Il MIUR finanzia le prime biblioteche scolastiche innovative

No comments

Le biblioteche sono da sempre il luogo eletto per la diffusione della cultura ma possono anche rappresentare un avamposto per lo sviluppo di competenze digitali.

Spesso infatti vengono organizzati corsi di alfabetizzazione digitale rivolti agli over 60 e a tutti coloro che necessitano di un aiuto sul fronte delle nuove tecnologie.

Su questa linea il MIUR si è mosso per dare ulteriore dignità a questi luoghi di cultura e ha stanziato uno specifico progetto per efficientare e rendere più moderne le biblioteche scolastiche nell’ambito della ventiquattresima azione del piano per la Scuola digitale.

Biblioteche scolastiche innovative, un nuovo polo di cultura per il territorio

L’idea è quella di trasformare gli spazi in centri territoriali aperti anche al di fuori dell’orario scolastico e fruibili dalla cittadinanza per la promozione della lettura e l’educazione all’informazione anche attraverso il prestito dei testi in formato digitale.

Non solo, massima attenzione anche alla diffusione degli strumenti di cultura locale con la possibilità di abbonarsi online a quotidiani e periodici del territorio dove è ospitata la biblioteca.

Per supportare il programma biblioteche scolastiche innovative il MIUR ha messo a disposizione un bando da 5 milioni di euro che è stato assegnato negli scorsi giorni ai primi 500 progetti su oltre 3.000 inviati.

Sono previsti altri 5 milioni che consentiranno, nel mese di settembre, di finanziare ulteriori 500 progetti per un totale di 1.000 biblioteche innovative.

Smart NationIl MIUR finanzia le prime biblioteche scolastiche innovative

Related Posts