SPID, gli utenti NoiPA agevolati nella richiesta delle credenziali

No comments

Grazie alla collaborazione fra l’Agenzia per l’Italia Digitale e il Ministero dell’Economia e delle Finanze oltre due milioni di utenti appartenenti al circuito NoiPA possono ora richiedere un’identità digitale SPID con un notevole risparmio di tempo.

L’iscrizione a SPID infatti, il Sistema Pubblico d’identità Digitale, subisce una notevole accelerazione grazie ad una nuova funzionalità presente nella piattaforma informatica unificata dei servizi di natura giuridico-economica della PA.

Rilascio facilitato delle credenziali SPID

Tramite la voce “ottieni SPID” inserita nel sistema gestito dal Mef, i dipendenti pubblici possono ricevere le credenziali SPID in maniera semplice e veloce: dopo aver effettuato l’accesso nella propria area personale di NoiPA e cliccando sull’icona indicata si avvia automaticamente la procedura semplificata per la richiesta delle credenziali da parte dell’Identity Provider Service selezionato.

Tale procedura non prevede l’identificazione perché NoiPa, per velocizzare i tempi di rilascio, si farà garante dell’identità dell’utente autenticato alla piattaforma così non sarà necessaria la procedura di verifica, per esempio tramite webcam.

Per maggiori informazioni è disponibile il comunicato stampa.

Smart NationSPID, gli utenti NoiPA agevolati nella richiesta delle credenziali
Vai all'articolo

Privacy, il Garante evidenzia i problemi della profilazione legati al Reddito di cittadinanza

No comments

Il Garante è intervenuto, tramite una memoria indirizzata alla Commissione Lavoro del Senato, per evidenziare una serie di questioni sul decreto che regola il Reddito di cittadinanza e le azioni che sono state messe in campo sino ad oggi relative a queste misura.

Il nocciolo del problema è che gli operatori coinvolti nella predisposizione ed erogazione della misura hanno la possibilità di effettuare un controllo puntuale sulle scelte di consumo individuali: è infatti possibile, in virtù della necessità di controllare gli utenti che richiedono e utilizzano il sostegno, effettuare un monitoraggio in termini di preferenze di consumo che sono in aperta violazione con le garanzie sancite dalla disciplina di protezione dati ma soprattutto con i diritti e le libertà fondamentali dei cittadini.

Alcuni problemi legati alla privacy

La preoccupazioni non è infondata: peraltro recentemente è stata sollevata una polemica (fondata) sulla scelta degli sviluppatori del sito del Reddito di cittadinanza che ha coinvolto l’utilizzo di font licenziati da Google che potrebbero consentire al colosso statunitense di intercettare dati utili a profilare indirettamente gli utenti che visitano il sito stesso.

Ciò che è certo è che l’INPS avrà un generale compito di verifica delle richieste da parte dei cittadini che intendono ricorrere al Reddito di cittadinanza, incrociando i dati provenienti dai propri archivi con quelli di altri Enti fra cui l’Agenzia delle Entrate, il Pra e i Comuni.

Subito dopo però intervengono una serie di meccanismi e dinamiche di controllo, soprattutto di natura digitale, come per esempio il monitoraggio costante dell’utilizzo della card rilasciata ai beneficiari del Reddito. Ulteriori e rilevanti criticità si possono però presumere anche in relazione ai potenziali rischi di utilizzo fraudolento dei dati, accessi indebiti e violazioni dei sistemi informativi dove transitano le informazioni per l’attuazione della misura di sostegno alla popolazione richiedente.

Smart NationPrivacy, il Garante evidenzia i problemi della profilazione legati al Reddito di cittadinanza
Vai all'articolo

Storevolution innesca la trasformazione digitale dei negozi della Lombardia

No comments

Il bando di Regione Lombardia chiamato Storevolution ha finalmente i suoi assegnatari: 297 negozi della Lombardia infatti riceveranno sostegno nel percorso di trasformazione digitale per un totale 4 milioni di euro di contributi.

L’iniziativa Storevolution nasce con il preciso intento di aiutare le piccole e medie imprese al dettaglio in sede fissa ad intraprendere un percorso che porti a sviluppare una proposta commerciale allineata con i tempi e fortemente condizionata dalla rivoluzione digitale.

