Matera, 5G e digitale al servizio della cultura

No comments

La cultura splende a Matera grazie alla tecnologia: TIM, Fastweb e Huawei hanno permesso infatti di vedere in anteprima le opportunità offerte dalle tecnologie basate sulla rete di nuova generazione 5G.

Durante una presentazione presso la Camera dei Deputati a Roma infatti, è stato possibile osservare delle copie digitali perfettamente realistiche ottenute tramite l’uso della realtà virtuale abbinata alla capacità trasmissiva della rete 5G che è in corso di sperimentazione a Matera e in altre selezionate città italiane.

Il 5G è una tecnologia abilitante

Il 5G infatti è lo strumento che, insieme alla realtà virtuale, permette un’esperienza coinvolgente di turismo digitale che, nel caso di Matera, consente di visitare le riproduzoni dettagliate e realistiche dei monumenti della città dei Sassi.

Durante la dimostrazione è stato possibile così visualizzare la pietra delle chiese rupestri come San Nicola dei Greci, la Madonna delle virtù e la Cripta del peccato originale.

Il visitatore può muoversi liberamente tra le sale e le navate scavate nella roccia illuminando con una speciale torcia virtuale gli affreschi alto-medievali ma anche interagire con un assistente virtuale in grado di descrivere i monumenti e rispondere alle domande del visitatore.

Si tratta di una delle 70 prove sul campo della sperimentazione in corso tra Bari e Matera che risponde appunto al progetto BariMatera5G di cui si occupano TIM, Fastweb e Huawei, su mandato del MiSE. Matera ha inaugurato da poco l’anno in cui riveste il ruolo di capitale europea e l’intenzione è quella di fare del digitale uno dei cardini dell’esperienza dei visitatori, venendo incontro anche alle necessità delle persone che, per esempio, per problemi di mobilità non possono apprezzare i tesori cittadini.

Smart NationMatera, 5G e digitale al servizio della cultura

Related Posts