I-Nest, parte in Italia uno dei primi poli europei per l’innovazione digitale

No comments

Al via ufficialmente I-Nest, uno dei primi European Digital Innovation Hub italiani che hanno l’obiettivo di supportare la transizione digitale delle PMI e della Pubblica Amministrazione sul nostro territorio.

A seguito dell’incontro di qualche giorno fa presso Unioncamere che ha presentato il progetto I-Nest, cofinanziato dall’Unione europea e dal Ministero delle Imprese e del Made in Italy, si può ufficialmente parlare dell’avvio delle attività che vanno dallo scouting tecnologico alla promozione della cultura digitale all’interno di imprese e Pubbliche Amministrazioni.

In particolare, il polo digitale si occuperà di identificare e sperimentare soluzioni e servizi distribuiti innovativi destinati alla transizione digitale di pubblico e privato ma anche di selezionare e adottare processi e modelli emergenti in contesti e servizi in rete.

I-Nest è frutto di un consorzio che raccoglie otto partner con competenze complementari: di questi vi sono Cnit ed Enea, che offrono competenze tecniche, Unioncamere, come fornisce l’interfaccia con il sistema delle imprese e delle PA locali, Dintec e Infocamere, che agiscono come provider di soluzioni di innovazione tecnologica e digitale, TIM, come provider globale per le telecomunicazioni e infine Warrant Hub e Co.Mark, come aziende di consulenza specializzate nella trasformazione digitale.

Smart NationI-Nest, parte in Italia uno dei primi poli europei per l’innovazione digitale

Related Posts