Grazie al contributo infatti, le attività commerciali potranno utilizzare tecnologie avanzate come realtà virtuale, realtà aumentata ma anche modalità di vendita omnicanale per arricchire l’esperienza dei consumatori.

Fra queste opportunità va menzionata la possibilità di creare particolari camerini smart dotati di specchi intelligenti che permetteranno di comprare un vestito senza indossarlo o sistemi di voice picking tramite cui scegliere un prodotto da casa, magari supportati da un assistente vocale, per poi recapitarlo in negozio dove provarlo ed eventualmente finalizzare l’acquisto.

Il bando Storevolution ha visto 297 assegnatari con Milano a guidare la classifica per domande ammesse, ben 69.

Seguono Bergamo, con 45 negozi, Sondrio con 36, Brescia con 30, Varese e Mantova con 23 ciascuna, Monza con 21, Lecco con 16, Cremona con 15, Como con 12, Pavia con 6 e Lodi con 1 attività commerciale coinvolta.

Tra le imprese commerciali coinvolte, le più numerose appartengono alla categoria delle farmacie con ben 88 negozi su 297; seguono le attività commerciali impegnate nella vendita degli alimentari (52) quindi i negozi di abbigliamento (38).

Fra le imprese più desiderose di innovazione le farmacie con 88 su 297 domande ammesse, poi con 52 progetti gli alimentari e con 38 gli esercizi di abbigliamento.

Smart NationStorevolution innesca la trasformazione digitale dei negozi della Lombardia
Vai all'articolo

Google e Confindustria insieme per la trasformazione digitale

No comments

Google e Confindustria hanno stretto una collaborazione per incentivare il processo di trasformazione digitale delle imprese.

In particolare l’intento della partnership è quello di portare gli imprenditori del nostro Paese a considerare in modo più attento le tematiche inerenti a Industria 4.0 e relativo piano Impresa 4.0 ma allo stesso tempo a focalizzarsi sugli ambiti del machine learning, dell’intelligenza artificiale e del posizionamento online con l’apertura di canali di vendita alternativi al fisico.

Il mondo delle nuove tecnologie infatti deve servire ad aprire una finestra sul mondo, migliorando la competitività delle imprese.

L’accordo con Google è volto appunto a incrementare le opportunità per l’Italia che è il secondo Paese manufatturiero d’Europa.

Già da anni Google, tramite progetti specifici sul territorio come Crescere in Digitale, avvicina le persone alle possibilità offerte da Internet e dalle nuove tecnologie che, specie nell’ultimo periodo grazie all’intelligenza artificiale, rappresentano un significativo asset strategico per tutti coloro che vogliono fare impresa.

Una collaborazione su quattro direttive tecnologiche

Il progetto di collaborazione si svilupperà su quattro direttive quali il supporto all’internazionalizzazione delle imprese, la formazione sulle competenze digitali necessarie per affrontare il mondo del web, la promozione della propria azienda online e infine le opportunità offerte dal machine learning e dall’intelligenza artificiale per le PMI anche attraverso il supporto della rete dei Digital Innovation Hub.

Smart NationGoogle e Confindustria insieme per la trasformazione digitale
Vai all'articolo

Google rilascia Password Checkup

No comments

Google ha rilasciato un’estensione, chiamata Password Checkup, per il proprio browser Google Chrome con lo specifico obiettivo di verificare se le credenziali di login, su qualsiasi sito web, siano state compromesse.

Il funzionamento è semplice: il sistema effettua un confronto automatico con un database contenente oltre 4 miliardi di credenziali marcate come compromesse e, se il riscontro è positivo, avvisa l’utente suggerendogli di modificare la password.

L’estensione però non comunica a Google i dati delle password che rimangono al sicuro: nessuno potrà quindi avere accesso ai dati dell’utente.

Per installare l’estensione è sufficiente raggiungere questo indirizzo e provvedere al download.

