Il MIUR lancia a Roma un distretto tecnologico dedicato alla ricerca

No comments

Grazie al MIUR nella periferia sud-est di Roma prende il via un’iniziativa altamente innovativa che vede la nascita di una rete di centri di ricerca per una città intelligente.

Il progetto, denominato “Distretto dell’economia della scienza per una smart city sostenibile”, intende valorizzare la scienza come volano per il progresso sociale ed economico dei territori periferici disagiati.

Lo scopo è innescare una serie di dinamiche in grado di portare ricadute sul territorio, soprattutto su tre grandi direttrici: il trasferimento tecnologico, il turismo scientifico e l’indotto legato all’attività scientifica.

Per farlo, l’iniziativa si focalizza sulla promozione di alcuni interventi come lo sviluppo di infrastrutture digitali, progetti di mobilità sostenibile e di promozione del turismo congressuale tramite l’utilizzo di risorse umane provenienti dal territorio che, secondo gli indicatori, presenta il più alto tasso di dispersione scolastica e il minore numero di laureati della provincia di Roma nonostante vi siano la maggioranza degli enti pubblici di ricerca d’Italia, oltre a poli di eccellenza come l’Agenzia Spaziale Italiana (Asi) e il campus di Tor Vergata.

Da qui l’idea di sovvertire le valutazioni degli indicatori socio-economici, che individuano il territorio come ad alto rischio di degrado, tramite azioni mirate per generare coesione sociale ed economica e promuovere lo sviluppo della ricerca scientifica a livello territoriale con l’opportunità di poter clonare, su altri territori, il modello così sperimentato.

Smart NationIl MIUR lancia a Roma un distretto tecnologico dedicato alla ricerca