iNEST, l’Università di Padova avvia un ecosistema dell’innovazione per il Triveneto

No comments

L’Università di Padova, in qualità di Ente capofila e promotore, ha avviato la costituzione del Consorzio iNEST, Interconnected Nord-Est Innovation Ecosystem, per estendere i benefici delle tecnologie digitali alle principali aree di specializzazione del Triveneto in modo da realizzare nel Nord Est dell’Italia una rete capillare finalizzata allo sviluppo delle tecnologie digitali applicate ai settori trainanti quali, ad esempio, quelli industriale-manifatturiero, quello agricolo ma anche quello relativo all’economia del mare e della montagna.

Il nuovo Consorzio raccoglie 9 università: Università di Padova, Università di Verona, Università Ca’ Foscari di Venezia, IUAV di Venezia, Università di Trento, Università di Bolzano, Università di Udine, Università di Trieste e SISSA di Trieste.

Fra i fondatori compaiono anche il Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR) e l’Istituto Nazionale di oceanografia e di Geofisica Sperimentale (OGS).

La struttura del consorzio è ramificata partendo da un hub, rappresentato dall’Università di Padova, che è il referente unico per l’attuazione del Programma di Ricerca dell’Ecosistema dell’Innovazione: all’hub sono agganciati diversi soggetti esecutori presso cui sono localizzate le attrezzature e sono svolte le attività di ricerca.

Tra le strutture coinvolte vi è un filo rosso digitale che lega i settori oggetto di innovazione.

Maggiori dettagli nel comunicato dell’Università di Padova.

Smart NationiNEST, l’Università di Padova avvia un ecosistema dell’innovazione per il Triveneto

Related Posts