RaiPlay Sound, in arrivo la nuova piattaforma dedicata all’audio digitale

No comments

La RAI ha annunciato la nascita RaiPlay Sound, la piattaforma online dedicata all’audio digitale che consente di riprodurre podcast originali offline e in streaming oltre a permettere l’ascolto live e on demand dei vari canali radio della Rai.

Si tratta di un’importante innovazione che porta la RAI a diventare una vera e propria media company: tutto ciò che viene programmato e riprodotto su RaiPlay Sound è organizzato per generi ed argomenti in modo da facilitarne la fruizione.

Dagli audiolibri di ogni genere ai programmi di intrattenimento, ai podcast dedicati ad arte, storia, filosofia, scienza, ambiente e sostenibilità ma anche ad attualità, politica e sport.

L’obiettivo di RaiPlay Sound è quello di imporsi come player di riferimento del mercato digital anche nel segmento audio dopo il successo ottenuto con RaiPlay.

L’interfaccia di RaiPlay Sound si presenta particolarmente agevole nella fruizione in mobilità anche grazie all’omonima app che ne distribuisce i contenuti. RaiPlay Sound sarà resa disponibile entro la fine della primavera e sostituirà RaiPlay Radio: tutti gli utilizzatori dell’app delle radio RAI vedranno in automatico l’aggiornamento.

Maggiori informazioni nel comunicato di RAI.

Smart NationRaiPlay Sound, in arrivo la nuova piattaforma dedicata all’audio digitale
Vai all'articolo

Online il nuovo portale dedicato ai dati aperti

No comments

Online il nuovo portale dedicato ai dati aperti, un catalogo interattivo volto a favorire la valorizzazione del patrimonio informativo pubblico: raggiungibile all’indirizzo dati.gov.it, la nuova piattaforma offre un servizio di ricerca più efficace e variegato garantendo anche la possibilità di effettuare ricerche basate sulle keyword.

Le parole chiave rappresentano un elemento utile per l’aggregazione o il raggruppamento di dataset da parte della Pubblica Amministrazione che contribuisce ad alimentare il catalogo sia da parte di coloro che effettuano la ricerca di dataset.

Il nuovo portale inoltre offre l’integrazione del catalogo delle Basi di dati della PA utile a favorire la condivisione dei dati tra pubbliche amministrazioni per finalità istituzionali e determinando così un unico punto di accesso ai cataloghi della Basi di dati della PA e del Catalogo dei dati aperti che rimangono però totalmente indipendenti.

A concludere l’innovazione vi è inoltre un editor online, attualmente in versione beta, utile nei casi in cui non si dispone di uno specifico catalogo locale e un’interfaccia utente evoluta e rispondente alle linee guida di design e a quelle per l’accessibilità.

Maggiori informazioni nel comunicato di AgID.

Smart NationOnline il nuovo portale dedicato ai dati aperti
Vai all'articolo

Amazon Fresh arriva a Roma

No comments

Amazon ha annunciato l’arrivo di Amazon Fresh, il proprio celebre servizio di consegna della spesa in giornata.

Il servizio, accessibile direttamente dal sito dedicato ad Amazon Fresh o tramite l’app di Amazon permette, all’interno dell’abbonamento ad Amazon Prime, di ordinare prodotti freschi in una selezione di oltre 10.000 alimenti comprendenti carne, pesce, verdura, uova e molto altro.

Il servizio, già attivo da circa un mese a Milano, sbarca nella Capitale e verrà esteso ad altri clienti Prime in Italia entro la fine dell’anno.

La selezione di prodotti proposti da Amazon Fresh a Roma include molte specialità provenienti da startup italiane come i piatti casalinghi pronti della pugliese Pralina realizzati grazie a speciali varietà di ortaggi biologici locali oppure come il caffè Morettino o ancora come la famosa Bottarga MR Morris.

Le consegne avvengono in giornata, in finestre di due ore a scelta, senza costi aggiuntivi per ordini superiori a 50€.

Tutti i clienti Amazon Prime che si trovano nelle aree con CAP idonei a poter ordinare dal servizio Amazon Fresh, possono richiedere l’invito per iniziare lo shopping e riceveranno conferma via mail quando sarà possibile fare la spesa.

Smart NationAmazon Fresh arriva a Roma
Vai all'articolo

Il patrimonio artistico di Olivetti rinasce con il digitale

No comments

La Collezione Olivetti, ossia il patrimonio storico artistico di centinaia di opere d’arte fra cui dipinti, sculture e litografie raccolte da Olivetti nel corso del secolo scorso, conosce una nuova vita grazie all’accordo siglato fra il Comune di Ivrea, l’Associazione Archivio Storico Olivetti, TIM e Olivetti.

