In Italia cresce la condivisione di notizie tramite piattaforme di messaggistica

No comments

Se la fiducia delle persone verso i mezzi di informazione scende, soprattutto nei riguardi dei social network, a causa del proliferare delle fake news, cresce invece l’appettibilità delle piattaforme di messaggistica come fonte informativa privilegiata.

Secondo il Digital News Report 2017 del Reuters Institute, un’analisi svolta su un campione di 70 mila consumatori di news online in 36 Paesi del mondo tra cui l’Italia, per la lettura e la condivisione delle notizie gli utenti hanno iniziato ad utilizzare sempre più diffusamente le piattaforme come WhatsApp o Telegram.

Questo anche grazie alla crescita della fruizione delle notizie dal cellulare che si leggono soprattutto a letto (46%), sui mezzi di trasporto (42%) e in bagno (32%).

Sul campione, il 33% degli intervistati è scettico nei confronti delle notizie mentre solo una persona su quattro (24%) pensa che i social network siano capaci di fornire contenuti attendibili.

La perdita di consenso sui social network come fonte di notizie si osserva soprattutto in Paesi dove c’è un’elevata polarizzazione politica come Stati Uniti, Italia e Ungheria.

In Italia l’uso dei social per informarsi è diminuito del 5% mentre l’uso di sistemi di messaggistica come WhatsApp è passato dal 20 al 24%.

Le notizie condivise tramite piattaforme di messaggistica non sono filtrate da algoritmi

La crescita delle piattaforme di messaggistica sembra essere dovuta soprattutto al fatto che risultano essere maggiormente privati e perché tendono a non filtrare i contenuti tramite algoritmi.

Sui dati totali, il 23% degli intervistati utilizza una piattaforma di messaggistica per trovare, condividere e discutere di notizie almeno una volta a settimana: di questi il 15% preferisce WhatsApp, l’8% Facebook Messenger, il 2% Snapchat.

L’incremento dell’utilizzo delle piattaforme di messaggistica si è dovuto probabilmente anche all’introduzione, su Telegram, Messenger e Google Allo, dei chatbot, software che simulano utenti virtuali per interagire con utenti reali su diversi argomenti come news, meteo, traffico e sport.

Si consolidano inoltre gli aggregatori di notizie come Flipboard, Apple News o Snapchat Discover.

Smart NationIn Italia cresce la condivisione di notizie tramite piattaforme di messaggistica

Related Posts