La digital transformation cambia la sanità pubblica

No comments

Per digital transformation si intende un insieme di cambiamenti prevalentemente tecnologici che comportano, fra le altre cose, il miglioramento dell’efficienza operativa e della customer experience.
La sostenibilità del Sistema Sanitario Nazionale dipenderà anche da come, grazie all’innovazione organizzativa e tecnologica, si riusciranno ad abbattere i costi: l’eHealth è a tutti gli effetti la risposta principale al problema dei costi in fatto di salute pubblica.
A tale riguardo un caso di successo è rappresentato dall’Ospedale Ortopedico Galeazzi di Milano che ha implementato nella propria struttura una soluzione in grado di gestire l’attività delle sale operatorie, monitorare i pazienti e coordinare i medici.
Grazie a speciali dispositivi TAG RTLT (Real Time Location Tracking), questo sistema riesce a gestire in tempo reale attività ed eventi critici del flusso operativo consentendo di seguire il paziente e la sua cartella clinica nel percorso chirurgico.
In questo modo tutti gli operatori coinvolti nella filiera della salute, dai caposala ai capo anestesisti, potranno ridurre i tempi di attesa tra una procedura e l’altra: al software hanno accesso tutti i reparti dell’ospedale mediante 115 monitor e tablet, in questo modo gli operatori sono costantemente informati sull’attività delle sale operatorie, senza più la necessità di mettersi in contatto via telefono, ma con monitor e computer.
La soluzione è stata installata presso entrambi i reparti chirurgici dell’ospedale Galeazzi, composti da 11 sale operatorie, e viene utilizzato da oltre 200 operatori, coordinando i 14 reparti di degenza, la terapia intensiva, le unità che si occupano di sterilizzazione e impianti, la farmacia, l’emoteca, i laboratori e il Pronto Soccorso.

Il periodo di sperimentazione ha registrato interessanti risultati: il 100% delle fratture al femore sono operate entro 48 ore (nel 2014 il dato era pari all’82%), ed è stata migliorata la puntualità dei primi interventi del giorno (+9%) e l’utilizzo delle Pre-sale operatorie (+17%).
La migliore comunicazione e il maggiore coordinamento tra gli operatori hanno consentito di ridurre i tempi medi di chiamata del paziente per la sala operatoria, da 40 a 22 minuti, e di azzerare i tempi morti di ogni sala e struttura prevenendo rischi, errori e ritardi.

Tale innovazione è valsa il premio
Innovazione digitale in sanità 2016 della School of Management del Politecnico di Milano per la categoria processi gestionali e ricorda, ancora una volta, come l’innovazione può incidere sul benessere dei cittadini grazie alle sue diverse applicazioni che spaziano dall’efficientamento delle operazioni alle soluzioni altamente tecnologiche quali, ad esempio, il monitoraggio dei raggi UV.

Smart NationLa digital transformation cambia la sanità pubblica

Related Posts