Firenze, Bologna e Milano sono le tre città più digitalizzate d’Italia

No comments

I Comuni di Firenze, Bologna e Milano risultano le città più digitalizzate di tutta Italia, almeno stando alla classifica ICity Rank 2020 di FPA che raccoglie i risultati dell’omonimo rapporto che valuta i comuni capoluogo sulla base del proprio processo di transizione digitale.

La classifica di quest’anno è fortemente influenzata dall’accelerazione dei consumi digitali, anche a causa della pandemia da COVID-19, che ha incrementato notevolmente il ricorso all’e-commerce e alla didattica a distanza: l’andamento però non è omogeneo fra Nord e Sud Italia che presentano una grande differenza.

In testa alla classifica c’è Firenze seguita da Bologna e Milano: subito sotto Roma Capitale, Modena, Bergamo, Torino, Trento, Cagliari e Venezia.

I 107 comuni italiani capoluogo sono stati valutati sulla base di 8 indicatori: accessibilità online dei servizi pubblici, disponibilità di app di pubblica utilità, adozione delle piattaforme digitali, utilizzo dei social media, rilascio degli open data, trasparenza, implementazione di reti wifi pubbliche e tecnologie di rete intelligenti.

Tutte le città si sono apprezzate particolarmente per una o più di queste aree: in particolare Firenze si è contraddistinta per adozione di app municipali, open data, trasparenza e una rete wifi pubblica funzionale e accessibile.

Tra le città meno virtuose sul fronte digitale, almeno stando alla classifica di FPA, ci sono le città del Sud Italia che più pagano il divario digitale a livello infrastrutturale oltre che culturale da parte della cittadinanza: minore è la domanda di servizi digitali e minore la propensione degli Enti locali ad accelerare il cambiamento.

Smart NationFirenze, Bologna e Milano sono le tre città più digitalizzate d’Italia

Related Posts