Online i nuovi archivi digitali degli Uffizi

No comments

Gli Uffizi continuano l’attività per rendere l’arte sempre più digitale facilitandone l’accesso anche ai visitatori che vogliono interessarsi delle opere conservate.

Infatti grazie alla pubblicazione dei nuovi archivi digitali, dipinti, statue, sculture e rilievi sono consultabili direttamente online completamente in 3D potendo quindi ingrandirne i dettagli e aumentarne l’illuminazione.

L’iniziativa è resa possibile da una profonda revisione dei contenuti e dall’integrazione tra le banche dati di 5 istituzioni quali a Soprintendenza Belle Arti, Uffizi, Bargello, Polo Museale della Toscana e Galleria dell’Accademia.

Gli Uffizi in 3D grazie all’Università dell’Indiana

Tutta la collezione statuaria classica degli Uffizi sarà presto sottoposta a scansione in 3D realizzata con procedimenti fotogrammetrici grazie al lavoro dell’Università dell’Indiana che nel 2016 ha stipulato una convenzione con gli Uffizi proprio a tale proposito.

Al momento la procedura è completa per metà dei reperti ed è rinvenibile nella sezione opere: l’elenco completo della digitalizzazione è reperibile sul sito temporaneo www.digitalsculpture-uffizi.org.

Tramite questa metodologia, un visitatore virtuale degli Uffizi potrà cogliere dettagli come la resa della parte posteriore di una statua oppure scorgere la foggia dell’acconciatura: si tratta di un’attività altrimenti impossibile tramite una visita ordinaria.

I modelli 3D inoltre permettono una migliore tutela dell’opera tramite accurate mappature delle superfici che consentono l’analisi dello stato di degrado e tracce di antiche cromie oltre alla possibilità di calcolare con esattezza il peso delle sculture, dato essenziale per la movimentazione e per il calcolo della statica dei locali.

Smart NationOnline i nuovi archivi digitali degli Uffizi

Related Posts