Con il rilascio di Password Checkup Google ha messo a punto anche una nuova funzionalità chiamata Cross Account Protection con l’obiettivo di proteggere i dati presso app o siti in cui ci si autentica utilizzando un account Google: quando questa funzione sarà integrata, i siti e le app di terze parti potranno essere notificate da Google in caso di problematiche di sicurezza al fine di poter mettere in atto appositi comportamenti a protezione dei dati degli utenti.

Smart NationGoogle rilascia Password Checkup
Vai all'articolo

Genova 5G, il progetto di Fastweb per portare il 5G a Genova

No comments

Fastweb e Ericsson proseguono il sodalizio per lo sviluppo di soluzioni 5G con i Comuni del territorio nazionale: questa volta tocca al Comune di Genova con il progetto Genova 5G che, a partire dai prossimi mesi, permetterà al capoluogo ligure di sperimentare la nuova rete e i servizi ad essa connessa.

L’iniziativa si focalizza sull’infrastruttura di rete necessaria per consentire l’erogazione di servizi avanzati in ambito digitale rivolti alla cittadinanza, alle imprese e alla PA relativamente ai settori del turismo, della sicurezza e di tutto il comporto rilevante ai fini di rendere Genova una smart city.

L’impegno di Fastweb ed Ericsson è quello di creare la struttura tecnologica per la nuova rete in sinergia con la piattaforma Wi-Fi attiva in città; dal canto suo il Comune di Genova metterà a disposizione i propri beni immobili e le infrastrutture civili per impiantare dispositivi e antenne necessarie alla rete 5G.

Il 5G parte dall’area del Porto Antico

Il progetto verrà sviluppato inizialmente dall’area del Porto Antico tramite un progetto relativo a soluzioni innovative di telesorveglianza ad altissima definizione: seguirà un investimento importante sulla realtà virtuale ad uso turistico potendo contare sulla capacità trasmissiva della nuova rete e infine l’ideazione di applicazioni il monitoraggio ambientale e la gestione remota degli impianti di illuminazione.

Nell’ambito della sicurezza invece il piano Genova 5G prevede, in collaborazione con Leonardo Spa, un importante impegno nel conteggio delle persone tramite rilevamento dei passaggi attraverso varchi virtuali realizzati tramite telecamere installate presso le aree di accesso e collegate in 5G: in questo modo si potranno ottenere i dati di densità, passaggio e sosta di persone nell’area del piazzale Mandraccio.

Smart NationGenova 5G, il progetto di Fastweb per portare il 5G a Genova
Vai all'articolo

Safer Internet Day, oggi è la giornata per un uso consapevole del web

No comments

Oggi è il Safer Internet Day, la giornata istituita nel 2004 per la promozione di un uso più sicuro e responsabile del web e delle nuove tecnologie.

Sviluppata a livello internazionale grazie al supporto della Commissione Europea, il Safer Internet Day è particolarmente importante per richiamare l’attenzione all’uso che i bambini e i giovani di tutto il mondo fanno di Internet: per questo motivo, uno degli Enti più attivi è il MIUR.

Lo scopo è, inutile a dirsi, quello di far riflettere i ragazzi sull’uso consapevole della Rete, sui problemi e le insidie riscontrabili le web ma anche sul comportamento da adottare su Internet per una sana interazione con il prossimo.

Trattandosi di una ricorrenza annuale soggetta, di anno in anno, all’approfondimento di una tematica specifica, l’edizione 2019 del Safer Internet Day è incentrata sull’alleanza fra scuola e famiglia come responsabili dell’educazione dei più giovani.

Durante la giornata si alterneranno in tutta Italia svariate attività, seminari e laboratori che vedono protagonisti studenti, professori, esperti, forze dell’ordine e professionisti per confrontarsi sull’uso consapevole e sicuro del web. La manifestazione principale  della giornata è affidata alla Direzione Generale per lo Studente e si svolge a Milano.

Smart NationSafer Internet Day, oggi è la giornata per un uso consapevole del web
Vai all'articolo

Online il portale del Reddito di cittadinanza

No comments

Operativo da oggi il portale dedicato al Reddito di cittadinanza, la misura architettata dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali che intende rappresentare una soluzione pratica per tutti quei cittadini italiani che versano in condizioni di povertà e non riescono a trovare un’occupazione.