Lo scopo della collaborazione è la valorizzazione e il miglioramento della fruizione della raccolta di opere d’arte dell’azienda di Ivrea promuovendo e attuando nuovi progetti, fra cui una mostra negli spazi del Museo Civico P.A. Garda di Ivrea.

La diffusione del patrimonio artistico di Olivetti sottende all’interesse di sostenere l’innovazione anche attraverso nuovi linguaggi nel campo dell’arte e della tecnica tramite evolute forme di espressione della creatività e dell’ingegno.

Nel contempo, si intende esplorare nuove modalità di fruizione legate al momento storico attuale o contingente attraverso percorsi digitali e multimediali, in coerenza con il ruolo di fabbrica digitale in ambito IoT del Gruppo TIM.

Maggiori dettagli nel comunicato stampa di TIM.

Smart NationIl patrimonio artistico di Olivetti rinasce con il digitale
Vai all'articolo

Il Comune di Bologna accelera sulla dematerializzazione delle multe per infrazioni stradali

No comments

A Bologna le multe per violazione del codice della strada arrivano direttamente nella casella e-mail, a patto di essere in possesso di un indirizzo di posta elettronica certificata (PEC).

La PEC è una speciale casella di posta elettronica ipotizzata per sostituire l’iter cartaceo dettato dalla raccomandata con ricevuta di ritorno: sottoscrivibile da determinati provider ad un costo annuale contenuto, la PEC offre la possibilità di ricevere e inviare comunicazioni certificate con piena validità legale.

Per questo motivo il Comune di Bologna ha deciso di dare un’accelerata al sistema di notifiche delle multe per le violazioni del codice della strada offrendo anche al cittadino privato, e non solo a coloro che per ragioni professionali avessero un indirizzo di posta elettronica certificata, la possibilità di comunicare l’indirizzo PEC all’Amministrazione per la ricezione di eventuali contravvenzioni.

La norma nazionale ancora impone l’obbligo ma la polizia municipale di Bologna si è velocemente adeguata per fornire un semplice ma funzionale servizio che comporta un vantaggio immediato anche per il multato che andrà a risparmiare parte delle spese di notifica che scendono da 17 a 6 euro.

La procedura per segnalare la propria PEC non è ancora codificata e verrà ultimata nelle prossime settimane.

Da notare però che la notifica via PEC di una sanzione comporta, per questioni tecniche, l’impossibilità di fare ricorso quindi il cittadino che vorrà aderire al nuovo servizio dovrà contestualmente rinunciare alla possibilità di contestazione.

Smart NationIl Comune di Bologna accelera sulla dematerializzazione delle multe per infrazioni stradali
Vai all'articolo

In Italia cresce l’impiego dell’intelligenza artificiale

No comments

Nell’ultimo anno il settore dell’Intelligenza Artificiale (AI) ha conosciuto un forte incremento di interesse e utilizzo da parte delle imprese e degli Enti: questa tecnologia emergente, ormai da tempo considerata un game changer per il prossimo futuro, è fra le tecnologie integranti il piano europeo di ripresa post pandemia.

Rispetto all’anno precedente si registra una crescita di soluzioni basate sull’uso dell’intelligenza artificiale pari a circa il 15% stando alle analisi svolte dall’Osservatorio Artificial Intelligence della School of Management del Politecnico di Milano con un giro d’affari aumentato di 300 milioni di euro.

Più di metà (53%) imprese medio-grandi italiane ha attivato almeno un progetto basato sull’uso dell’intelligenza artificiale nel corso del 2020: la spesa è spinta dagli investimenti sugli algoritmi per analizzare ed estrarre informazioni di dati, chatbot e infine virtual assistant, rispettivamente con quote di investimento del 33%, del +10% e del 28%.

Quasi la totalità degli utenti ha ormai confidenza con il termine di intelligenza artificiale e ne comprende l’utilità soprattutto in relazione all’automazione di specifici compiti (65%), alla guida di veicoli senza l’intervento umano (60%), all’interazione fra uomo e macchina (58%) e al ragionamento logico (40%).

Basti pensare che più di metà dei consumatori finali ha già utilizzato prodotti e servizi che includono funzionalità di intelligenza artificiale, assistenti vocali del telefono o smart speaker per la casa.

Smart NationIn Italia cresce l’impiego dell’intelligenza artificiale
Vai all'articolo

INAIL, arriva la nuova app per i cittadini

No comments

INAIL ha lanciato una nuova app per potenziare i canali di comunicazione digitale e offrire maggiori servizi e contenuti informativi ai cittadini che, soprattutto a causa dell’emergenza sanitaria, necessitano di strumenti in grado di mediare il rapporto con gli uffici sul territorio.

