ISTAT, in aumento le imprese che innovano

No comments

L’ISTAT ha rilasciato un rapporto sul triennio 2014-2016 circa i trend di digitalizzazione delle aziende italiane.
I settori più attivi sono quelli industriali con in testa quello elettronico con un tasso di innovazione del 90%: in generale le imprese innovatrici sono soprattutto le PMI mentre le grandi aziende, a causa di un ridimensionamento nei servizi, stanno contraendo gli investimenti verso l’innovazione di prodotto, metodologie e processi.

Il bilancio comunque rimane positivo: rispetto al triennio precedente l’innovazione cresce di 4 punti percentuali coinvolgendo quasi la metà delle imprese italiane.

L’innovazione è soprattutto un aspetto per piccole e medie imprese

Se le piccole imprese che investo in innovazione salgono del 4,3%, le medie crescono del 3,4% mentre le grandi arretrano di 1,5%: per quasi tutte le grandi imprese industriali però l’innovazione si conferma il cardine delle scelte strategiche aziendali soprattutto per le aziende attive nel settore dell’elettronica, della chimica e della farmaceutica.

Il settore manufatturiero insegue, trainato soprattutto dall’abbigliamento.

Nel triennio considerato, quasi tre imprese su quattro imprese hanno introdotto innovazioni di prodotto o processo mentre le altre hanno introdotto soltanto forme di innovazione non collegate alle tecnologie (organizzazione e marketing) o portato a termine processi risalenti a periodi precedenti.

Maggiori informazioni qui.

Smart NationISTAT, in aumento le imprese che innovano

Related Posts