All’interno del sito si possono recuperare tutte le informazioni relative alla misura che partirà ufficialmente dal 6 marzo, data in cui si potrà iniziare a presentare la domanda di sussidio.

Cos’è il Reddito di cittadinanza e come funziona

Il Reddito di cittadinanza è un’iniziativa che punta all’inserimento o al reinserimento nel mondo del lavoro e di contrasto alla povertà, alla diseguaglianza e all’esclusione sociale: tale misura assume la denominazione di Pensione di cittadinanza per i nuclei familiari composti da una o più persone con età pari o superiore a 67 anni.

Per presentare la domanda occorre onorare specifici requisiti fra cui un ISEE inferiore a 9.360 euro e successivamente presentarsi agli uffici postali utilizzando uno specifico modello messo a disposizione dall’INPS oppure tramite i centri di assistenza fiscale (CAF).

La domanda potrà essere anche inviata online attraverso il portale del Reddito di cittadinanza ma sarà necessario che il richiedente abbia un’utenza SPID. Per richiedere ulteriori informazioni è disponibile l’URP del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali

Smart NationOnline il portale del Reddito di cittadinanza
Vai all'articolo

A Ladispoli le pratiche edilizie si presentano online

No comments

Il Comune di Ladispoli prosegue nello sviluppo dei propri servizi digitali per consentire alla popolazione di migliorare il proprio rapporto con la Pubblica Amministrazione, velocizzando una serie di operazioni grazie ad Internet.

In particolare, da domani 4 febbraio, sarà attivo il portale internet dedicato ai servizi del SUE, lo Sportello Unico Edilizia.

Lo sportello è deputato ad accogliere tutte le richieste dei cittadini che, nell’ambito del territorio comunale, hanno intenzione di realizzare un intervento edilizio.

La digitalizzazione del SUE per accelerare le pratiche

La possibilità di digitalizzare il processo snellisce tutta l’attività di autorizzazioni e permette riscontri più veloci nella presentazione delle domande: tutte le pratiche edilizie potranno essere gestite, dalla comunicazione di inizio e fine lavori al permesso di costruire ma anche per l’ottenimento del certificato di destinazione urbanistica o dell’autorizzazione paesaggistica ordinaria e semplificata.

Per i cittadini meno digitalizzati sarà comunque possibile presentare le pratiche nella modalità tradizionale fino al 4 maggio: dopo questa data tutto il processo sarà digitale e quindi il SUE sarà esclusivamente online.

Smart NationA Ladispoli le pratiche edilizie si presentano online
Vai all'articolo

MSC Crociere presenta il primo assistente vocale da cabina

No comments

MSC Crociere ha presentato un’innovazione tecnologica per il mondo del turismo da crociera: si tratta di ZOE, il primo assistente vocale al mondo pensato per essere a disposizione degli ospiti delle navi.

ZOE è un’iniziativa sviluppata in collaborazione con HARMAN e Samsung Electronics: l’assistente virtuale si basa su un’intelligenza artificiale avanzata che si interfaccia vocalmente con il cliente per rispondere, in 7 lingue differenti, ad oltre 800 domande relative all’esperienza in crociera.

Una hostess virtuale in ogni cabina

Situato in ogni cabina, l’assistente vocale fornisce informazioni sui servizi di bordo, orienta il crocierista nella scelta dei servizi e lo aiuta con le prenotazioni a cui può essere interessato.

Per interfacciarsi con ZOE l’ospite della nave, comodamente dalla sua cabina, dovrà impartire il semplice comando vocale OK ZOE.

L’assistente quindi sarà pronto a svolgere il suo compito riconoscendo perfettamente l’eloquio naturale con anche la capacità di trasformare le parole in testo e viceversa.

Il debutto è previsto a marzo sulla nave MSC Bellissima ma ZOE sarà presente in tutte le cabine delle navi della flotta incluse MSC Grandiosa (novembre 2019) e MSC Virtuosa (2020). ZOE si affianca, a livello di offerta tecnologica, a MSC for ME, una piattaforma digitale che ha rivoluzionato l’esperienza personale del viaggio in mare.

Smart NationMSC Crociere presenta il primo assistente vocale da cabina
Vai all'articolo