Presentata l’ultima fase della sperimentazione del progetto IO

No comments

IO, l’app che introduce la gestione dei servizi pubblici direttamente nello smartphone, è giunta alla sua fase finale di sperimentazione.

Il Team per la Trasformazione Digitale della Presidenza del Consiglio ha presentato oggi l’avvio dell’ultima parte del percorso che porterà al rilascio dell’app per tutti i cittadini, presumibilmente entro l’anno.

In particolare, approfittando della Milano Digital Week, il Team per la Trasformazione Digitale ha dato la possibilità ai cittadini milanesi interessati di richiedere l’accesso ad un closed beta testing tramite la pagina io.italia.it/milano.

Tutti coloro che sono interessati potranno richiedere l’accesso e, se selezionati, partecipare alla prova su strada dell’app nell’uso quotidiano interagendo con una prima serie di servizi reali effettuando operazioni e pagamenti (validi a tutti gli effetti).

Attualmente il Comune di Milano consentirà di visualizzare in-app i messaggi di riepilogo dei dati anagrafici, dell’occupazione immobiliare e delle rette scolastiche ma anche gli avvisi di scadenza del proprio documento d’identità , del pass mobilità e gli avvisi di contravvenzione al codice della strada o all’accertamento del mancato pagamento della TARI con la possibilità di pagare direttamente all’interno del sistema tramite PagoPA.

Una volta fatta richiesta, dai primi di aprile i tester riceveranno le istruzioni per scaricare l’app che sarà comunque ad accesso limitato.

L’app IO è integrata a tutti gli effetti con SPID e verrà usata da tutti gli enti pubblici, locali e nazionali, per comunicare con i cittadini: ogni qual volta un cittadino dovrà effettuare un’azione, sarà l’app stessa a segnalare cosa dovrà essere fatto. L’app servirà anche da centro informativo raccogliendo tutte le informazioni che potrebbero essere di interesse dell’utilizzatore dell’app.

Smart NationPresentata l’ultima fase della sperimentazione del progetto IO

Related Posts