Alla Maker Faire di Roma presente il progetto BiblioMakers

No comments

In attesa della partenza della nuova edizione della Maker Faire Rome che si terrà dal 1 dicembre fino al 3 dicembre presso la Fiera di Roma, è stata confermata la presenza di un progetto molto interessante da poco operativo nella Capitale.

Tra le tante novità e progetti attesi è prevista la presentazione di Bibliomakers, il primo makerspace ospitato presso le biblioteche comunali di Roma.

Promosso dal Goethe-Institut in collaborazione con le Biblioteche di Roma, si tratta di un progetto pilota i cui spazi saranno aperti fino ad aprile 2018 dove si terranno laboratori organizzati su prenotazione, ogni martedì e giovedì dalle 9 alle 13, dedicati al mondo dei makers.

Il makerspace è uno spazio collaborativo destinato all’imparare, esplorare e condividere nozioni relative al mondo dei maker, ossia di coloro che utilizzano metodologie di fabbricazione digitale come per esempio la stampa 3d a anche laser cutter, plotter da taglio, saldatori e quanto altro.

BiblioMakers, un’officina tecnologica della creatività

Insomma, una vera e propria officina condivisa tecnologica che affronterà tematiche come digital storytelling, tinkering, discipline stem e pensiero computazionale.

Quello di Roma, aperto alla Fabrizio Giovenale a Casal dei Palazzi (Municipio IV) è il primo makerspace in una biblioteca comunale.

Bibliomakers è presentato dallo staff della Fondazione Mondo Digitale il cui FabLab a Roma, all’interno della Palestra dell’Innovazione, è divenuto in poco tempo un luogo di innovazione e scambio di cultura e sapere tecnologico.

Smart NationAlla Maker Faire di Roma presente il progetto BiblioMakers

Related Posts