La piattaforma IOC trasforma le città della Sardegna in luoghi più intelligenti e sicuri

No comments

La Sardegna si appresta a diventare una delle regioni più smart di tutta Italia grazie alla presentazione dei primi risultati dell’accordo firmato 3 anni fa da Huawei e Crs4 per la creazione di una piattaforma intelligente in grado di trasformare le città in luoghi più intelligenti e sicuri.

La collaborazione fra Huawei e Crs4 ha infatti portato alla presentazione di IOC, acronimo per Intelligence Operation Center, uno speciale computer evoluto messo a punto nel Joint Innovation Center di Pula in grado di aumentare le opportunità legate alla trasformazione digitale del territorio urbano.

Le attività che la nuova piattaforma intelligente è in grado di effettuare sono diverse: dalla gestione in tempo reale del traffico al monitoraggio dello stato di riempimento dei raccoglitori di rifiuti.

L’esperienza globale assicurata dalla tecnologia è quella di agevolare la vita e la fruizione della città da parte dei cittadini, compresi quelli affetti da disabilità: basti pensare alle opportunità di controllo e monitoraggio dei parcheggi destinati ai disabili.

IOC, una sperimentazione che parte da Cagliari

La sperimentazione, che riguarderà la Regione Sardegna, parte da Cagliari come città pilota per la successiva estensione all’intera regione.

Ad oggi sono già attive le prime applicazioni delle potenzialità garantite dalla piattaforma intelligente IOC: nello specifico si tratta delle attività di regolazione del traffico e dell’affollamento urbano grazie a 25 telecamere, 92 stazioni del traffico e 23 sensori di parcheggio.

Maggiori informazioni direttamente sul sito di Regione Sardegna.

Smart NationLa piattaforma IOC trasforma le città della Sardegna in luoghi più intelligenti e sicuri

Related Posts