Black Friday, oggi è la giornata dedicata alle migliori offerte online

No comments

Il giorno che segue il Thanksgiving, ossia la Festa del Ringraziamento statunitense, è la giornata degli sconti per antonomasia: si tratta di quello che ai più è conosciuto come Black Friday.

Anche quest’anno nel nostro Paese, in sintonia con quanto avviene negli Stati Uniti, è tempo di scoprire centinaia di prodotti con sconti davvero importanti.

Alcune offerte sono già disponibili dall’inizio di questa settimana e continueranno anche il prossimo lunedì, giornata dedicata al Cyber Monday, ma esclusivamente per i prodotti tecnologici.

Alla ricerca dell’offerta più conveniente, gli utenti confermano l’interesse verso il mondo dell’e-commerce soprattutto per quanto riguarda i giovani tra i 18 e i 34 anni di ambo i sessi: i prodotti più appetibili rimangono quelli relativi al settore dell’elettronica di consumo come console, notebook, TV led, fotocamere e ovviamente smartphone, smartwatch e tablet.

Fra i negozi più conosciuti, vi sono sezioni dedicate su Amazon, Unieuro ma anche direttamente sui vari siti dei produttori.

Il suggerimento migliore è quello di seguire direttamente i brand preferiti su Facebook e Twitter in attesa che i marchi pubblichino delle promozioni da afferrare al volo.

Smart NationBlack Friday, oggi è la giornata dedicata alle migliori offerte online
Vai all'articolo

Aziende Confiscate, online il portale dedicato alle informazioni delle aziende confiscate alla criminalità organizzata

No comments

L’Agenzia Nazionale per i Beni Sequestrati e Confiscati, Unioncamere e Infocamere hanno lanciato Aziende Confiscate, un portale open data contenente tutte le informazioni riguardanti le aziende confiscate alla criminalità organizzata, con una sezione dedicata all’Agenzia per i beni sequestrati e confiscati e una aperta a tutti i cittadini.

Si tratta di uno strumento che punta a garantire la massima trasparenza sulla gestione e sulla destinazione dei beni stessi per rafforzare il dialogo tra i soggetti, pubblici e privati, interessati al mondo dei beni confiscati: lo scopo ultimo è la marcata riduzione dei tempi di assegnazione delle imprese confiscate per evitare che, una volta espropriate alle organizzazioni criminali, esse finiscano per chiudere generando un forte impatto negativo sull’economia e sulla società.

Le aziende in confisca definitiva sono 2.317 di cui il 90,8% è localizzato in 5 regioni: una su tre (32%) in Sicilia, il resto in Campania (17,5%), Lazio (13,4%), Calabria (13%) e Lombardia (8,4%).

Fra i settori più coinvolti vi sono le costruzioni con il 23% delle imprese confiscate, il commercio (21,5%), la ristorazione e le strutture ricettive (8,5%), l’immobiliare (7,3%), il manifatturiero (7,2%), i trasporti e le attività di magazzinaggio (5,6%) e infine l’agricoltura (4,5%).

Il portale Aziende Confiscate è finanziato dal Programma Operativo Nazionale “Legalità” 2014-2020 del Ministero dell’Interno.

Smart NationAziende Confiscate, online il portale dedicato alle informazioni delle aziende confiscate alla criminalità organizzata
Vai all'articolo

Parte il Fondo Nazionale Innovazione

No comments

Dopo il suo lancio avvenuto alcuni mesi fa, con la designazione della governance avvenuta ieri, è ufficialmente partito il Fondo Nazionale Innovazione che diventa pienamente operativo.

Le nomine riguardano l’AD, Enrico Resmini, e i consiglieri, fra cui Marco Bellezza, che sono chiamati al difficile compito di imprimere la visione strategica che guiderà gli investimenti del Fondo denominato Invitalia Ventures SGR in quanto continuum della SGR di Invitalia: la dotazione potrà arrivare fino a 1 miliardo di euro e sarà interamente dedicato al supporto dell’innovazione attraverso attività di Venture Capital.

