello che è il Fascicolo sanitario elettronico per la gestione dei dati e delle operazioni con l’ASL regionale.

L’autenticazione avviene per il tramite delle credenziali ottenibili sul portale del Comune di Milano oppure attraverso SPID, il Sistema pubblico di identità digitale.

Al suo interno vi sono numerosi servizi attivi come la possibilità di consultare le informazioni anagrafiche dell’intero nucleo famigliare, il servizio di iscrizione ai servizi scolastici, la gestione e inoltro dei pagamenti relativi ad imposte comunali e multe ma anche la possibilità di prendere appuntamento per accedere agli uffici comunali o richiedere e stampare certificati anagrafici digitali.

La gestione dei pagamenti sono garantite grazie all’integrazione con la struttura PagoPA che verrà abilitata entro l’estate del 2017.

Invece, entro dicembre 2017 il Fascicolo del cittadino sarà pienamente operativo con l’aggiunta degli altri servizi mancanti.

Smart NationFascicolo del cittadino, Milano punta sul digitale

Related Posts