Nuove opportunità di lavoro nel campo dell’artigianato digitale

No comments

L’Italia si è sempre distinta per la propria storia artigianale in praticamente ogni settore, dalla lavorazione del vetro alla pelletteria passando per l’arte orafa e le porcellane.
A riprova di ciò, il marchio Made in Italy, ossia l’indicazione che indica un prodotto completamente progettato, fabbricato e confezionato in Italia, è universalmente riconosciuto come sinonimo di qualità e bellezza.

Negli ultimi anni si sta diffondendo un fenomeno dirompente che affonda le sue radici nella medesima cultura del fare e del fabbricare che contraddistingue l’artigianato tradizionale: si tratta dei makers, un neologismo attraverso il quale si indica una categoria di persone che amano creare nell’ambito delle nuove tecnologie.
Non a caso definiti artigiani digitali, questi professionisti realizzano prodotti e apparecchiature di qualsiasi tipo sfruttando competenze innovative e nuove tecnologie: è il caso, ad esempio, dei manufatti realizzati attraverso la stampa 3D.

Questo movimento innesca nuovi modelli di produzione e di business grazie alla fusione fra manualità, tecnologia, collaborazione, design e sostenibilità.

Proprio su questa forma di innovazione si concentra l’attenzione di Italia Lavoro, una società per azioni totalmente partecipata dal Ministero dell’Economia e delle Finanze, che opera, per legge, come ente strumentale del Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali per la promozione e la gestione di azioni nel campo delle politiche del lavoro, dell’occupazione e dell’inclusione sociale.

A tale proposito ha lanciato il bando Botteghe di Mestiere e dell’Innovazione che consente di iscriversi a una delle botteghe presenti in tutte le regioni d’Italia.

Qualora selezionato, il candidato potrà partecipere ad un tirocinio di sei mesi ricevendo una borsa mensile di 500 euro lordi ma soprattutto avendo l’opportunità di imparare sul campo le tecniche e i segreti del mestiere scelto.

All’interno del bando, a fianco delle professionalità artigianali tradizionali, rientrano le nuove professioni come la creazione di prodotti innovativi con le stampanti 3D e tutto ciò che si può realizzare nei FabLab, delle vere e proprie officine che offrono servizi personalizzati per la produzione di qualsiasi tipo di oggetto, reale o virtuale, secondo i principi che regolano l’artigianato digitale.

Smart NationNuove opportunità di lavoro nel campo dell’artigianato digitale

Related Posts