Si tratta di un impegno sostanziale da parte dello Stato per dare un nuovo impulso ad un settore, quello degli investimenti con capitale di rischio verso iniziative innovative, che in Italia ha registrato performance discutibili anche per la sostanziale mancanza di liquidità sistemica.

L’impegno del Fondo è quello di effettuare investimenti diretti e indiretti in minoranze qualificate nel capitale di imprese innovative con Fondi generalisti, verticali o Fondi di Fondi, a supporto di startup e PMI innovative onde arginare il fenomeno della dispersione di talenti e di contrastare la cessione di proprietà intellettuale e altri asset strategici verso l’Estero che si è da sempre dimostrato un luogo più ospitale per l’innovazione.

Smart NationParte il Fondo Nazionale Innovazione
Vai all'articolo

La Corte dei Conti evidenzia il ritardo eccessivo nella trasformazione digitale della PA

No comments

La Pubblica Amministrazione italiana è in forte ritardo relativamente alla propria trasformazione digitale: è quanto emerge dall’ultimo studio presentato dalla Corte dei Conti che delinea un quadro non confortante del livello di innovazione nella PA italiana.

Da quanto emerge dall’analisi l’Italia è tra i Paesi più in ritardo rispetto alla costruzione di un sistema di e-Government consolidato a causa dei bassissimi livelli di digitalizzazione e dell’oggettiva difficoltà di penetrazione delle nuove tecnologie nella popolazione che utilizza in modo scarso i pochi servizi disponibili.

Del resto, la scarsa diffusione dell’identità digitale che ha recentemente motivato una riorganizzazione del sistema di erogazione che verrà messo in pista a breve è lo specchio di quanto sia difficile per l’Italia arrivare ad una svolta digitale.

Stando al DESI, acronimo per Digital Economic Strategy Index ossia l’indice sviluppato dalla UE per misurare la diffusione del digitale nei propri Paesi membri, l’Italia è attualmente al 24esimo posto su 28 con una velocità di crescita delle iniziative in ambito digitale palesemente inferiore a quella della media europea nonostante i 5,8 miliardi di euro l’anno dedicati all’informatica pubblica.

I due problemi principali sono individuati nella scarsa razionalità con cui vengono utilizzate le risorse anche per una sostanziale mancanza di coordinamento delle varie PA e sicuramente un’altrettanto scarsa attività di divulgazione di competenze digitali di base che dovrebbero preparare la popolazione all’uso delle nuove tecnologie ma anche i dipendenti pubblici ad un utilizzo più consono degli strumenti digitali cosa che non avviene anche per fattori anagrafici (l’età media dei dipendenti pubblici è di oltre 50 anni e tende a crescere).

Maggiori informazioni direttamente qui.

Smart NationLa Corte dei Conti evidenzia il ritardo eccessivo nella trasformazione digitale della PA
Vai all'articolo

Il Comune di Giugliano sigla l’accordo con Open Fiber per la nuova rete in fibra ottica

No comments

Nel Comune di Giugliano Open Fiber è pronta ad accelerare la connettività dei cittadini e delle aziende del territorio grazie alla convenzione siglata con l’Amministrazione che porterà ad attivare l’infrastruttura di rete in fibra ottica FTTH in circa 30mila unità immobiliari.

Complessivamente la nuova rete in fibra ottica si estenderà per 190 chilometri in quello che risulta essere il Comune non capoluogo di provincia più popoloso di tutta Italia: l’obiettivo è gettare le basi per rendere Giugliano una vera e propria smart city iniziando dalla struttura di telecontrollo per migliorare la sicurezza urbana.

Entro 18 mesi dall’avvio dei cantieri tutte le aree della città interessate dal progetto saranno cablate: dei 190 chilometri previsti ben 134 saranno realizzati attraverso il riuso di reti già presenti in città privilegiando metodologie innovative di scavo a basso impatto ambientale.

