Necessaria un’identificazione digitale per il reddito di cittadinanza

No comments

Il reddito di cittadinanza è una delle misura più attese oggetto della Manovra economica che determinerà una dirompente rivoluzione nel welfare italiano garantendo a tutti i cittadini una soglia minima necessaria ad una sopravvivenza decorosa.

Gli strumenti per la sua assegnazione non potevano certo non considerare il digitale come risorsa utile ad efficientare il processo di assegnazione.

SPID e reddito di cittadinanza, la conferma durante il forum AGI

Nel corso del forum AGI sul digitale l’attuale Ministro del Lavoro e dello Sviluppo Economico ha confermato che l’accesso al reddito di cittadinanza, atteso per questa primavera, sarà possibile tramite identificazione digitale.

Tale identificazione avverrà tramite il ricorso a SPID, il Sistema Pubblico d’Identità Digitale, che rappresenta l’attuale stato dell’arte nel processo di identificazione da parte dei cittadini nei confronti della PA.

L’identità digitale non è mai decollata autonomamente ma ha sempre richiesto degli incentivi per la sua adozione, come in occasione del lancio del bonus per i maggiorenni e della Carta del Docente.

La scelta di utilizzare il digitale è coerente con la pianificazione voluta dal Team per la Trasformazione Digitale che guidato da Luca Attias, neo Commissario per l’Agenda Digitale, in sostituzione di Diego Piacentini.

Smart NationNecessaria un’identificazione digitale per il reddito di cittadinanza

Related Posts