Le grandi banche unite per una nuova criptovaluta

No comments

Una nuova criptovaluta che utilizzi la tecnologia blockchain come base su cui effettuare transazioni finanziarie: è questa l’idea attorno a cui Ubs, Deutsche Bank, Santander, Bny Mellon e il broker britannico Icap hanno iniziato a lavorare per lanciarla sul mercato entro il 2018.

Utility Settlement Coin: la nuova criptovaluta

Il nome della nuova criptovaluta dovrebbe essere Utility Settlement Coin (USC) e sfrutterà l’architettura di blockchain, la tecnologia su cui si basa la circolazione della moneta virtuale Bitcoin.

Blockchain: un protocollo sicuro e inespugnabile

La tecnologia di blockchain permette alle criptovalute di esser scambiate e ogni transazione viene validata da una rete di nodi che ne garantiscono la correttezza e ne possono mantenere l’anonimato senza che esista un sistema centrale a comandare la struttura.

Il vantaggio significativo di questa tipologia di moneta risiede nell’abbattimento del costo della gestione delle transazioni tra banche che, attualmente, è stimato fino a 80 miliardi di dollari l’anno.
Inoltre, sarebbero automaticamente ridotti i tempi necessari a chiudere gli scambi di titoli, evitando l’attesa per il passaggio di denaro, e i costi dei servizi di compensazione e di post-trading sarebbero eliminati.

La nuova moneta, contrariamente all’emissione pubblica che caratterizza il Bitcoin, sarà collegata direttamente alle riserve delle banche centrali e alle valute mondiali.

Con l’avvento delle nuove tecnologie nel settore finanziario è quanto mai necessario per gli attori tradizionali adeguarsi all’innovazione anche consolidando partnership trasversali.
Il fintech, contrazione di finance e technology, consiste infatti nella fornitura di servizi e prodotti finanziari attraverso le nuove tecnologie per rendere i sistemi finanziari più efficienti: si tratta di un fenomeno esploso nell’ultimo biennio e richiede un veloce adeguamento da parte dei gruppi bancari presenti sul mercato perché comporta l’introduzione di innovazioni che forniscono agli utenti una più ampia facoltà di scelta in fatto di servizi bancari come testimoniato dal caso di Number26, l’innovativa banca tedesca.

Smart NationLe grandi banche unite per una nuova criptovaluta

Related Posts