Insieme alla sicurezza urbana la piattaforma di connettività di Open Fiber offrirà nuove opportunità nell’ambito della telemedicina, del telelavoro, dell’educazione a distanza ma anche dell’IoT e per il mondo produttivo in generale.

Maggiori informazioni nel comunicato stampa.

Smart NationIl Comune di Giugliano sigla l’accordo con Open Fiber per la nuova rete in fibra ottica
Vai all'articolo

Merano sperimenta il bus a guida autonoma

No comments

A Merano è tempo della sperimentazione di Navya, il bus a guida autonoma di livello 3 che è in grado di trasportare fino a 15 persone ad un massimo di 25 chilometri l’ora attraverso un percorso sperimentale urbano che simula tipicamente l’ultimo miglio di una mobilità evoluta.

La sperimentazione prende il via nella settimana che va dal 25 novembre al primo dicembre ed è la prima in Italia aperta al pubblico e su percorso urbano: dalle 9 alle 17 i cittadini di Merano potranno provare l’innovazione attraverso corse a ciclo continuo che percorrono l’anello urbano che tocca il centro storico e i Mercatini di Natale.

Il mezzo è dotato di un avanzato sistema di sensoristica collegato ad un segnale Gps, sfrutta la tecnologia 3 e 4G in attesa della diffusione del 5G, ha una autonomia di 9 ore e di notte si ricarica: oltre ad essere ecosostenibile, è in grado di riconoscere l’utente registrato anche in funzione di una eventuale disabilità estraendo l’apposita pedana se necessario.

L’iniziativa è inserita nel progetto europeo Mentor con il supporto del Comune di Merano e di Briga-Glis (Svizzera) e come partner tecnologici NOI Techpark, Sasa e PostAuto.

Smart NationMerano sperimenta il bus a guida autonoma
Vai all'articolo

My Storytime, la piattaforma di Google che avvicina i genitori lontani ai figli

No comments

Google viene incontro alle difficoltà dei genitori che vorrebbero essere più vicini ai propri figli piccoli anche quando sono chiamati ad essere lontani, ad esempio, per esigenze lavorative: uno dei riti che spesso la lontananza rende impossibile è quello della buonanotte.

Proprio in tal senso si sono mossi gli sforzi di Big G che ha creato la piattaforma tecnologica My Storytime che consente di registrare un racconto per permettere la sua riproduzione successiva ai bambini direttamente utilizzando uno smart speaker.

Progettata insieme alla società americana Instrument, My Storytime è integrata nella piattaforma Google Nest Home: il genitore lontano da casa può semplicemente registrare il racconto della buonanotte che poi può essere riprodotto a piacere tramite un apposito comando vocale.

L’inspirazione al progetto è stata data da un militare in servizio in Afghanistan che, per stare più vicino alle proprie figlie, ha registrato la propria voce mentre leggeva dei racconti: dal 2001 più di 2 milioni di bambini americani hanno avuto un genitore militare in missione all’estero ed è chiaro quale opportunità abbiano perso.

Ovviamente il progetto è accessibile a chiunque si trovi nella condizione di essere lontano da casa: i racconti conservabili nella piattaforma sono multipli e ordinabili anche tramite una capitolazione.

Smart NationMy Storytime, la piattaforma di Google che avvicina i genitori lontani ai figli
Vai all'articolo

Milano Partecipa, al via la manifestazione dedicata al futuro della democrazia nell’era digitale

No comments

Parte oggi Milano Partecipa, la manifestazione dedicata al confronto sui temi del governo partecipato della cosa pubblica: promossa dal Comune di Milano e da Fondazione Cariplo, la tre giorni è incentrata sul futuro della democrazia nell’era digitale.

Attraverso una serie di dibattiti, incontri e tavole rotonde verranno affrontati i temi della rivoluzione digitale applicata alla governance della società ma anche all’accesso delle informazioni.

