Privacy, il Garante evidenzia i problemi della profilazione legati al Reddito di cittadinanza

No comments

Il Garante è intervenuto, tramite una memoria indirizzata alla Commissione Lavoro del Senato, per evidenziare una serie di questioni sul decreto che regola il Reddito di cittadinanza e le azioni che sono state messe in campo sino ad oggi relative a queste misura.

Il nocciolo del problema è che gli operatori coinvolti nella predisposizione ed erogazione della misura hanno la possibilità di effettuare un controllo puntuale sulle scelte di consumo individuali: è infatti possibile, in virtù della necessità di controllare gli utenti che richiedono e utilizzano il sostegno, effettuare un monitoraggio in termini di preferenze di consumo che sono in aperta violazione con le garanzie sancite dalla disciplina di protezione dati ma soprattutto con i diritti e le libertà fondamentali dei cittadini.

Alcuni problemi legati alla privacy

La preoccupazioni non è infondata: peraltro recentemente è stata sollevata una polemica (fondata) sulla scelta degli sviluppatori del sito del Reddito di cittadinanza che ha coinvolto l’utilizzo di font licenziati da Google che potrebbero consentire al colosso statunitense di intercettare dati utili a profilare indirettamente gli utenti che visitano il sito stesso.

Ciò che è certo è che l’INPS avrà un generale compito di verifica delle richieste da parte dei cittadini che intendono ricorrere al Reddito di cittadinanza, incrociando i dati provenienti dai propri archivi con quelli di altri Enti fra cui l’Agenzia delle Entrate, il Pra e i Comuni.

Subito dopo però intervengono una serie di meccanismi e dinamiche di controllo, soprattutto di natura digitale, come per esempio il monitoraggio costante dell’utilizzo della card rilasciata ai beneficiari del Reddito. Ulteriori e rilevanti criticità si possono però presumere anche in relazione ai potenziali rischi di utilizzo fraudolento dei dati, accessi indebiti e violazioni dei sistemi informativi dove transitano le informazioni per l’attuazione della misura di sostegno alla popolazione richiedente.

Smart NationPrivacy, il Garante evidenzia i problemi della profilazione legati al Reddito di cittadinanza

Related Posts