I miei dati contano, il manifesto che pone le persone al centro dell’economia digitale

No comments

Le organizzazioni di consumatori di Brasile, Belgio, Italia, Portogallo e Spagna si sono trovate a Bruxelles per condividere insieme un manifesto che pone le persone al centro dei big data.

#MyDataisMine, questo il nome dell’iniziativa raggiungibile sul sito www.mydataismine.com e sull’omologo italiano i miei dati contano, ha l’obiettivo di mettere la persona al centro dell’economia dei dati che è in fortissima crescita con un valore a livello Ue stimato a più di 700 miliardi di euro, il 4% del Pil, entro il 2020.

I miei dati contano: le persone al centro dell’economia digitale derivante da Big Data e IoT

Lo scopo ultimo è quello di rendere i Big Data e l’IoT strumenti di libertà anziché di condizionamento dell’autonomia di scelta.

Infatti, i player sul mercato utilizzano i dati generati dagli utenti per supportare l’innovazione creando nuove economie di scala e adeguando le offerte ai bisogni individuali.

Ma se il valore prodotto dalla presenza dei dati e della loro analisi è significativo, è giusto che parte del valore generato ritorni agli utenti stessi affinché non siano un ulteriore strumento di profilazione spinta.

Il manifesto si pone tre macro obiettivi:

  1. assicurarsi che i dati personali e la privacy dei consumatori siano rispettati;
  2. sia prevista l’opportunità per le persone di giocare un ruolo chiave nella nuova economia;
  3. siano stabilite le condizioni di un’economia digitale che garantisca ai consumatori la giusta parte dei profitti in un ambiente economico stabile e sicuro.
Smart NationI miei dati contano, il manifesto che pone le persone al centro dell’economia digitale

Related Posts