Google rivoluziona le ricerche e punta sul mobile

No comments

Quando si pensa ad internet si pensa a Google, il motore di ricerca che di fatto ha reso accessibili i contenuti della rete a milioni di persone.
Trattandosi di un’azienda fortemente radicata nella vita della rete è normale ritenere che le sue valutazioni siano previsionalmente corrette di ciò che succederà nel prossimo futuro.
Google si sta preparando a modificare pesantemente il modo in cui si ricercheranno contenuti sul web: per farlo, l’azienda si appresta ad indicizzare separatamente le pagine mobile friendly, ossia ottimizzate per essere consultate da dispositivi mobili, da quelle tradizionali.

Nel farlo, verrà inoltre stabilita una gerarchia fra le tipologie di contenuti grazie ad un apposito doppio indice dove, quello per i contenuti mobili, sarà considerato primario ossia quello da cui il motore di ricerca andrà a prelevare risultati.

La decisione avrà un grande impatto sui siti web ora disponibili perché, se vorranno essere raggiunti e non essere quindi penalizzati in termini di traffico, dovranno sincerarsi che i loro contenuti siano il più possibile compatibili per l’esperienza mobile.

La modifica avverrà entro un periodo di temporale di alcuni mesi e si inserisce in una direzione già preannunciata da Big G in precedenza con una serie di modifiche fra cui le pagine AMP, ossia le pagine mobili accelerate, per caricare più velocemente gli articoli ottimizzati per telefoni e tablet come anche un precedente aggiornamento dell’algoritmo di ricerca in grado di penalizzare i siti sprovvisti di una versione ad hoc per i dispositivi mobili.

Le ricerche sul mobile cambiano il modo di cercare delle persone

Queste modifiche però non impatteranno solo coloro che forniscono contenuti ma anche le abitudini di chi ne fruisce in una singolare circolarità.
Appare evidente infatti che per trovare più facilmente i contenuti gli utenti saranno incentivati ad utilizzare dispositivi mobili.

Questo incide anche sulle abitudini delle persone che magari si avvicinano per la prima volta al mondo di internet, come ad esempio gli over 55 resistenti alla tecnologia e che quindi possono beneficiare di un’esperienza migliore e lungimirante adottando da subito dispositivi mobili.

Smart NationGoogle rivoluziona le ricerche e punta sul mobile

Related Posts