Il Garante estende i confini del diritto all’oblio

No comments

Novità in materia di diritto all’oblio, ovvero la garanzia che ogni individuo dovrebbe avere a che non siano diffusi precedenti pregiudizievoli per la sua reputazione.

In ambito digitale il diritto all’oblio è un tema estremamente delicato e sentito perché informazioni false online possono essere persistenti, difficili da rimuovere e quindi potrebbero generare potenzialmente gravissimi danni di immagine a carico dell’individuo interessato.

Proprio per questo motivo il Garante Privacy, che già in precedenza aveva regolato la materia in ambito europeo, ha optato per estendere i confini della tutela a livello globale.

Il Garante ha infatti intimato a Google di deindicizzare gli url relativi ad un cittadino italiano residente negli Stati Uniti da tutti i risultati di ricerca del celebre motore, sia nelle sue versioni europee sia in quelle extraeuropee.

Il cittadino interessato infatti aveva richiesto la rimozione di numerosi url europei ed extraeuropei che riportavano informazioni false e gravemente offensive per la propria reputazione.

Il Garante, esaminata la richiesta, ha ritenuto che la perdurante reperibilità di suddette informazioni avesse un impatto sproporzionalmente negativo sulla sfera privata del ricorrente.

La pronuncia da parte del Garante è stata incentivata particolarmente dal fatto che le false informazioni diffuse riguardassero dati sulla salute, evento in aperto contrasto con il disposto dal Codice Privacu e dalle Linee guida dei Garanti europei sull’attuazione della sentenza Google Spain.

Un importante precedente per l’estensione del diritto all’oblio

La posizione del Garante determina quindi che il diritto all’oblio debba essere un principio da garantire universalmente a prescindere dal luogo in cui sono conservate le informazioni: l’estensione della tutela al di fuori dei confini europei omologa quindi l’applicabilità del diritto all’intera internet.

Smart NationIl Garante estende i confini del diritto all’oblio

Related Posts