Il Parco Archeologico dell’Appia Antica avvia la digitalizzazione dell’area

No comments

Il Parco Archeologico dell’Appia Antica, grazie al supporto del Politecnico di Milano, avvia la digitalizzazione dell’area con lo scopo di creare un atlante digitale che consenta, sottoforma di mappatura tecnologia, di visionare ogni angolo del Parco tramite una ricostruzione digitale accessibile ad esperti, curatori e fruitori.

Il Parco Archeologico dell’Appia Antica è stato istituito nel 2016 e consiste in 4.500 ettari di paesaggio con aree archeologiche che si estendono per gli oltre 16 chilometri della Via Appia Antica: si tratta di un vero e proprio museo a cielo aperto che, una volta mappato digitalmente, permetterà di studiare e meglio comprendere infrastrutture romane molto celebrei quali i complessi architettonici di Cecilia Metella e dell’Acquedotto Claudio.

Ad ora sono state collezionate oltre 200.000 immagini e 20 Tera di dati georeferenziati e inseriti in modelli tridimensionali: le informazioni acquisite sono utili per il monitoraggio conservativo dell’area ma anche per divulgare conoscenza in modalità interattiva.

Maggiori informazioni sul sito del Parco Archeologico dell’Appia Antica.

Smart NationIl Parco Archeologico dell’Appia Antica avvia la digitalizzazione dell’area

Related Posts