La Provincia autonoma di Trento è l’area più digitale d’Italia

No comments

Secondo le valutazioni dell’Osservatorio Agenda Digitale, la Provincia autonoma di Trento risulta il distretto italiano più all’avanguardia per quanto riguarda il digitale.

Nel perimetro dell’analisi sull’attuazione dell’Agenda Digitale rilasciata dall’Osservatorio infatti, si evince che l’area trentina ha fatto nel tempo passi sempre più significativi in relazione alla digitalizzazione della popolazione e all’approccio alle nuove tecnologie dedicando anche una sezione apposita nel sito della Provincia.

Al contrario altre regioni risultano ancora al palo: nella graduatoria la Regione Calabria è all’ultimo posto stando ai dati dell’analisi.

Complessivamente l’Italia risulta, nel contesto europeo, la 22esima nazione per sforzi compiuti nell’attuazione dell’Agenda Digitale mentre 25esima per risultati raggiunti nei Digital Maturity Indexes.

Ad oggi 1.200 Comuni hanno già migrato i dati anagrafici di 14 milioni di italiani all’ANPR con SPID che ha toccato le 3 milioni di identità digitali utilizzabili per accedere a 4.200 servizi online erogati da 4.000 PA.

Circa 14.000 enti hanno attivato pagoPA e le fatture elettroniche verso la PA sono già oltre 100 milioni.
Inoltre anche la sanità digitale è in crescita: in 17 Regioni italiane è stato attivato il Fascicolo Sanitario Elettronico con una piena operatività in 12 di queste.
Il servizio copre il 25% degli assistiti e il 40% dei referti.

Ciò nonostante secondo i Digital Maturity Indexes, il sistema di indicatori sviluppato dall’Osservatorio Agenda Digitale per superare alcuni limiti del DESI 2018, evidenziano un ritardo sistemico dovuto al fatto che gran parte degli sforzi di AgID e del Team Digitale sono sostanzialmente rivolti a progetti infrastrutturali che devono ancora dispiegare i loro effetti.

Smart NationLa Provincia autonoma di Trento è l’area più digitale d’Italia

Related Posts