Il Museo Teatrale alla Scala diventa digitale

No comments

Fondato nel 1913, il Museo Teatrale alla Scala custodisce uno straordinario patrimonio artistico legato alla musica e al canto.

Per migliorare il processo di divulgazione di questo tesoro culturale ampliando il bacino di oltre 250.000 visitatori che ogni anno visitano le opere d’arte in esso contenute, il Museo Teatrale alla Scala ha abbracciato l’innovazione tecnologica.

Grazie ad una partnership con Samsung e ETT infatti, il Museo ha posto in essere una strategia che mira a integrare gli obiettivi di conservazione ed esposizione delle opere coinvolgendo i visitatori in particolari percorsi di scoperta basati sugli interessi dei singoli.

In particolare l’offerta ruota attorno a tre grandi iniziative digitali.

La prima riguarda un’esperienza basata sulla realtà virtuale, con una visita completa al Museo esplorando il Teatro a 360° con l’impiego dei Samsung Gear VR dotati di Smartphone Galaxy S8 e cuffie per poter godere dei contenuti in realtà virtuale realizzati appositamente.

La seconda innovazione è relativa alla posa di specifiche postazioni multimediali che, grazie ad un monitor a parete, forniranno ai visitatori le principali informazioni come orari e costo del biglietto a cui aggiungere sei totem provvisti di monitor touch che introducono alle varie sale del Museo, alla storia del Teatro, ai luoghi scaligeri di Milano con la proiezione di specifici contenuti audio e video.

Infine l’app del Museo Teatrale alla Scala, disponibile in anteprima su Play Store per Android e realizzata anche grazie al contributo di Regione Lombardia.

L’app presenta 6 percorsi virtuali: Grand Tour, le 9 muse, i tesori del Museo, Celebrities, la Scala e Milano.

Ciascuno di questi percorsi è fornito di una propria descrizione in 7 lingue (italiano, inglese, francese, tedesco, spagnolo, russo e giapponese) e di una mappa del Museo che indicherà la sala di collocazione all’interno del Museo.

App, realtà virtuale ma anche Wi-Fi

Infine nel Museo e nel Ridotto dei Palchi ‘Arturo Toscanini’ una connessione Wi-Fi permetterà di scaricare l’app; la connessione resterà attiva anche la sera per il pubblico del Teatro.

Dopo la pausa estiva il progetto sarà completato con il nuovo sito del Museo e l’attivazione dell’acquisto dei biglietti online.

Smart NationIl Museo Teatrale alla Scala diventa digitale

Related Posts