Mèmora, la Regione Piemonte digitalizza la cultura

No comments

La salvaguardia del patrimonio culturale è una delle attività più importanti per qualsiasi territorio perché consente di tramandare tradizioni e storia alle generazioni future.

Ritenendola un’attività strategica, la Regione Piemonte ha deciso di utilizzare il digitale per trovare una soluzione che consentisse di raggiungere l’obiettivo: da qui la nascità di Mèmora.

Mèmora è una piattaforma digitale pubblica, libera e gratuita che la Regione Piemonte ha deciso di creare, per prima in Italia, con il CSI per raccogliere il patrimonio culturale di centinaia di archivi salvaguardati da istituti e musei sparsi nel territorio.

La piattaforma contiene migliaia di documenti, fotografie, manifesti e video appartenenti a centinaia di enti: con oltre 70.000 oggetti digitali, 500.000 schede descrittive di beni artistici e 500 inventati di archivi storici.

Un’unica piattaforma per diverse tipologie di reperti

Mèmora è una piattaforma che si presta alla crescita delle informazioni raccolte perché, attraverso un’unica interfaccia web, integra la possibilità di raccogliere diversi beni culturali attingendo a molteplici software fino ad ora utilizzati da ciascuna realtà museale.

La piattaforma si basa sul software opensource CollectiveAccess già impiegato da musei, archivi e biblioteche in tutto il mondo.

Di fatto è il risultato di un percorso iniziato con la nascita di 9centRo, la soluzione tecnologica dedicata al Polo del ‘900 di cui abbiamo già parlato.

Maggiori informazioni sul sito della Regione Piemonte.

Smart NationMèmora, la Regione Piemonte digitalizza la cultura

Related Posts