In particolare si intende coinvolgere la cittadinanza per fornire gli elementi che consentano di interpretare la realtà attuale concentrandosi sulla digitalizzazione del processo democratico, ma anche sul rapporto fra economia e territorio oltre ad uno sguardo su come le comunità locale interagiscono grazie all’uso delle nuove tecnologie.

Il programma completo è disponibile sul sito ufficiale nella sezione dedicata al programma.

L’iniziativa ha il supporto di Intesa Sanpaolo, Gruppo CAP, Terna, Poste Italiane, Cariplo Factory e grazie a Mudec e Arena Listone Giordano con SkyTg24 come media partner.

Smart NationMilano Partecipa, al via la manifestazione dedicata al futuro della democrazia nell’era digitale
Vai all'articolo

Villaggio Digitale, l’educazione digitale è protagonista ad Appignano

No comments

L’uso improprio della tecnologia può generare pericolose conseguenze: la cronaca, anche nera, ricorda numerosi episodi il cui triste epilogo è dovuto a comportamenti scorretti circa l’uso degli smartphone.

Per questo motivo l’educazione digitale ha una primaria importanza e dovrebbe essere affrontata anche a scuola per preparare i giovani a mantenere un comportamento idoneo quando navigano sulla rete e quando utilizzano i dispositivi elettronici.

Nel frattempo però esistono degli eventi che puntano a diffondere il corretto uso della tecnologia: fra questi c’è Villaggio Digitale, una due giornate di formazione che tiene la propria seconda edizione nella città di Appignano.

L’evento, atteso per le giornate del 22 e 23 novembre, è un festival realizzato da Red – Rete Educazione Digitale, l’associazione maceratese che si occupa di educazione digitale in collaborazione con il Comune di Appignano: il tema centrale è relativo ai rischi e alle opportunità del web cercando di fornire agli utenti (con una attenzione particolare nei confronti dei più giovani) strumenti utili ad affrontare diversi aspetti critici legati alle interazioni online con altre persone.

Nella due giorni si parlerà di cittadinanza digitale e delle buone pratiche per un uso consapevole e sicuro dei nuovi mezzi tecnologici ma anche di cyberbullismo con la testimonianza di Paolo Picchio, padre di Carolina e presidente dell’omonima Fondazione, che racconterà il suicidio della figlia appena 14nne dopo essere stata suo malgrado protagonista di un video circolato su WhatsApp che l’ha esposta a settimane di ingiurie e scherno: da allora è divenuta simbolo della lotta al cyberbullismo.

Smart NationVillaggio Digitale, l’educazione digitale è protagonista ad Appignano
Vai all'articolo

Google Stadia arriva in Italia

No comments

Finalmente anche in Italia è disponibile Google Stadia, la celebre piattaforma gaming di nuova generazione che Big G ha realizzato con l’intento di innovare il modo in cui si gioca ai titoli videoludici del momento.

Basata interamente su tecnologia cloud, Google Stadia riflette quello che è stato Netflix per il mondo dell’intrattenimento legato ai film: il sistema infatti permette di usare giochi in HD su schermi senza effettuare alcun download o aggiornamento preventivo interamente in streaming.

Per utilizzare la piattaforma occorre unicamente essere dotati di joypad e di una connessione Wi-Fi oltre ovviamente al dispositivo per la riproduzione che può essere un computer desktop, mobile, un tablet, uno smartphone o anche una smart tv che supporti l’app o il browser Chrome.

Una volta entrati, tramite il menù è possibile usufruire di un catalogo che verrà progressivamente ampliato e che, ad oggi, conta 22 giochi come Borderlands 3, Ghost Recon: Breakpoint, Dragon Ball: Xenoverse e Darksiders Genesis.

Entro i primi mesi del 2020 sono già stati annunciati Doom: Eternal, WatchDogs: Legion, Gods & Monsters e Cyberpunk 2077.

Tutti i giocatori che intendono provare l’esperienza di Stadia possono sottoscrivere un abbonamento a Stadia Pro che include anche Destiny 2: The Collection e Samurai Shodown.

Smart NationGoogle Stadia arriva in Italia
Vai all'articolo