Il Palazzo di Giustizia di Milano porta online i processi per direttissima

No comments

Il Palazzo di Giustizia di Milano digitalizza le procedure per effettuare le udienze di convalida degli arresti e dei processi in direttissima.

A causa dell’emergenza sanitaria infatti, è stato stabilito, a partire da martedì prossimo, l’uso della videoconferenza con tutte le parti coinvolte nei procedimenti: detenuti, legali, pm e giudici saranno collegati in via telematica da luoghi diversi per abbattere il rischio di diffusione dell’epidemia di COVID-19 che sta rivoluzionando le abitudini degli italiani.

Dopo le prime udienze via Skype alla Sorveglianza e per le convalide dei gip e nelle sezioni di Tribunale e Corte d’Appello, anche le direttissime utilizzeranno la piattaforma promossa dal Ministero della Giustizia e fornita da Microsoft.

Sulla base del protocollo di intesa siglato tra la Procura, il Tribunale, l’Ordine degli Avvocati e la Camera Penale di Milano, la videoconferenza sostituirà il normale funzionamento delle udienze di convalida dell’arresto e di celebrazione del contestuale giudizio direttissimo alternativo.

Tutti i partecipanti saranno ognuno nella propria stanza e, in particolare, gli arrestati rimarranno nelle camere di sicurezza o in carcere: i difensori potranno scegliere se essere presenti presso l’aula di udienza o presso il luogo dove si trova il soggetto posto in arresto o ancora da remoto.

Gli atti relativi ai procedimenti saranno scambiati per via telematica su input da parte del giudice: nota caratteristica, si conserverà l’uso della toga da parte dei magistrati e dei legali.

Smart NationIl Palazzo di Giustizia di Milano porta online i processi per direttissima

Related Posts