L’accesso ai servizi di INAIL da remoto è infatti una notevole comodità per gli utenti ma risponde pienamente anche al processo di modernizzazione della gestione delle richieste di informazioni e dei servizi in tutto il territorio nazionale.

L’app, sviluppata sia per dispositivi Android che per dispositivi iOS, permette di consultare l’elenco delle risposte alle domande più frequenti ma anche di inviare richieste di supporto, informazioni, chiarimenti sull’utilizzo dei servizi on line come anche effettuare approfondimenti normativi o procedurali.

Non manca l’area per le segnalazioni di integrazione dei contenuti presenti sul portale istituzionale, la gestione delle istanze presentate con la possibilità di verificarne l’andamento e infine la collocazione degli sportelli sul territorio nel caso fosse necessario trovare le sedi fisiche.

Maggiori dettagli nel comunicato stampa di INAIL.

Smart NationINAIL, arriva la nuova app per i cittadini
Vai all'articolo

A Belluno partono i lavori di Open Fiber per la rete in fibra ottica

No comments

A Belluno prendono il via i cantieri di Open Fiber per la posa di una nuova rete in fibra ottica che collegherà cittadini, imprese ed Enti pubblici della città.

Con un piano che prevede la stesura di circa 160 chilometri di fibra ottica Open Fiber punta a connettere entro il 2022 ben 16mila unità immobiliari attraverso un’infrastruttura di rete veloce in modalità FTTH (Fiber To The Home) che porta la connettività locale a raggiungere la notevole velocità di 1Gb/s.

L’investimento, cumulativamente pari a 5 milioni di euro, permette al Comune di Belluno di aumentare il proprio potenziale tecnologico nel pieno rispetto della sostenibilità ambientale: un buon 80% del piano di sviluppo sarà eseguito mediante il riutilizzo di cavidotti e reti sotterranee o aeree già esistenti mentre il restante sarà realizzato tramite modalità di scavo a basso impatto ambientale.

Saranno 30 gli edifici di pubblico interesse interconnessi dalla nuova rete di Open Fiber.

Maggiori informazioni nel comunicato stampa dell’azienda.

Smart NationA Belluno partono i lavori di Open Fiber per la rete in fibra ottica
Vai all'articolo

Regione Lombardia e INDIRE insieme per la didattica digitale integrata nelle scuole

No comments

Regione Lombardia e INDIRE, l’Istituto nazionale di documentazione, innovazione e ricerca educativa, hanno sottoscritto un protocollo d’intesa per introdurre e organizzare la didattica digitale integrata nelle scuole.

La collaborazione si basa sulla piattaforma Open Innovation di Regione Lombardia, all’interno della quale, nella sezione Open Scuola, verranno resi disponibili una serie di strumenti utili ad aiutare studenti e docenti nel percorso formativo anche grazie al materiale didattico presente nella piattaforma INDIRE.

L’obiettivo è la creazione di uno speciale archivio ordinato e selezionato per rispondere alle esigenze effettive del mondo della scuola grazie alle opportunità messe a disposizione dall’innovazione.

Maggiori informazioni nel comunicato di Regione Lombardia.

Smart NationRegione Lombardia e INDIRE insieme per la didattica digitale integrata nelle scuole
Vai all'articolo

La Puglia è la prima regione italiana a risolvere il digital divide infrastrutturale

No comments

Non senza sorpresa in relazione alle previsioni è la Puglia ad essere la prima regione d’Italia ad ultimare le attività che consentono di azzerare il digital divide per questioni infrastrutturali.

Si è infatti concluso in questi giorni il piano di copertura in banda ultralarga attraverso la rete FTTx (ovvero con tecnologie FTTC fino a 200 Mbps e FTTH fino a 1 Gigabit/s) da parte di TIM che tocca il 99,4% delle famiglie che utilizzano la rete fissa mentre il restante 0,6% viene coperto attraverso connessioni ultrabroadband FWA o satellitari.

Si tratta di un risultato storico che consente a cittadini e imprese pugliesi di accedere alle tecnologie di ultima generazione nonostante i problemi dettati dalla fase emergenziale legata alla pandemia.

Ad oggi sono stati realizzati interventi infrastrutturali in circa 200 Comuni pugliesi per costruire nuove reti o ammodernare e ampliare quelle esistenti al fine di poter spegnere la rete in rame (RTG) e migrare completamente tutta la connettività su rete a banda larga.

Smart NationLa Puglia è la prima regione italiana a risolvere il digital divide infrastrutturale
Vai all'articolo