Il Piano Strategico del Turismo passa attraverso il Wi-Fi pubblico accessibile tramite SPID

No comments

L’implementazione di SPID prosegue senza sosta moltiplicando le opportunità per i cittadini ma soprattutto unendo iniziative differenti rendendole sinergiche.
È il caso del turismo, della connettività a banda ultralarga e delle reti Wi-Fi pubbliche che inizieranno presto ad essere elementi interconnessi proprio grazie al servizio personale di identificazione digitale.

AgID, MIBACT e MISE infatti hanno firmato un protocollo d’intesa volto alla creazione di nuovi servizi digitali tematici che facilitino l’accesso e la fruizione del patrimonio artistico, naturale e culturale del Paese.

L’iniziativa si inserisce come parte integrante del Piano Strategico del Turismo, una programmazione per il rilancio del turismo in cui le nuove tecnologie ricoprono una parte consistente per ampliare i servizi disponibili ai turisti e, di riflesso, anche il loro numero.
Nello specifico si tratta di realizzare una rete nazionale federata e diffusa con accesso unico, tramite SPID appunto, partendo prioritariamente dalle aree più invase dai viaggiatori: città d’arte e siti Unesco, aree balneari di grande attrazione e luoghi di porte di accesso all’Italia (aeroporti, porti e autostrade).

Il comunicato stampa illustra .

Smart NationIl Piano Strategico del Turismo passa attraverso il Wi-Fi pubblico accessibile tramite SPID

Related Posts