Progetto IO, verso la closed beta dell’app dedicata ai servizi pubblici

No comments

Del Progetto IO si è parlato soprattutto negli ultimi 12 mesi come un potenziale game changer del modo in cui il cittadino si sarebbe confrontato con la Pubblica Amministrazione.

Si tratta infatti di un’applicazione mobile che consente di interagire con i servizi erogati dalla PA italiana grazie all’integrazione con le varie risorse messe a disposizione dai principali Enti con cui i cittadini si trovano a dialogare durante la propria vita: questo è possibile tramite le potenzialità di alcune piattaforme abilitanti (come per esempio SPID, pagoPA e ANPR) e le API disponibili.

Progetto IO, la closed beta è prossima a partire

A partire da questa primavera verrà rilasciata una fase di closed beta, ossia un test ad invito per alcune migliaia di cittadini in tutta Italia, selezionati come beta tester dagli Enti che intendono partecipare alla sperimentazione di questa nuova piattaforma.

Tra le realtà coinvolte figurano i Comuni di Milano, Palermo, Brescia, Cagliari, Cesena, Valsamoggia, Ripalta Cremasca e agenzie centrali come ACI e Agenzia delle Entrate-Riscossione.

La closed beta permetterà di interagire con servizi reali e sperimentare quindi operazioni e pagamenti che saranno validi a tutti gli effetti: se non ci saranno grosse criticità i cittadini, entro la seconda metà del 2019, avranno in IO un’app semplice da utilizzare sul proprio smartphone dove convergeranno progressivamente tutti i servizi pubblici.

Per maggiori informazioni c’è un interessante articolo su Medium da parte del chief product & design officer del Team per la Trasformazione Digitale.

Smart NationProgetto IO, verso la closed beta dell’app dedicata ai servizi pubblici

Related Posts